PokerStars.it homepage
Cash Game: Startingh hands
(articolo tratto da The Player)

Cash Game - iniziamo dai microlimiti

Dopo aver parlato del CashGame in generale, voglio dare le linee Guida per una strategia base orientata particolarmente a chi arriva dai S&G.

Iniziamo col dire che i limiti bassi (o micro) del Cash Game, sono popolati da giocatori random che giocano per divertirsi e hanno quindi sesso l'indole del Gambler (scommettitori). Contro questo tipo di avversario, la cosa migliore è giocare un poker tight e solido. Loro spesso spenderanno chips seguendo progetti, a volte improbabili, e pagheranno volentieri con punti marginali. Iniziare da un gioco tight e solido è un ottimo metodo per garantirsi subito dei profitti riducendo la varianza al minimo. Quando si avrà preso confidenza con le strategie di base e si salirà di livello, sarà possibile applicare tecniche e strategie più avanzate.

Parliamo di strategia Big Stack, quindi di tavoli dove ci sediamo con stack di 100 volte il BB, il tavolo può essere 9-max o 6-max, nel caso dei 6-max, le posizioni UTG non esistono, la prima posizione è MP2.

Mani

Azione prima di te

UTG

MP

HJ(MP3)

CO

BU

SB

AA, KK, QQ

tutti foldano

Raise

uno o più call

Raise

un rilancio

3bet

un rilancio ed una 3bet

All-in diretto

Mani

Azione prima di te

UTG

MP

HJ (MP3)

CO

BU

SB

JJ, TT, 99

tutti foldano

Raise

uno o più call

Raise

un rilancio

Call

un rilancio ed una 3bet

Fold

Mani

Azione prima di te

UTG

MP

HJ (MP3)

CO

BU

SB

22-88

tutti foldano

Fold

Raise

uno o più call

Call

un rilancio

Call

un rilancio ed una 3bet

Fold

Mani

Azione prima di te

UTG

MP

HJ (MP3)

CO

BU

SB

AK

tutti foldano

Raise

uno o più call

Raise

un rilancio

3bet

un rilancio ed una 3bet

Fold

Mani

Azione prima di te

UTG

MP

HJ (MP3)

CO

BU

SB

AQ, AJs

tutti foldano

Raise

uno o più call

Raise

un rilancio

Call

Fold

3bet

un rilancio ed una 3bet

Fold

Mani

Azione prima di te

UTG

MP

HJ (MP3)

CO

BU

SB

AJ, AT

tutti foldano

Fold

Raise

uno o più call

Fold

Raise

un rilancio

Fold

un rilancio ed una 3bet

Fold

Mani

Azione prima di te

UTG

MP

HJ (MP3)

CO

BU

SB

ATs - A2s

tutti foldano

Fold

Raise

uno o più call

Call

un rilancio

Fold

un rilancio ed una 3bet

Fold

Mani

Azione prima di te

UTG

MP

HJ (MP3)

CO

BU

SB

KQ, KJs, KTs, QJs, QTs, JTs

tutti foldano

Fold

Raise

uno o più call

Fold

Call

un rilancio

Fold

un rilancio ed una 3bet

Fold

Mani

Azione prima di te

UTG

MP

HJ (MP3)

CO

BU

SB

KJo, KTo, QJo, QTo, JTo

tutti foldano

Fold

Raise

uno o più call

Fold

un rilancio

Fold

un rilancio ed una 3bet

Fold

Mani

Azione prima di te

UTG

MP

HJ (MP3)

CO

BU

SB

TJs,89s,78s,67s,45s

tutti foldano

Fold

Raise

uno o più call

Fold

Call

un rilancio

Fold

un rilancio ed una 3bet

Fold



Questa tabella è molto intuitiva. In funzione della mano cha abbiamo e dall'azione che avvenuta prima di noi, ogni posizione ha un'azione corrispondente. Se per esempio abbiamo AK sul C.O. e prima di noi c'è stato un rilancio ed un controrilancio (3bet), dobbiamo foldare la nostra mano. Questa è solo una prima tabella riassuntiva che serve per avere uno schema con le linee guida principali. La strategia è pensata per i giocatori alle prime armi col Cash Game. per tutelarli dal prendere decisioni troppo difficili e marginali e quindi per limitare anche la varianza. Nonostante la tabella sia da seguire alla lettera per i primi tempi, vale la pena approfondire alcuni aspetti. Analizziamo quindi riga per riga quello che la tabella ci indica e facciamo alcune considerazioni:

 

