PokerStars.it homepage
FLHE 6-max: tabella mani di partenza

Tabella mani iniziali (primo ad aprire) per i small stakes 6-max

Introduzione:

Il limit Hold'em è, come ogni variante del Poker, un gioco dalle informazioni incomplete, e meno sappiamo tanto più difficile sarà prendere le giuste decisioni. Perchè si dovrebbe giocare, giusto per dare un esempio, una mano di forza media contro più giocatori e senza posizione?  Perchè ci si dovrebbe mettere in una situazione in cui si puntano molti soldi senza avere nessuna informazione? È nostro dovere valutare rischi e puntate sulla base delle informazioni disponibili e agire nella maniera più ponderata possibile.


Perciò, assume un grande significato il prestare attenzione ad una corretta selezione delle nostre mani. Così in posizione iniziale sono giocabili solo poche mani, poichè dopo di noi ci sono tutti gli altri giocatori che potrebbero, senza problemi, avere una mano migliore della nostra. Questo è il grande errore dei principianti e dei giocatori con lacune nella teoria del gioco: giocare troppo spesso brutte o non ottimali mani e senza posizione.
Le regole fondamentali riguardo al 6-max limit Hold'em sono relativamente facili. Perciò abbiamo messo tutto in una tabella che è possibile anche stampare e fissare a vista vicino al monitor.

I consigli elencati in questo articolo e nella tabella allegata, sono pensati per i principianti del 6-max limit Hold'em  così come per chi arriva dal fullring limit Holdem. Abbiamo quindi scelto, prudentemente, un approccio "tight". Rinunciamo quindi a mani marginali, che per un giocatore esperto potrebbero avere un certo valore, ma che per un principiante o per chi arriva da un'altra variante sono difficili da giocare e giungono spesso con queste in complicate situazioni. Per padroneggiare queste situazioni si necessita una buona abilità nel saper leggere le mani degli avversari, facoltà che di solito appartiene ai giocatori più esperti. Abbiamo quindi preparato la tabella sulle esigenze di un giocatore senza esperienza del 6-max limit Hold'em, seguirà a breve un articolo avanzato per i giocatori esperti dove si adotterà un approccio più aggressivo.

Basi:

Il limit Hold'em si è molto sviluppato in internet negli ultimi anni, trovando un'evoluzione da un gioco passivo, loose ad uno aggressivo, tight. Anche ai limiti più bassi si trovano (tra l'altro anche grazie alla diffusione di sempre migliori libri di Poker ed offerte online come PokerStars School) sempre più avversari con uno stile di gioco tight-aggressivo. Tuttavia questi giocatori fanno ancora diversi errori e molti si dedicano ai limiti bassi, partite molto abbordabili.

In questo articolo, vogliamo entrare nel merito della selezione delle mani iniziali prima del flop.

I due pilastri della nostra strategia sono:

  • nelle posizioni iniziali giochiamo solo poche mani ed in modo aggressivo. Siamo sicuri, che abbiamo una solida mano di partenza, che presenta un alto valore e ed è giocabile contro le mani degli avversari.
  • in posizione avanzata giochiamo una più vasta gamma di mani, isoliamo i giocatori passivi anche con mani marginali, quando lo possiamo fare anche fuori posizione, e attacchiamo i giocatori ai blind per obbligarli a difendere il loro denaro sui blind con mani marginali e fuori posizione.

Ora dobbiamo apportare alcuni adeguamenti rispetto a partite molto passive in tavoli fullring:

