PokerStars.it homepage
Cos'è una Overbet e quando farla. Esempio di Sn4keCT
L'overbet è una puntata d'entità superiore al piatto e non deve necessariamente integrata nel proprio gioco, ma possono esserci dei casi nei quali voler overbettare. Queste overbet non sono fatte in bluff o per valore, se sono fatte sono fatte sia in bluff che per valore, quello che cambia è la frequenza, perché se arrivassero con la stesse frequenza l'oppo potrebbe sempre callare dato che prenderebbe sempre tanti bluff (e nessuna size può mai impedire il call a chi crede di stare almeno al 50%).

Ho costruito un paio di range di un cash HU super deep con parecchie centinaia di big blind. Nel range il giocatore 1 è fuori posizione e 3-betta il BTN che risponde con una 4-bet, a quel punto il giocatore 1 chiama. I range sono ben bilanciati, entrambi i giocati han dei monster ma il giocatore 2 ne ha di più per il semplice fatto che il giocatore 1 pur tenendo un 50% di AA ed un 20% di KK-QQ ed altre combo forti senza coppie non ne ha mai troppi non avendo 5-bettato. Entrambi i giocatori hanno anche delle combo suited abbastanza trash e questo è molto importante quando si è super deep o non si avrebbero coperture sui board bassi. Entrambi han tantissime combo pesate (perché non 3-bettano e 4-bettano sempre), ma non mi dilungherò su come sono pesate. Se qualcuno è interessato lo specificherò, sappiate che più scolorite sono le combo meno frequenti sono.

L'intenzione non era di costruire range precisissimi ed ottimi, ma dei range che servissero a mostrare chi può overbettare e quando è il caso di farlo. Per questo ho messo tutto su un solver ed ho impostato size al 33%, 66% e 150% flop e turn e 33%, 66% e 200% al river. Ho creato due scenari dopo il flop K87 rainbow. Nel primo scenario il turn è un 2 ed un river un 2 (i 2 sono dei blank, nessuno li ha nei range, ma il primo 2 apre una possibile flush draw), nel secondo invece esce una J al turn che apre una potenziale flush draw.

Mai nessuno su quel flop ha una overbet e chi è in posizione sceglie praticamente sempre la linea bet 33% o check. Quando betta il 33% sul 2 di cuori mai l'avversario ha una donk bet al turn, ma è a questo punto che il giocatore due in posizione overbetta quasi la metà del suo range. E come si vede dall'immagine qui sotto questo range è composto da mani di grandissimo valore come AA, KK, AK, ma anche da completi bluff come A5, A4, da parte degli AQ, AJ e delle coppie di 7 trasformate in bluff più qualche flush draw con altre combo. La scelta delle mani non è casuale, quelle che bluffano sono anche quelle che rimuovono più combinazioni di valore del giocatore 1 fuori posizione con mani come 74s che bloccano i set di 7, mani come AQ che bloccano AA, AK, KQ e così via.

Se invece lo spot fosse finito in check-check e fosse arrivato un altro 2 sarebbe il giocatore 1 a poter avere delle overbet in bluff, ma come si nota sono pochissime al river, qualche AA, qualche AK, alcuni bluff con ATs, A9s, A5s. Tutto sommato è una percentuale trascurabile.

Ma se il giocatore 1 checkasse allora il giocatore 2 potrebbe overbettare ma anche questa volta si vedrebbe che ci sono pochissime overbet e sono principalmente le poche combo di AA, AK che han giocato così e qualche AQ. In entrambi i casi abbiamo avuto poche overbet su check-check turn perché nessuno ha mostrato forza fino a quel momento e turn e river non han davvero modificato i range.

Nel caso invece in cui il turn non sia affatto un mezzo blank ma una J di cuori l'action sarebbe uguale al flop ma il giocatore 1 uscirebbe donk-overbettando quasi un 10% delle volte con combo come JJ, JTs, J9s, T9s, 65s, AT, A9s, AJo. Da notare che lo fa leggermente meno con le combo a cuori, preferendo spesso bet più basso o check-raise con queste. La combo di ATs che betta di più in assoluto è AT a picche, può sembrare controintuitivo ma è questa combo che ha maggior interesse al bluff, mentre AJ è in reatà un solo AJ che gioca così, cioè AsJd. Ma al di là della scelte delle combo la logica per la donk bet va ricercata nei range: il giocatore 2 ha un range più premium preflop, ma quella J aiuta più il range del giocatore 1 per le doppie, scale, set.

Se il giocatore 1 decidesse di checkare il giocatore 2 betterebbe quasi un 13% del range in overbet. Questo includerebbe combo di assoluto valore come KK, JJ, 88 ma anche JTs, AT, 99 più qualche altra combo di bluff. Da notare che mani come JTs non hanno una brutta equity ma non sono in vantaggio, quindi c'è nella bet una componente di bluff ma anche una componente di "protection".


Cosa ne pensi di questa analisi? Se hai domande o dubbi scrivile qui sotto.

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.