AA, KK, QQ:

con queste mani siamo sempre pronti a giocarci tutto lo stack. Rilanciamo e controrilanciamo liberamente, da qualsiasi posizione. Se c'è stato un raise ed una 3bet prima di noi, andare all-in è la cosa migliore perchè riceviamo spesso call da un range di mani che noi possiamo battere facilmente. Spesso vi faranno call con coppie medie, Ax o anche peggio. il vantaggio nell'andare all-in pre-flop è che possiamo estrarre il massimo valore da queste mani senza dover prendere decisioni difficili nel post-flop, inoltre la mossa all-in viene vista come debole rispetto ad un ulteriore rilancio (4bet)

JJ, TT, 99:

queste mani sono meno forti del primo gruppo ma sono comunque abbastanza potenti per aprire le danze da qualsisi posizione. Se prima di noi c'è gia stato un rilancio, tendiamo a giocare la mano cercando di fare un set al flop. Se non facciamo set, giocheremo la mano in modo passivo. Un'eccezione a questa regola si può avere con coppia di J quando il primo rilancio arriva da una posizione finale (MP3, C.O., BU). In quest'ultimo caso è profittevole rilanciare ulteriormente (3bet) e giocare la mano per valore aggredendo anche il flop.

22-88:

con le coppie medie tendiamo a giocare sempre per set salvo i casi in cui c'è la possibilità di aggredire il piatto da posizione finale. MP2 e MP1 sono posizioni un po' più critiche, da queste posizioni possiamo anche foldare direttamente le coppie più piccole (o giocarle per set se il tavolo ci sembra molto passivo, facendo quindi call). Le coppie da 77 in su sono abbastanza forti per aprire sempre. Aprire con le altre coppie non è un errore, semplicemente è una giocata più marginale. Quando apriamo con coppia medio-bassa, il primo obiettivo è prendere i bui. Il piano B è ricevere un solo call e poter aggredire il flop con una C-bet. Ricevere più di un call ci costringerebbe a giocare la mano in modo passivo post flop. Le coppie media hanno tuttavia più possibilità di centrare il flop con progetti o a volte di essere overpair su flop bassi, dandoci la possibilità di giocare bene anche contro due o tre avversari. Ecco perchè da MP1 e MP2 possiamo rilanciare le coppie più alte e passare quelle più basse che sono impossibili da giocare post flop i piatti multiway.

AK:

AK è una mano problematica, a differenza delle coppie, non rappresenta un punto chiuso, ma una volta su tre hitta il flop e ci regala top Pair con Top Kicker. Questo suo potenziale la rende spesso una mano rogetto, tuttavia gioca molto bene anche in situazioni di all-in pre-flop. Se non ci sono rilanci prima di noi e se c'è un solo raise, possiamo tranquillamente spingere rilanciando ulteriormente. Il roblema è quando ci troviamo ad affrontare una raise ed una 3bet. Se il primo raise è di 3BB e la 3bet è di 9BB, un ulteriore rilancio sarebe di 25BB minimo. Se ricevessimo un call, potremmo fare poi una cbet e dover foldare se abbiamo mancato il flop e l'avversario non cede. la cbet sarebbe di 30-35BB minimo. Come vedete, con stack di 100BB, giochiamo più di metà stack e poi abbandoniamo la mano senza showdown. L'imprevedibilità dei giocatori ai limiti bassi fa si che questa linea sia di difficile gestione e molto soggetta a varianza. Per questa ragione consiglio di giocare AK pushando direttamente o foldando la mano. Il fold è la linea standard, quela più sicura, tuttavia la posizione dei rilanci è fondamentale per capire i loro range. Se affrontiamo un raise da UTG e una 3bet da UTG+2, è abbastanza facile assegnare agli avversari rane stretti e foldare AK. Se invece il rilancio arriva da MP3 e la 3bet dal bottone, con AK è sicuramente profittevole spingere i resti visto che i loro range sono ampi.

AQ, AJs:

Queste due mani sono sicuramente abbastanza forti er aprire il gioco, tuttavia si comportano meno bene rispetto ad AK nei piatti rilanciati. Occorre giocare con prudenza pot controllando il piatto per evitare di over-playre una mano marginale. Se c'è un rilancio facciamo quindi call solo dale posizioni finali. Se il rilancio arriva da UTG o UTG+1, possiamo anche foldare direttamente queste mani in quanto sarebbe un cal molto marginale. Se invece siamo di SB, possiamo foldare quando il rilanzio arriva da posizione molto iniziale, tendo a 3bettare se il rilancio arriva da posizione intermedia o finale. La 3bet ci consente di capire subito come siamo messi nella mano e ci dà in vantaggio di trasformare noi negli aggressori. Il call da SB ci costringerebbe invece a giocare la mano fuori posizione e quindi ci metterebbe più in difficoltà

AJ, AT:

