PokerStars.it homepage
Come comportarsi quando si attraversa un downswing (pt 1)
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Recentemente, ho attraversato un downswing di quelli che ti distrugge il bankroll e la confidenza, uno di quelli di cui avevo solo sentito parlare. Le seguenti, sono alcune delle lezioni che ho avuto modo di imparare dalla mia (sfortunata) esperienza.
 
Non sopravvalutare la nostra edge nel breve periodo
Mi siedo spesso ai tavoli NLHE 100$ e vedo miniraise, mini reraise, 4 caller al flop ed inizio a contare i miei soldi. Questo è un grosso errore. La verità è che possiamo stare seduti ad un tavolo full fish per 5 ore e perdere ogni sera. Una volta che si accetta il fatto che, nonostante possiamo essere uno dei migliori giocatori al tavolo, possiamo comunque perdere contro il fish di turno, diventa più facile accettare la varianza. Molte persone sembrano credere che, se giocano un poker solido, è un loro sacrosanto diritto quello di vincere alla fine della sessione. Quando queste persone runnano male, la loro arroganza e la completa mancanza di rispetto verso gli altri giocatori rende molto difficile per loro avere a che fare con la perdita. Non sto dicendo che non dovete essere confident, sto solo dicendo che dobbiamo imparare ad accettare il fatto che possiamo anche perdere contro un giocatore pessimo, anche ogni giorno.
 
Non "chiamare" le carte
Una delle maggiori attrazioni di questo gioco è l'adrenalina proveniente dal gambling. Molte persone amano la sensazione che provano quando mettono tutto il loro stack in mezzo al piatto con un draw, e coprono lo schermo per guardare le due carte, come se le sbillicassero, sperando che scenda la carta di quadri che stanno aspettando. Per quanto difficile, consiglierei a chiunque di evitare queste cose. Il vero grinder gioca ogni mano con totale indifferenza emotiva, e cerca di concentrarsi sul prendere la decisione +EV ogni singola volta, evitando di essere coinvolto emotivamente. Ovviamente, una volta presa una decisione, il risultato finale è totalmente fuori dal nostro controllo, ma nonostante possa sembrare ovvio vedo moltepersone infuriarsi quando non hittano il loro draw da 17 outs o quando l'avversario chiama il loro grosso river bluff con bottom pair. Il poker può essere molto frustrante, e meno lasciamo che le nostre emozioni influiscano sulle nostre decisioni, più sarà facile affrontare una bad run. Per concludere, credo che le persone che amano il brivido del gambling tendano a prendere decisioni basate più sul loro desiderio di provare questa emozione piuttosto che cercare di prendere quelle che (anche secondo loro) sono +EV nel lungo periodo.
 
Non scrivere in chat o "inseguire" alcuni avversari
Nulla mi fa tiltare di più che leggere in chat il fish che mi ha sculato al river, o ricevere un suo "coaching", spesso abbastanza ridicolo, perché ho messo tutto il mio stack al flop con il mio draw da 15+ outs. Per questo motivo, cerco sempre di evitare la chat ai miei tavoli. Ovviamente, dovremmo leggere la chat perché possiamo ottenere moltissime informazioni sui thinking process degli avversari. Ma stiamo attenti a non rimanere coinvolti in "guerre di insulti" con gli avversari al nostro tavolo, non ne può venire nulla di buono. E questo è ancor più vero se multitabliamo. Mentre stiamo scrivendo ad un tavolo, ci perdiamo l'azione e le informazioni agli altri.
Non giochiamo "contro un avversario", perché ciò significherebbe cambiare il nostro stile di gioco. Ed ogni volta che giochiamo in maniera diversa da come facciamo di solito, è molto probabile che non giochiamo in modo ottimale. Quando iniziamo a provare a riprenderci i soldi da un fish, spesso finiamo con il regalare altri soldi al suddetto fish. Inoltre, non scriviamo al fish che ha sbagliato. So che è difficile ma nel lungo periodo, esporre al fish le proprie leak, si può solo tradurre in un minor guadagno.
 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

 
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.