PokerStars.it homepage
;
7 Card Stud Hi/Lo: le regole

Spiegazione delle regole del Seven Card Stud Hi/Lo 8 or Better.

Questa variante del poker viene offerta in tutto il mondo solo nella modalità limit game, e si gioca con minimo di due fino a otto giocatori. Al contrario del Texas Hold'em non ci sono nè i blinds nè il button. Per creare un piatto ciascun giocatore deve, prima che vengano distribuite le carte, mettere la puntata obbligatoria, cioè l'ante.

Svolgimento del gioco

La prima carta del mazzo si distribuisce sempre al primo giocatore che siede alla sinistra del mazziere. A tutti i partecipanti vengono distribuite due carte coperte (una ad una in senso orario) ed una terza scoperta.
Successivamente bisogna piazzare una prima puntata, la "forced bet", questa (puntata forzata) deve essere eseguita dal giocatore con la carta scoperta più bassa. Se più giocatori hanno carte scoperte del medesimo valore, ad esempio un quattro, in questo caso sarà determinante il colore. La graduatoria è: picche, cuori, quadri e fiori. Il primo a dover agire adesso è colui che è seduto immediamente a sinistra del giocatore che ha eseguito la forced bet. Esso può  passare, chiamare la forced bet o rilanciare del limite minimo. Se lui decide per un call, il prossimo ha le stesse opzioni a disposizione. Se nel prosieguo del giro qualcuno rilancia, il giocatore successivo può controrilanciare. L'ammontare del reraise è fissato ad un limite minimo.

Per chiarire meglio vediamo un esempio:

  • Esempio:

    Giochiamo al  limit Seven Card Stud Hi/Lo €10/€20. L'ante ammonta a €2 e anche la forced bet ammonta a €2. La carta scoperta più bassa è del giocatore A, il .
    Punta il limite minimo cioè €2. Il giocatore B è seduto alla sua sinistra e chiama i €2. Il giocatore C rilancia di €10, effettua un cosiddetto complete.

    Se adesso il giocatore D vuole a sua volta rilanciare lo deve fare esattamente di €20.

Quasi tutte le versioni limite si giocano con un "cap". Il cap normalmente viene raggiunto dopo quattro rilanci. Nel nostro esempio al massimo si può rilanciare fino a €40, oltre a questo non sono concessi altri rilanci.

Quando il giro di puntate è terminato, il dealer distribuisce a tutti quelli che sono ancora in gioco la quarta carta scoperta, la "4th Street". Al contrario del giro di apertura in questo giro parla per primo chi ha la combinazione più alta con le carte scoperte. Costui può fare check o puntare. Se vuole puntare allora deve pagare una somma pari all'ammontare del limite minimo, in questo caso €10. A differenza della variante Seven-Card-Stud-high, ai giocatori non è permesso neanche con coppia scoperta di puntare, già alla 4th street, il limite massimo. Dopo che è stata effettuata la puntata, il giocatore successivo può nuovamente scegliere tra fold, call o raise, anche qua il cap sarà raggiunto dopo un massimo di quattro rilanci.

Alla fine sarà distribuita a tutti giocatori ancora in partita un'altra carta scoperta, la "5th street". Nel giro di puntante seguente si passerà al limite superiore, dunque €20. Se un giocatore vuole eseguire una puntata ora lo deve fare per un'ammontare pari a €20, e se un'altro vuole rilanciare lo può fare mettendo anch'esso ulteriori €20.

Non appena terminato il giro di scommesse, il mazziere distribuisce una quarta carta scoperta la "6th street". Il seguente giro di puntate si svolge esattamente come nella 5th street.
La settima e ultima carta al Seven Card Stud Hi/Lo sarà distribuita, sempre dopo la chiusura del giro di scommesse, coperta. Questa viene chiamata "7th street", o spesso anche come al Texas Hold'em "river". Segue ora il giro finale di puntate con il limite massimo, non appena terminato si arriva allo showdown.

Come si determina la mano vincente

Allo showdown vengono valutate sempre le miglior cinque delle sette carte totali. Il vincitore della metà high del piatto, è colui che risce a formare la miglior mano di poker. Cosí come in tutte le altre varianti del poker, il colore non influisce sul valore allo showdown. Se per esempio due o più hanno la stessa scala, il piatto sarà suddiviso fra essi senza prendere in cosiderazione il colore.