  • quando entriamo in una mano, lo facciamo con un rilancio. Mentre in certe partite molto loose passive in tavoli fullring è possibile giocare determinate mani speculative come coppie basse senza un rilancio, nel 6-max limit Holdem di solito non c'è questa possibilità. Qui vogliamo migliorare la nostra posizione attraverso un rilancio per ben assestarci per la lotta al piatto.
  • i suited connectors come p.e. , che nei tavoli fullring limit Holdem nelle situazioni multiway sono ben giocabili grazie alle pot odds ed agli implied odds ancora maggiori, perdono nel 6-max limit di valore. Abbiamo molto più raramente, nelle partite 6-max, delle situazioni dove possiamo giocare la mano contro un campo ampio senza rilancio. Possiamo tuttavia, giocare anche i migliori suited connectors, che ci danno la possibilità di poter floppare una buona coppia che potrebbe eventualmente bastare a vincere la mano, o che ci potrebbero regalare un draw molto forte. In particolare in posizione avanzata, i suited connectors ci aiutano ad avere un maggiore equilibrio, poichè ora non entriamo in scena solamente con forti combinazioni con assi o re o con diverse coppie ma anche con buoni suited connectors come suited o suited. Quindi sarà più difficile per l'avversario collocarci su una mano ben precisa e poter giocare correttamente contro di noi.
  • Si modifica anche il modo di relazionarci con le coppie basse. Dato il fatto che qualche volta, nei tavoli fullring, ci si trova dopo il flop contro 5-6 avversari, se vogliamo vincere la mano dovremmo di regola floppare un set. Nelle partite 6-max al contrario, anche ai limiti più bassi giochiamo spesso contro uno o due avversari, quindi anche le piccole coppie assumono un certo valore, cioè hanno possibilità di vittoria.

Mani a seconda delle posizioni

"Under the Gun" - UTG
Come "Under the Gun" (UTG) si indica la posizione direttamente alla sinistra del big blind. In questa posizione si è costretti pre flop ad agire prima di tutti e quindi sulla base di pochissime informazioni. Poichè le informazioni sono molto importanti per un buon gioco, giocheremo in questa posizione solamente poche mani. In particolare ai limiti più bassi, dove il rake ha una grossa influenza sulla nostra quota di vittoria, è indispensabile giocare solo le migliori mani.

Questo significa che giochiamo solo coppie dal in su (quindi , , , , , , , ), assi suited a partire da ( suited, suited, suited, suited, suited, suited), assi offsuit da (, , , ), re suited da ( suited, suited, suited) e re offsuit da (, ) ed anche la più forte combinazione con donna (). Tutte queste sono mani molto forti, che ci permettono senza scervellarci troppo, di poter continuare a giocare dopo il flop senza arrivare (anche per principanti del gioco 6max) in situazioni complicate.

Hijack
Come "Hijack" (o UTG+1) ai tavoli 6-max di Poker si definisce la posizione direttamente alla sinistra del giocatore "UTG". Si ha un netto miglioramento solo per il fatto che ora sappiamo quale decisione ha preso il primo giocatore. Abbiamo quindi un 20% di informazioni in più rispetto al giocatore UTG e possiamo con ciò adeguare la nostra selezione della mano. Alcune mani, che avremmo passato da UTG, diventano ora giocabili.

Inoltre, rispetto al paragrafo sopra, riguardo all'UTG, hanno un valore di gioco anche le seguenti combinazioni:
, suited, suited, offsuit, offsuit, suited, offsuit, suited, offsuit, suited, suited, suited.

Cutoff – CO
Anche in questa posizione si ha un'ulteriore aumento di informazioni del 20%, quindi ci è concesso di allargare ulteriormente la scelta delle nostre mani.

Mani come , suited, suited, suited, offsuit, offsuit, suited, offsuited, suited, offsuited, suited, offsuited e suited diventano giocabili. Come diventa evidente da questa enumerazione, iniziando dal cutoff, la dominazione delle altre (migliori) mani dopo di noi, gioca un ruolo essenzialmente scarso (sebbene non insignificante), e possiamo anche con mani speculative aprire con un rilancio, in particolare quando il giocatore alla nostra sinistra sul button è tendenzialmente poco aggressivo e rilancia raramente le nostre bet.

Dealer - Button
Al button occupiamo la migliore posizione possibile al tavolo. Abbiamo prima del flop la conoscenza delle azioni dei 3 avversari che siedono prima di noi (è stato rilanciato, quante volte è stato rilanciato etc.) ed abbiamo posizione sui due giocatori sui blind dopo il flop, cosa che ci procura anche dopo il flop, un vantaggio riguardo alle informazioni.

