PokerStars.it homepage
Concetto 4/5: value bet
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Con questo articolo torniamo indietro alla più tradizionale delle basi del poker: la value bet. Abbiamo fatto molti viaggi, ed abbiamo mandato molte persone a "valuetown"; abbiamo sicuramente letto anche molti articoli. Ma un altro ancora non può che far bene.

Cosa è una value bet?
La value bet è la pratica di puntare con una buona mano per cercare di estrarre valore dal nostro avversario – più semplicisticamente, per fare soldi. Aggiungendo la matematica, sono abbastanza sicuro di poter dire che la value bet può essere espressa dalla funzione f(b) = w (b), dove w = probabilità in % che la nostra mano sia la migliore, e b = size della nostra bet. Tuttavia, il calcolo non potrà essere immediato, e comunque sarà difficile avere un risultato che non sia approssimativo – se calcoliamo male la % di volte che vinciamo.
 
Perché valuebettare?
L'obiettivo del gioco è quello di vincere soldi, no?
 
Quando valuebettare?
Quando pensiamo di avere la mano migliore, o comunque che valuebettare in quel momento sia +EV. Quindi, se pensate che il vostro TT sia la mano migliore su board TTJAQ (e se non lo pensate, vi consigliamo vivamente di cambiare gioco), dovremo puntare per valore. Si può estrarre valore in molti modi, ma il più semplice ed efficiente è sicuramente la value bet.
 
Cosa è una "thin value bet"?
Ci saranno spot dove una bet non avrà aspettative così alte. Spot dove a volte dovremo checkare ed a volte puntare. Dipende molto dall'avversario che abbiamo di fronte. In questo caso, quando puntiamo, si dice che stiamo effettuando una "thin value bet", ovvero puntiamo con una mano che non ha un valore così forte, ma ha comunque decenti possibilità di essere la migliore.
 
I problemi più grandi delle value bet
Generalmente, i problemi più grossi quando valuebettiamo li avremo nelle ultime streets – al turn e, soprattutto, al river. In queste strade le bet sono generalmente più grandi, per questo hanno un'importanza maggiore. Bisogna studiare molto e acquisire esperienza, oltre che delle buone read, per riuscire a capire se possiamo effettuare un'altra value bet al river.
 
Esempio
NL50, 6 giocatori
L'avversario è un 34/12 e, nonostante non abbiamo un campione abbastanza grande di mani, non sembra essere un buon giocatore.
 
UTG: 45.55€
UTG+1: 20.87€
Hero: 65.50€
BTN: 15.50€
SB: 47.75€
BB: 35.85€
 
Preflop: Hero è CO con
UTG call, 1 fold, Hero raise a 2.50€, 2 fold, BB call, 1 fold
 
Flop (5.75€): (2 giocatori)
BB check, Hero bet 4€, BB call
 
Turn (13.75€): (2 giocatori)
BB check, Hero bet 10€, BB call
 
River (33.75€): (2 giocatori)
BB check, Hero bet 20€, BB call
 
Piatto finale: 73.75
Hero mostra (coppia d'A, J kicker) e vince
BB mucka (coppia d'A, T kicker)
 
E' vero, non abbiamo tantissime informazioni sul nostro avversario, ma con una mano del genere penso di essere molto avanti al suo range. Ricordiamo che ai limiti più bassi, moltissimi giocatori sono felicissimi quando vedono il loro A accoppiato sul board, e quando ci accorgiamo di questa cosa dobbiamo immediatamente prendere nota per sfruttarlo al massimo anche nelle prossime occasioni: è assicurato che riusciremo a vincergli moltissimi soldi! 
 
Tratto dal forum twoplustwo 
 
Tradotto da Marcellus88
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.