Al contrario del Texas Hold’em al Seven Card Stud due giocatori possono avere lo stesso flush di due colori diversi.

  • Giocatore A mostra allo showdown
  • Giocatore B mostra allo showdown

  Non si prende in considerazione che picche ha un valore superiore a cuori, quindi la metà del piatto high sarà diviso.

Un pò più complicata è la regola allo showdown per determinare la metà low. In primis bisogna che venga accertato, se una mano showdown è qualificata e legittimata a pretendere la metà low del piatto. Al Seven Card Stud 8 or Better il presupposto per qualificarsi è già descritto nel nome. Un giocatore che ha il diritto di pretendere la metà low, deve avere minimo cinque carte diverse di valore  inferiore o uguale ad otto in mano, dove l'asso per il low conta come uno. L'asso alla variante high/low ha in ogni caso un particolare status, perchè rappresenta sia la carta più alta che quella più bassa e può essere usato contemporaneamente per entrambi i casi.

Attenzione: le carte devono essere di valore diverso, una coppia o un tris conta una sola volta.

  • Esempio:

    Un giocatore ha . Questo giocatore ha una mano valida per il low ed ha così il diritto a metà del piatto, se la sua mano ovviamente è la più low.

    Un'altro giocatore ha . Questo giocatore non ha il diritto alla metà low del piatto, poichè ha solo quattro carte low diverse.

Se si qualificano più mani per la low-hand, vince la metà low del piatto colui con la mano più bassa, dove la carta determinante sarà la più alta di quelle low.

  • Esempio:

    Giocatore A mostra .
    Giocatore B mostra 
Il giocatore B vince la parte low, perchè la sua carta più alta tra quelle low è il sette che è più basso dell'otto del giocatore A.

Se allo showdown la più alta carta low è la stessa, allora sarà la seconda carta più alta a decidere. Se anche questa dovrebbe essere uguale, sarà la terza quella decisiva, poi la quarta ed infine l'ultima la più bassa.

Se due giocatori hanno le stesse cinque low cards e in contemporanea la mano più bassa, la metà del piatto low sarà diviso in due parti, vale a dire che ognuno dei due riceverà un quarto dell'intero piatto.

Le scale e i flush non contano quando si determina la mano low, saranno semplicemente ignorate. Questa regola porta al fatto che un giocatore può vincere sia la mano high che anche la mano low, dunque l'intero piatto (in inglese: scoops the pot).

  • Esempio:
Un giocatore ha .

Questa mano viene chiamata in gergo „wheel“ (ruota) e rappresenta la migliore mano low possibile. Contemporaneamente rappresenta anche la più piccola scala e con questa si ha il diritto di poter ottenere la metà high del piatto, in caso che nessuno riesca a formare una mano più alta.


Non è raro che avvenga un "quater". Due giocatori sono heads-up allo showdown. Entrambi hanno la stessa mano low, tuttavia uno mostra una mano high più alta del suo avversario. In questo caso vince la metà del piatto high e divide con l'altro l'altra metà del piatto low. Il giocatore con la miglior mano high vince così 75% del piatto.

  • Esempio:

Il giocatore A mostra . Il suo high è un flush all'asso, il suo low è 7, 5, 3, 2, A.

Giocatore B mostra . Il suo high è una doppia coppia assi e sette, il suo low è altrettanto 7, 5, 3, 2, A.

Il giocatore A vince con questo esempio 75 % del piatto, perchè per la metà high il suo flush batte la doppia coppia del giocatore B e la metà low viene divisa data la parità del punto.


Una regola particolare entra in gioco quando si dividono i piatti con somme dispari. Un piatto viene diviso  fino ad una differenza pari al limite inferiore. A un limit game €10/€20  il piatto di €230 sarà diviso in due parti disuguali cioè €120 e €110. La parte più grande del piatto i €120 li riceve il giocatore con la mano high vincente.
Se in questo esempio inoltre i due giocatori si dividessero la metà low del piatto, al contrario dell'Omaha high/low, la metà low del piatto sarà divisa esattamente in due parti. Tutti e due i giocatori che hanno vinto la metà low del piatto otterranno così €55 a testa.

Come si può dedurre bene da questa ampia disertazione, le regole per le varianti high/low sono molto più complesse e complicate rispetto alle altri versioni del poker ed è indispensabile imparare le regole a memoria prima di tentare i  primi passi al gioco del Seven Card Stud high/low 8.

[navi]


 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.