PokerStars.it homepage
Cosa possiamo imparare da Tom 'durrrr' Dwan
Tom 'durrrr' Dwan è uno dei giocatori più incredibili che il poker abbia mai conosciuto. Dwan ha dominato i cash game con gli stakes più alti del mondo sia online sia live contro avversari straordinari come Phil Ivey, Patrik Antonius e altri, ma soprattutto, l'ha fatto con stile. Prima di durrrr era raro vedere le gigantesche puntate al river, i pazzeschi bluff triple barrel o le minuscole puntate di valore che sono invece tanto comuni ora.

È ormai da qualche anno che Dwan non calca più le scene, ma i fan del poker amano ancora rivisitare i momenti classici della sua carriera, come questa classifica delle sue 5 mani migliori su PokerStars.tv:
 

Se siete giocatori low-stakes, potrete divertirvi a guardarlo giocare, ma da lui imparerete anche molto. Ecco alcune delle tattiche di Dwan che dovreste adottare la prossima volta che giocate su PokerStars.


Adeguate opportunamente le puntate

Una cosa in cui Dwan eccelle quando sta bluffando è capire quanta pressione esercitare sull'avversario in ogni momento per fargli passare la mano. È fin troppo facile adottare uno schema per cui puntate sempre la stessa somma al river quando state bluffando, indipendentemente dalla situazione. Per molti giocatori, si tratta del 50-75% del piatto. In genere è una tecnica che funziona bene, ma ci sono casi in cui è indubbiamente meglio non rispettare la norma.

Tom Dwan questo lo sa bene e lo sfrutta a suo vantaggio per fare suo un piatto dopo l'altro, anche quando non dovrebbe avere alcuna possibilità. Supponiamo che abbiate rilanciato al flop e al turn con un progetto che però non si realizza al river. Ora l'avversario fa check e siete abbastanza sicuri che abbia una mano decente (come una coppia alta o un buon kicker), ma non troppo forte. È molto probabile che decida di fare check al river nella speranza che stiate bluffando, per poi poter andare a vedere e vincere. Il problema è che una puntata standard del 75% del piatto verrà vista sicuramente e il suo piano funzionerà alla perfezione. A questo punto, giocando come Tom Dwan avreste due possibilità: fare check e arrendervi, o rilanciare con una puntata enorme che metta molta pressione sulla mano. Provate a puntare il 150% del piatto e, supponendo che l'avversario abbia davvero solo una coppia, lo costringerete a passare quasi ogni volta. È esattamente ciò che Dwan fa a Bob Safai nel filmato precedente e funziona alla grande.

Per una strategia ad alto rischio come questa ci sono ovviamente dei requisiti da rispettare. Bisogna essere in grado di decifrare bene la mano dell'avversario e sapere che è pronto a passare con una coppia alta. Se non è così, allora si tratta di un bluff troppo costoso da tentare.

Giocate velocemente

L'immagine di Tom Dwan al tavolo da poker è quella di un giocatore estremamente aggressivo che ama bluffare. Uno degli aspetti positivi principali di questa immagine è che quando ha davvero una mano valida, trova sempre il modo di vincere il massimo. Guardando i filmati, in particolare il piatto da oltre $500.000 contro Antonius e quello da $1.100.000 contro Ivey, vedrete che ogni volta che Dwan ha la mano migliore gioca molto velocemente, controrilanciando immediatamente e cercando di portare nel piatto più soldi che può.
In genere, questa è una tattica decisamente migliore dello slow play, soprattutto quando sia voi che il vostro avversario siete deep-stack. Rallentando il gioco, correte il rischio che al turn o al river arrivino delle carte che uccidano l'azione o permettano ad altri di battervi.

Per esempio, avete  e al flop arrivano . Per voi è un flop fantastico, con un colore alla donna che è quasi certamente la mano migliore. Se il vostro avversario inizia a mostrare molta forza, facendo una grossa puntata o rilanciando, allora dovreste cercare di andare subito all-in con tutte le vostre chips anziché rallentare. Potrebbe avere un tris o una doppia coppia: lui non passerà e voi intascherete tutto da veri campioni. Se però vi limitate a vedere e al turn esce una quarta carta di quadri, è improbabile che il vostro avversario faccia un'altra puntata e questo vi costerà un capitale. In secondo luogo, l'avversario potrebbe avere una mano come , che per il momento è inferiore, ma che ha una buona equity contro la vostra scala al flop. Con una mano come questa, l'avversario potrebbe essere pronto a rischiare, ma se entrambi vedete il turn, potrebbe mettere più soldi nel piatto solo se ha già la mano migliore.

A prima vista, le strategie avanzate rese famose da Tom Dwan possono sembrare fuori dalla portata del tipico giocatore di poker casual, ma quando si analizza ciò che fa per intascare enormi vincite e farsi temere al tavolo, è facile vedere che chiunque, voi compresi, può trarre ispirazione dalle sue tattiche di gioco.

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.