PokerStars.it homepage
Chi è Ost The Best? Roberto ci racconta la sua storia
Per la serie 'Momenti di Gloria' oggi pubblichiamo la storia di uno degli utenti più conosciuti della nostra community Ost The Best! Condividi qui anche tu il tuo momento di gloria o la tua adesione per un'intervista'.

Mi chiamo Roberto, sono nato e vivo a Bologna; pensionato da qualche anno, dopo una vita lavorativa ad occuparmi di impianti e soprattutto quadri elettrici; ma restando in tema "non ho ancora staccato la spina", poiché ho la partita IVA e continuo a svolgere il lavoro che ho sempre fatto, comodamente da casa e in piena autonomia, con il mio PC e Internet, dove nel caso trovo tutte le info di cui ho bisogno.

Ho iniziato a giocare a poker "on-line" nel lontano 2007, quando mio figlio scaricò il software di Pokerstars e subito rinacque l'amore per questa disciplina o passatempo che dir si voglia. Si, rinacque, perché quand'ero giovane (che brutta frase) giocavo con gli amici al 5 Card all'italiana, dove si toglievano dal mazzo le carte basse, ad esempio dai 2 ai 6, in base al numero di giocatori seduti al tavolo.
All'epoca non esisteva ancora il .it e si giocava sul .com. Ricordo che però c'era la IPL (Italian Poker League) un torneo con classifica mensile dove a fine mesi venivano premiati i migliori, e così ho creato il mio bankroll.
Dopo qualche anno, mi pare nel 2009, con l'avvento del .it ho conosciuto IntelliPoker grazie a Paolee.it (la carissima Paola che è stata pure una commentatrice delle dirette di Intelli) e qui ho scoperto una infinità di articoli, notizie, strategie. tutte cose che mi hanno fatto capire che per avere successo nel "giochino" non basta la fortuna, ma è necessario seguire alcune regole basilari che, nel lungo termine, influenzano positivamente i tuoi risultati.

Dopo oltre 10 anni di poker mi ritengo un player abbastanza chiuso e conservativo, non ho una mia strategia particolare, se non quella di evitare giocate "fantasiose" ad inizio torneo, ma sono pure consapevole che prima o poi è necessario accumulare chips per evitare di arrivare "short" quando si avvicina la zona premi. Da quanto appena scritto, pare evidente che il mio gioco preferito sono gli MTT. Mi piacevano tantissimo i Sit&Go, ma purtroppo con l'avvento del cash che ha portato via tanti giocatori a questa specialità, sono stato costretto un po' ad abbandonarli. Non gioco cash, ovviamente quando arrivò ho provato un paio di mesi, ma poi l'ho abbandonato.
Il gioco preferito e quello dove mi trovo più a mio agio naturalmente è il NLHE, tavolo da 9 giocatori o in alternativa da 6. Ma nel tempo mi sono appassionato (ovviamente studiandole) a quasi tutte le varianti, e quindi mi piace giocare tornei di Omaha Hi/Lo, Stud, Stud Hi/Lo (Razz molto meno) e di conseguenza HORSE e 8 Game.

Per me il poker è ed è sempre stato un gioco, un passatempo serale, e quindi non ho mai avuto l'ambizione di salire di livello per poi cercare grosse vincite. E dunque i migliori risultati li ho ottenuti nei tornei della PokerSchool: ho vinto una lega Varianti nel gennaio 2015, e una lega A NLHE nel settembre 2017; anche una lega B di Razz ma questa non figura nell'albo d'oro, peccato, sarebbe stato il "triplete". Ho vinto una Community Battle con la "Magia Stellare, e pure una edizione del "Member of the Month". E pure l'evento 19 delle IntelliSeries of Poker del 2015. Però mi piace ricordare come ho creato il mio bankroll, giocando spesso il torneo di 8 Game da 1€ che iniziava alle 21.10 tutte le sere, fino a 6/7 anni fa; ne ho vinti parecchi, e avevo un R.O.I. stratosferico; ma a quei tempi non tutti sapevano giocare correttamente le 8 varianti del gioco.
Le uniche esperienze di Poker dal vivo sono i tornei giocati ai raduni IntelliPoker, ma la cosa bella di questi eventi non erano i tornei, bensì i due giorni passati con le persone che prima conoscevo solo "virtualmente" ai tavoli dietro al monitor, ma vi assicuro che la stragrande maggioranza sono eccezionali.

Oltre al poker, ho come tutti i miei Hobby: soprattutto lo sport, al primo posto il calcio, sono tifoso della squadra della mia città, il Bologna; a seguire basket (Virtus Bologna), Formula 1 (Ferrari), moto (Valentino Rossi), tennis. Amo tantissimo la musica, al primo posto e irraggiungibili i Pink Floyd con un chitarrista, David Gilmour, a mio parere fenomenale; ma pure Genesis, U2, Eagles, e in generale i gruppi degli anni '70. Non leggo tantissimo e solo libri gialli o thriller. Amo tantissimo gli animali, nel mio avatar c'è sempre la gattina nera (ora è una gattona) che abbiamo trovato abbandonata e portato a casa dalla Croazia, abbiamo anche un'altra gatta, e da poco più di un anno è arrivato pure un cane, un meticcio Labrador (Sophie) che ci ha cambiato la vita.

Ritornando al poker, dopo oltre 10 anni di gioco (chissà quanti milioni di mani avrò giocato?) provo a dare qualche consiglio a chi si approccia solo adesso al tavolo verde. Per prima cosa è importantissimo lo studio, il documentarsi su cosa è meglio fare in ogni determinata situazione. Le size delle puntate (aperture, rilanci,.) non vanno fatte a caso ma vi sono precise regole matematiche. E' pure fondamentale una revisione delle mani giocate per rendersi conto di eventuali errori commessi. E' pure fondamentale conoscere il gioco degli avversari che trovi al tavolo, ricordare come aveva giocato e che carte aveva una determinata vecchia mano.
Ricordate questo, quando decidete di giocarvi un torneo con carte non top range. ah, non posso aspettare che mi arrivino buone carte. ma se esco dal torneo non mi arriveranno più, sicuramente!

 
Condividi i tuoi successi

Fai i complimenti a Ost The Best scrivendo nei commenti qui sotto.

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.