PokerStars.it homepage
Cosa conta, cosa no (pt 2)
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Nella prima parte dell'articolo abbiamo visto le prime due cose che "contano" per essere giocatori vincenti a poker. Oggi vedremo l'ultimo punto – ovviamente non sono le sole cose, ma senza dubbio si tratta di alcune tra le più importanti – ed i tre punti che sono sopravvalutati dai giocatori.

Non lasciate che gli errori dei fish diventino profittevoli. Dovreste giocare la maggior parte delle vostre mani contro giocatori veramente scarsi, utilizzando una buona selezione di tavoli e posti a sedere. Questi avversari faranno mosse davvero strane, ed dovete adottare le giuste contromisure contro di loro. Se non lo fate, trasformerete i loro errori in ottime giocate. Quando bluffate contro una calling station, avete reso un giocatore scarso migliore di voi. La maggior parte dei vostri avversari dei microlimiti avranno un VPIP molto alto perché sperano di essere fortunati al flop. Utilizzate a vostro vantaggio questa loro leak facendovi pagare le vostre buone mani. Ma state attenti a non rendere +EV le loro giocate pagandoli quando hittano la loro mano. Ad esempio:

Fish UTG raisa a 2BB con
Hero reraise a 12BB con
Foldano tutti, fish call

Flop:
Fish check, Hero bet pot, Fish va all-in, Hero call

Quando uno di questi avversari calling station gioca la sua mano aggressivamente, ha un buon punto, e voi avete commesso un errore ancor più grosso del loro.

 
 
Cosa non conta
Decisioni difficili. Se mentre state giocando una mano vi ritrovate in uno spot in cui avete molte difficoltà a capire quale sia la mossa corretta da effettuare, non preoccupatevi. Se la scelta è davvero così difficile, probabilmente l'EV delle scelte è la stessa. È vero, potreste perdere un grosso piatto perché in QUELLA mano il vostro avversario aveva effettivamente il punto, ma se si tiene in considerazione il RANGE di mani, la vostra giocata potrebbe essere break even, se non addirittura leggermente profittevole. Queste scelte difficili sono divertenti da analizzare in post sessione, perché sono spesso decisioni boarderline e complicate, ma il fatto è che incidono praticamente zero sulla vostra win rate. A volte, quando posterete la mano su un forum, potreste vedere qualche utente rispettato che è in disaccordo su quale sia la mossa migliore. Probabilmente ha ragione, ma la differenza di EV è talmente piccola che ai microlimiti non è sicuramente tanto importante.

Piccoli dettagli riguardanti il vostro gioco. Magari giocate con VPIP 15%, o 30%. Magari completate T7o da SB, o magari non lo fate. Forse re-raisate troppo preflop, o forse no. Nuovamente, queste sono scelte che incidono davvero poco nell'EV di un giocatore dei microlimiti, ed hanno un effetto quasi nullo sulla differenza tra l'essere un grosso vincitore e l'essere un vincitore marginale. Ciò che dovreste evitare sono le giocate con le quali non vi trovate a vostro agio. Non completate le mani dallo SB se pensate di non poter giocare al meglio postflop fuori posizione. È vero, forse foldare T9o da SB è una piccola leak, ma è talmente piccola ai livelli più bassi che non dovreste preoccuparvene più di tanto.

Situazioni marginali. Vi troverete spesso in moltissime situazioni marginali. Potete foldare in ognuna di queste situazioni, senza che la vostra win rate ne risenta eccessivamente. D'altro canto, in queste situazioni è molto semplice commettere grossi errori, e ciò potrebbe danneggiare la vostra win rate. Potremmo paragonare queste situazioni alle reverse implied odds. Non abbiate paura di sembrare dei "pappamolle" davanti agli altri. Il vostro obiettivo è vincere il più possibile, non apparire duri. Molte persone dei microlimiti hanno molto interesse ad apparirlo, e voi potrete approfittarne provando ad intrappolarli con le vostre mani più forti.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88




X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.