PokerStars.it homepage
Dieci previsioni per l'edizione 2014 delle World Series Of Poker tra braccialetti, italiani a Las Vegas e scommesse varie


Mancano appena 5 giorni dall'inizio del ricchissimo programma dei quasi 60 eventi delle World Series Of Poker. Abbiamo visto le quote delle scommesse uscite da diversi giorni, sono pronti già i draft di chi gioca il 'fanta-Wsop' in Italia e all'estero ma cerchiamo di fissare qualche predizione, qualche pronostico, forse più qualche auspicio e aspettativa per il grande spettacolo di poker cui presto assisteremo.

1. Phil Ivey e Daniel Negreanu vinceranno la loro scommessa sui braccialetti?
Ce la faranno i due super campioni a vincere contro chi scommetterà contro di loro almeno 5.000 dollari? La prop bet è chiara: se almeno uno dei due non vince un braccialetto la scommessa Phil e Daniel pagheranno tutte le scommesse contro di loro. Ma i campioni credono nelle loro possibilità anche se la probabilità indica chiaramente che ad andare 'rotti' ci vuole ben poco.

2. Un player italiano vincerà un evento fuori dal Rio
E' capitato spesso negli ultimi anni, che alcuni giocatori italiani riuscissero a primeggiare in eventi che si giocano al di fuori del Rio dove si tengono le Wsop. Al The Venetian, al Caesars, al Bellagio o in altri casinò prestigiosi, ci sono tantissimi tornei importanti come l'Extravaganza o altre series. E gli italiani frequentano questi circuiti con grande assiduità. E' quindi possibile che arrivi qualche ottimo premio proprio da questi eventi collaterali.

3. Un italiano vincerà un braccialetto?
L'anno scorso siamo stati a digiuno. Quest'anno le presenze dovrebbero essere discrete e sono stati tanti i successi in questi ultimi mesi che hanno dimostrato di poter lanciare gli italiani in vetta ad un campionato del mondo. L'impresa di Antonio Buonanno, la vincita del Wpt da parte di Andrea Dato e tante altre ottime performance lasciano intendere che le nostre qualità sono cresciute e sono in crescita. Il problema sono sempre i numeri e quei colpi che, alla fine, devono 'reggere' e la Dea bendata che deve darci una mano importante nonostante il poker sia un gioco d'abilità.

4. Jason Mercier non vincerà più di 100mila dollari
C'è il rischio che Jason Mercier non passi i 100mila dollari di vincite a fronte di sontuosi investimenti che, come ogni anno, il pro PokerStars farà. Potrebbe vincere alcuni buoni eventi come l'Omaha ma i premi possono essere molto più bassi rispetto ad altri braccialetti. Una predizione ripresa da un sito estero che punta anche sull'out prematuro al Big One For One Drop da 1 milione di dollari. Sarebbe un bel tilt per Jason.

5. Un italiano al Final Table Wsop
Dopo che è caduto il record di Bonavena che fino a qualche settimana fa era l'unico ad aver vinto un Ept con il trionfo di Antonio Buonanno, potrebbe essere battuto o eguagliato quello di Filippo Candio, unico italiano a raggiungere i november nine. L'anno scorso Castelluccio, Preite e altri andarono molto vicini al final table. Quest'anno potremmo farcela e sarebbe una buona spinta anche per il movimento italiano.

6. Ryan Riess eliminato al primo giorno del main event
Non sarebbe né il primo né l'ultimo ad uscire al day1 del main event nonostante l'anno prima si sia ritrovato al primo posto. Parliamo di Ryan Riess campione del mondo 2013 che potrebbe uscire subito dal torneo senza compiere un impossibile back to back. Non hanno brillato l'anno seguente tanti dei suoi predecessori. E' un titolo che si vince meritatamente ma è in assoluto il torneo più difficile al mondo e deve ancora nascere, almeno con questi numeri, quel player che riuscirà a fare un autentico miracolo.

7. Un tedesco vincerà il Big One
Sono tantissimi gli iscritti tedeschi al Big One For One Drop per un record difficilissimo da battere per una nazione europea: Fabian Quoss , Max Altergott , Tobias Reinkemeier , Igor Kurganov , Christoph Vogelsang , Niklas Heinecker e Philipp Gruissem sono gli iscritti. Potrebbero unirsi anche Schemion e Rettenmaier. Sugli attuali 33 iscritti le percentuali sono altissime. Una scommessa facile facile questa visto anche il field germanico davvero di elevata qualità.

8. Il main event supererà gli iscritti del 2013
Tanti i fattori che lasciano pensare che il main event supererà gli iscritti del 2013. Il lancio del poker online in alcuni stati Usa, il garantito al primo da 10 milioni di dollari e il successo di molti eventi dal buy in elevato giocati durante l'anno sono elementi che possono portare a superare almeno gli iscritti del 2013 che si sono fissati a 6.352 dopo essere scesi dai 7.319 del 2010 ai 6.865 del 2011 fino ai 6.598 del 2012. Pensiamo che, almeno di qualche decina, quest'anno si possa superare il numero di iscritti.

9. Vanessa Selbst vincerà il Big One
Sarebbe davvero un grande colpo mediatico se Vanessa Selbst, la giocatrice più forte del mondo e tra i migliori player in assoluto sia per skills che per vittorie, dovesse vincere il Big One For One Drop al quale si è già iscritta. La possibilità c'è eccome. Diciamo che, con più tranquillità, Vanessa si piazzerà sicuramente tra i primissimi che andranno a premio. La vittoria sarebbe un sogno. Forza Selsbt.

10. Hellmuth e Juanda a secco?
Tra i due hanno 18 braccialetti ai polsi. Sono due tra i giocatori migliori del mondo e sono ovviamente tra i favoriti di qualsiasi torneo. Tuttavia potrebbe esserci il rischio che quest'anno i due possano rimanere a secco di titoli dopo l'anno magnifico giocato da Hellmuth nel 2012 quando vinse l'ennesimo braccialetto ripetendosi anche alle Wsop Europe di Cannes.

Fonte: GiocoNews

 
 
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.