Questo vantaggio di informazioni (rispetto al giocatore "UTG" abbiamo un vantaggio di informazioni del 60% sulle azioni dei nostri avversari) paga moneta contante a lungo andare, poichè ci permette di agire ottimamente sulla base delle nostre conoscenze e capacità. A lungo termine si vinceranno più soldi in questa posizione rispetto a qualsiasi altra.

Mani che sono in aggiunta giocabili, sono: , suited, offsuit, offsuit, suited, suited, offsuit, offsuit, suited, suited, offsuit, offsuit, suited, suited, offsuit, offsuit, suited, offsuit.

Small blind
Aprire il gioco allo small blind, dopo che tutti gli altri avversari hanno passato, è per ogni giocatore un compito difficile. Giochiamo solo contro un avversario, che avrà automaticamente posizione su di noi con qualsiasi mano e ci può perciò portare in situazioni difficili. Allo stesso tempo, non possiamo lasciargli troppo spesso la mano e foldare troppe mani marginali, poichè questo (in particolare con stack grandi o in partite tight ) potrebbe diventare molto velocemente dispendioso. Questa è una semplice domanda dei matematici: se in 100 mani riusciamo con successo ad effettuare 1 volta allo small blind il furto dei blind,  abbiamo aggiunto alla nostra quota di vittoria ulteriori 1,5 small bets o 0,75 big bets (supponendo una ½ struttura dei blind: 1 small bet nel big blind + 1 mezzo small bet allo small blind = 1,5 small bets), che già rappresenta una notevole parte per la quota che ci prefiggiamo di vincere al limit Hold‘em, poichè ogni giocatore che vince 1BB ogni 100 mani, già appartiene al migliore 5% dei giocatori di Poker online del limit Hold’em.

Quindi dobbiamo in questa posizione, se tutti hanno passato fino a noi, divenire attivi con un ancora più ampio numero di mani e tentare con un rilancio di mettere sotto pressione il big blind. In questa situazione dobbiamo, sebbene ora siamo fuori posizione, entrare nel pot con un numero ancora maggiore di mani rispetto alla posizione del button, in particolare poichè già sappiamo cosa tengono in mano 5 giocatori su 6. Naturalmente qui si determinano grandi difficoltà dovute alla nostra posizione: finora eravamo abituati, se fino a noi tutti avevano passato, ad assumere sempre una migliore posizione rispetto agli avversari, mentre ora dobbiamo disputare la mano fuori posizione.
Tuttavia diventano giocabili anche mani come , offsuit, suited, suited, suited, suited, offsuit, suited, suited, offsuit, offsuit sowie suited e offsuit.


Ricapitolando:

Nel limit Holdem dobbiamo programmare in modo eccellente il nostro gioco in tutti e 4 i giri di puntate. Altrimenti diventa difficile rimediare, nei giri di puntate successivi, ad un gioco scorretto pre flop. È paragonabile ad una casa con cattive fondamenta che mette la casa in una situazione problematica. Questo articolo dovrebbe dare, ai principianti e a chi arriva dal fullring, le sane fondamenta del Poker ai tavoli 6-max, con quali mani e da quale posizione si può entrare in azione o sarebbe meglio passare.
Come già accennato, la tabella sopra riguardo le mani di partenza, rinuncia volutamente ad alcune mani in certe posizioni per evitare di mettere i principianti o chi arriva da un'altra variante in situazioni complicate, che senza la giusta esperienza possono essere difficili da risolvere. Questo verrà ripreso in un secondo articolo per i limiti più alti.
Per i principanti si consiglia innanzitutto di restare in un lato sicuro e seguire le basi descritte in questo articolo. Poichè l'ingresso in questo gioco favoloso, ricco di azione e creativo che è il 6-max limit Hold'em potrebbe anche non essere senza impicci. Vi auguriamo buona fortuna, e vi raccomandiamo molta pazienza, con un pò di ambizione e un grande impegno, questa strada sarà piena di successi.

[navi]

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.