PokerStars.it homepage
Come hai iniziato a giocare a Poker?
In merito allo speciale domandone della settimana 'Come hai iniziato a giocare a Poker' a cui puoi rispondere qui, abbiamo fatto la stessa domanda ai componenti del Team della PokerStars School, ecco le loro risposte.

Nome: Paolo Sgammini (fermana)
Ruolo nella scuola: Community Coordinator

Ho cominciato per caso nel lontano 2003 quando ero ancora uno studente di matematica all'università di Perugia. A quei tempi frequentavo anche gli ambienti 'Erasmus' e una sera mi ritrovai a casa di un mio amico americano che voleva insegnarmi a tutti i costi un nuovo gioco di carte. Ricordo ancora che al tavolo eravamo io, il ragazzo americano, un inglese e un norvegese (non è una barzelletta). Rimasi subito incantato dal giochino pronunciando anche la tipica frase "è tipo teresina". Comunque, al termine uscendo da quella casa mi confidai con il mio amico inglese sussurrando "ci lavorerò con questo gioco". Il giorno dopo ho subito aperto il mio account PokerStars, ed eccomi qui dal 2008 in veste di amministratore di IntelliPoker e della PokerStars School con varie apparizioni in qualità di responsabile del PokerStars Blog, media coordinator agli eventi dal vivo e una volta anche commentatore EPT (a Berlino diversi anni fa).

Nome: Nicola Pagano (Spritz2004)
Ruolo nella scuola: Moderatore

Il mio incontro "ufficiale" con il poker è avvenuto nel 2004. Prima di allora ero un appassionato di backgammon e partecipavo, insieme a mio papà (Claudio) e mio fratello (Luca), a tornei internazionali. Un giorno loro vengono da me e mi dicono: metti giù i dati che ti spieghiamo un giochino nuovo con due carte… Destino segnato! Ho iniziato con il Fixed Limit (cash game, una specialità di Luca in quel periodo), poi ho scoperto il NL e gli mtt. Tutto quasi esclusivamente online. Il live in realtà l'ho scoperto più tardi (nel 2008), ma come addetto ai lavori nell'organizzazione di eventi e poi nella comunicazione. Ho giocato un unico mtt live ufficiale, a Portorose, dove ho chiuso 5°. Ho subito pensato di smettere per non interrompere la… serie positiva. Non mi reputo particolarmente abile nel gioco, motivo per cui meglio lavorare! La passione per il gioco, però, mi è rimasta e ogni tanto mi diverto ancora giocando con gli amici, e alternando qualche tiro di dadi!

Nome: Mario De Luca (mariobrega7I)
Ruolo nella scuola: Moderatore

Ho cominciato per caso, un amico giocava su facebook e mi invitò a giocare. Per un paio d´anni ho giocato solo lì e in qualche sito dove avevo aperto l´account principalmente per scommesse sportive.
Poi un incontro casuale in un bar con uno dei due regular che vivono nel mio stesso (piccolo) paese, e con cui ogni tanto parlavo senza convinzione di poker: "Ah Mario, sai, Andrea e' arrivato al final table dell´IPT, oggi lo trasmettono in streaming se vuoi vederlo". Mi misi a vedere questo final table, il commento delle mani mi fece capire che probabilmente il gioco era più complesso ed interessante di quanto pensassi, e da allora questo gioco è passato dall´essere un raro passatempo ad un hobby giornaliero.

Nome: Costantino Milanese (crokka86)
Ruolo nella scuola: Allenatore di Poker

Imparai a giocare a poker all'italiana molto presto con mio padre, e ho proseguito con gli amici fino all'avvento del texas hold'em. Online inizio a giocare partendo dai 3 euro regalati da Intellipoker.it sulla poker room Pokerstars.it. Inizio a giocare Sit 9 max ed Heads Up, e poi mi dedico principalmente agli MTT e ai tornei satellite, alla ricerca del torneo e della vittoria che possa dare una "svolta" alla mia passione per il poker! A partire dal Giugno 2012, inizio la scalata allo status di supernova con la promozione Stellar Explosion di pokerstars.it. Guidato dal team pro Actaru5, studio e inizio a giocare il cash game, partendo dal NL10, e da 1000 euro di Bankroll riesco nell'impresa. Attualmente gioco il NL50 e questo gioco mi appassiona come sempre!

Nome: Dario Del Gobbo (Ghebbe)
Ruolo nella scuola: Allenatore di Poker

Era la fine del 2008 imperversavano in tv le primissime trasmissioni di poker. Le carte mi hanno sempre incuriosito tanto e quel Luca Pagano in tv voleva per forza spiegarmi che non ci voleva fortuna in quel "Texas Hold'em", almeno nel lungo periodo. Non ci potevano essere parole più sibilline per un "matematico-logico" come me. Giocai 2 o 3 mesi a soldi finti in qualche sito sperduto, poi pensai che fosse ora di aprire il conto sulla room più affascinante del momento, Pokerstars. Se non erro era l'inizio del 2009. Ci misi € 20 e dopo pochi minuti ne avevo  30, mi sentivo un veterano capace di tutto. Salii di livello, all'epoca si giocavano essenzialmente MTT e Sit & Go. E persi tutto in una serata, maledicendo avversari e la sfortuna, ovviamente. Ricaricai di altre € 20 e stavolta mi durarono due giorni, maledicendo me stesso, finalmente. Non sono mai stato un compulsivo e decisi di ricaricare altri € 50 e che sarebbero state gli ultimi. Non avevo soldi da buttare né manie da assecondare, "o sei capace o smetti", pensai.
Mi misi a studiare il "bankroll management", la posizione, le size… Su Intellipoker trovavi tutto. Ebbene sì, io sono un vero e proprio "prodotto" della scuola di Pokerstars. Studio, condivisione, disponibilità e poca voglia di dormire. Con queste basi ci si può divertire, come a distanza di oltre 10 anni sto ancora facendo io!
 
Rispondi al domandone della settimana
 
Come hai iniziato a giocare a Poker? Scrivilo nei commenti qui sotto!
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.