PokerStars.it homepage
5 Ragioni per giocare i tornei Progressive KO
Per i giocatori di tornei, grindare può spesso significare lunghe ore di gioco e pochi tempi morti. Un tipo di torneo che sicuramente renderà più piccante il tuo calendario di poker è il progressive knockout. In questi eventi, i giocatori vengono premiati per aver eliminato i loro avversari guadagnando la taglia del giocatore eliminato. All'inizio questa taglia è piccola, rappresentando solo metà del buy-in, e l'eliminazione di un giocatore ti fa guadagnare solo la metà di questa somma. L'altra metà va dritta nella taglia sopra la tua testa sommandosi a quella precedente. Man mano che un numero sempre maggiore di giocatori viene eliminato, le taglie sui giocatori rimasti iniziano a diventare sempre più grandi. Per ulteriori informazioni sulla strategia di questi tornei, consulta questo articolo. Oggi ci concentreremo sui vantaggi che si hanno nel giocare questo tipo di tornei. Ecco 5 ragioni.

Varianza ridotta

La maggior parte di chi prende sul serio il poker vorrebbe diminuire ai minimi termini la componente di fortuna nel gioco. Ciò consentirebbe al duro lavoro di studio di tradursi in modo più semplice in vincite. Mentre il fattore fortuna è essenziale per attirare nuovi giocatori nel gioco e mantenere vivo il poker, i tornei dove la fortuna conta meno consentono una connessione più affidabile tra abilità e guadagni. La ragione per cui i KO progressivi sono meno volatili è che il principio di tutto o niente valido nei normali tornei non si applica. È molto probabile che si venga eliminati prima della zona premi in un progressive KO chiudendo comunque in attivo grazie alle taglie vinte. Ciò significa che i periodi sfortunati saranno ammortizzati dalle taglie vinte. Da giocatore esperto, puoi anche aspettarti un aumento delle vincite a lungo termine dato che il sistema di taglie consente la possibilità di guadagnare denaro in modo più uniforme durante il torneo, premiando i giocatori pazienti che scelgono bene i loro spot.

Il risultato di questa riduzione della varianza è la possibilità di poter giocare tornei progressive KO a stake più alti rispetto ai normali tornei che giocheresti con lo stesso bankroll. I professionisti raccomandano 150-200 buy-in per i tornei regolari. Questo può essere ridotto a 100-150 per i progressive KO.

Maggiore azione

I tornei tradizionali sono tutti focalizzati sul risultato finale. Il torneo può essere divertente, ma è anche facile avere lunghe fasi di noia quando non succede nulla. I progressive KO risolvono questo problema tramite la formula delle taglie, che mantiene i giocatori incollati all'azione. Sapere chi elimina chi è una parte cruciale del gioco, così, anche quando non sei in una mano, potresti trovarti incollato all'azione. Questa maggiore concentrazione renderà l'esperienza nel torneo più piacevole, consentendoti di raccogliere maggiori informazioni per sconfiggere i tuoi avversari in seguito.

Sensazione di potere

La sensazione di avere una pila enorme di chips che copre lo stack di ogni altro avversario al tavolo è ancora più esagerata nei progressive KO. Questo perché, mentre tu sei una minaccia per i tuoi avversari e le loro taglie, loro non sono lo stesso per te. Avere un grosso stack quindi, ti incentiva a giocare molti piatti con tutti gli altri giocatori al tavolo, che allo stesso tempo vorrebbero evitare uno scontro con te. In pratica hai il potenziale di aumentare il tuo stack rubando piccoli piatti e raccogliendo taglie su taglie dai giocatori più corti.

Eccitanti fasi finali

Se sei fortunato e/o esperto abbastanza da arrivare nelle fasi finali di un grande torneo progressive KO, ti troverai immerso in un'azione frenetica. Non solo i tuoi occhi sono puntati sui premi finali del torneo, ma man mano che avanzi ed elimini avversari vedrai arrivare grandi somme di denaro nel tuo bankroll. A volte le taglie sono talmente grandi che possono essere superiori ai premi in gioco per la classifica finale. La vittoria finale di un torneo è molto dolce, oltre al primo premio finale avrai vinto una grande somma grazie alle taglie conquistate.

Eliminazioni meno dolorose

Quando avevo ventun anni ero un po' perso nella vita. Invece di trovare un vero lavoro o prendermi un diploma universitario, vagavo tra lavori insoddisfacenti e poco remunerativi. L'unica cosa per cui sentivo una vera passione a quel punto della mia vita era il poker. Una notte stavo giocando un MTT e ero arrivato nelle fasi finali. Il giorno dopo, dovevo iniziare il mio nuovo lavoro come assistente amministrativo per una società di prestiti agli studenti. Temendo il degrado demoralizzante di un altro lavoro privo di significato, avevo deciso che se avessi vinto il torneo o incassato davvero molto, non mi sarei presentato al nuovo lavoro. Con circa 16 giocatori rimasti e il primo premio di circa €20.000, ho ricevuto JJ e sono finito all-in contro un altro grande stack. L'avversario aveva AQo e un asso al flop ha eliminato me e i miei sogni di non andare al lavoro il giorno dopo. Ho dovuto accontentarmi di €1100, che mi è sembrato come uno schiaffo in faccia.



Eliminazioni dolorose come questa sono frequenti. Il progressive KO offre la medicina per ammorbidire il colpo sotto forma di una lunga scia di taglie. Anche uscire in fase bolla diventa meno agonizzante se si è già vinto parecchie taglie prima di quel momento.

Conclusioni

Se non hai mai giocato un progressive knockout, ti consiglio vivamente di farlo. Il gioco è avvincente e non ci sono tempi morti. Ci vediamo ai tavoli!
Hai mai giocato un torneo progressive knockouts?
Lascia un commento qui sotto e descrivi la tua esperienza.

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.