Queste mani sono talmente marginali da essere buone solo per rilanciare il piatto quando nessuno lo ha gia fatto e siamo in late position. Se c'è gia stato un raise prima di noi, meglio foldare di corsa indipendentemente dalla nostra posizione

ATs - A2s:

Axs è una mano interessante perchè può formare un colore nuts e farci vincere molte chips. Con queste mani possiamo aprire i piatti da first in, oppure fare call se il piatto è gia stato aperto con uno o più limp. Non è conveniente giocare piatti rilanciati perchè un asso sul flop potrebbe costarci caro e anche perchè le implied odds che riceveremmo sono molto più basse rispetto ai piatti non rilanciati. A differenze delle coppie, Axs può floppare dei progetti e quindi è importante avere spazio di manovra post flop. Il nostro progetto spesso gode anche di una o due overcards al board aumentando il numero di out.

KQ, KJs, KTs, QJs, QTs, JTs:

Le Broadway suited e KQo sono mani abbastanza forti per aprire un piatto da posizione finale o per fare call se il piatto è stato aperto con dei limp. Eviterei di giocarle dopo un raise perchè sono spesso dominate, il loro potenziale di formare draw e combo draw è molto alto, ma ricordiamoci che all'inizio vogliamo evitare situazioni troppo complesse e marginali.

KJo, KTo, QJo, QTo, JTo:

Queste mani hanno molto meno potenziale rispetto alle loro sorelline suited, tuttavia sono ancora abbastanza forti per aprire il gioco da CO, BU e SB.

TJs, 89s, 78s, 67s, 45s:

I suited connetcors possono essere usati per aprire il piatto e mischiare un minimo il nostro gioco, ma possono anche essere usati per fare call dopo uno o più limp e giocare la mano er il suo valore speculativo al pari delle broadway suited. In piatti rilanciato li foldiamo senza troppi complimenti.

Fino ad ora abbiamo visto che mossa fare a seconda della "combinazione carte-posizione-mosse aversari prima di noi", ora parliamo di quanto rilanciare. Un rilancio standard per i microlimiti (o comunque per i field con livello di gioco basso) è 3 volte il grande buio. A questa cifra dobbiamo aggiungere almeno 1BB per ogni giocatore che ha limpato prima di noi. Se il BB è 0.20€ e abbiamo AK sul bottone, prima di noi limpano due giocatori, il rilancio standard sarà 5 volte il grande buio (3+2limper) e quindi 1.00€.

Se prima di noi c'è stato un rilancio e dobbiamo 3bettare, il size standard del re-raise sarà di 3 volte il rilancio iniziale. Se per esempio siamo sul bottone e abbiamo AA, C.O. apre rilanciando 0.60€, noi 3bettiamo a 1.80€. Se il rilancio iniziale dovesse essere molto basso (due volte il BB per esempio), possiamo aumentare il size dala 3bet a 3,5X in modo da generare abbastanza Fold Equity sui giocatori dopo di noi e da tagliare un minimo le implied odds all'original raiser. Il miniraise infatti è tipico di chi vuole "comprare" un flop economico e quindi tagliare le implied odds a mani speculative è di certo una buona idea.

Se abbiamo aperto il piatto e subiamo un raise, continuiamo a rilanciare con le coppie alte (QQ+), Con tutte le altre mani foldiamo. Per quanto difficile possa sembrare foldare AK o JJ, è necessario farlo per evitare di infilarsi in situazioni molto marginali e difficili da gestire. Col crescere delle nostre abilità di lettura, sicuramente miglioreremo il nostro modo di affrontare le 3bet avversarie, all'inizio è meglio andare sul sicuro. Un eccezione a questa regola è costituita dalle coppie medio-basse, se abbiamo posizione sul nostro avversario e chiudiamo l'azione, possiamo fare call ad una 3bet e giocare le coppie per set value, a condizione che l'investimento richiesto non sia più alto di 1/16 dello stack effettivo. Giocare per set value significa che se facciamo set al flop siamo disposti a mettere tutte le chips al centro, se non settiamo abbiamo finito di mettere chips al centro, anche se il flop dovesse essere basso e noi avessimo un'overpair.

Se abbiamo 3bettato un piatto e subiamo un ulteriore raise, andiamo all in con QQ, KK e AA, foldiamo tutto il resto. In questo caso non è mai possibile giocare per set value nei tavoli standard dove lo stack è di 100BB.

Bene, queste sono le prime semplici indicazioni per affrontare i tavoli Cash, ricordo ancora una volta che questa strategia vuole tutelare gli utenti meno esperti dalle situazioni marginali, abbassando la varianza. Col crescere dell'esperienza si potranno giocare molte più mani e in modo molto diverso anche in funzione del tipo di avversario.

Buon Poker a tutti

Il Druido - Salsa-vb



X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.