PokerStars.it homepage
Come evitare le decisioni difficili | Seconda parte
Clicca qui per la prima parte

Nella prima parte dell'articolo abbiamo visto un esempio, che andiamo adesso a spiegare. Decidiamo di entrare in gioco con delle connectors offsuited marginali, floppiamo un trips ed utilizziamo una linea non convenzionale postflop, per cercare di estrarre il massimo valore dai nostri due avversari. La linea che ho scelto al flop è stata quella passiva, e l'ho tenuta fino al turn, quando l'avversario LAG è uscito puntando. Ho rilanciato, l'altro avversario folda ed il giocatore LAG decide di andarmi sopra. Adesso, mi trovo a dover prendere una decisione difficile.

Ho la mano migliore? Il mio avversario LAG sta sopravvalutando una mano ancor più marginale? Nonostante si tratti di un avversario LAG, è un buon giocatore, che non "rischia" piatti grossi senza una buona mano. Questa situazione mi ha confuso, ed ero assolutamente insicuro di quale fosse la scelta corretta da fare.

Il problema è che ho avuto una condotta errata al flop. La mia intenzione era quella di estrarre il massimo valore dai miei avversari, ma non ho tenuto in considerazione che la mano marginale avrebbe potuto essere la mia. La linea corretta al flop sarebbe stata quella di uscire puntando, o almeno quella di check/raisare. Se avessi giocato così, il resto della mano si sarebbe svolta diversamente. Nelle street successive la mia decisione sarebbe stata più semplice, anziché dovermi trovare a fronteggiare una scelta così complessa. Per come è andata, la mia decisione al turn si è rivelata difficile a causa di una giocata errata al flop.


Succede molto spesso: ogni volta che mi trovo ad affrontare una decisione difficile nelle ultime street è perché ho giocato male nelle street precedenti. In poche parole, dobbiamo prendere una scelta difficile perché non abbiamo abbastanza informazioni. È vero, ci saranno comunque mani con le quali ci troveremo in situazioni difficili anche se le dovessimo giocare in maniera perfetta; tuttavia, avremo a disposizione un maggior numero di informazioni per affrontare la situazione. Si tratta dei cooler: indipendentemente da quanto bene possiamo giocare determinate mani, nel poker ci saranno sempre alcuni spot in cui le cose non andranno come abbiamo pianificato, e questo accade perché giochiamo contro un range di mani, non contro una sola mano.

Le mani di cui ho parlato in questo articolo, però, non sono queste: sono quelle mani in cui dobbiamo prendere una decisione difficile a causa di un nostro errore e che ci portano a pensare: "Non so cosa fare, e non ho idea di come capire cosa potrei fare". Sono queste le mani che dobbiamo tenere in considerazione quando studiamo. Cerchiamo di capire perché ci siamo ritrovati in uno spot difficile, e cerchiamo di capire come evitare che capiti nuovamente in futuro.

Ti sei mai trovato in situazioni difficili a causa di un gioco errato nelle street precedenti? Raccontalo nei commenti qui sotto.
Torna alla parte 1

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.