PokerStars.it homepage
;
Fixed limit Hold'em: Introduzione

Il Poker è un gioco in cui, o si rimane perdenti, o si tenta costantemente di migliorare e diventare vincenti. Questo vale certamente anche per il fixed-limit Hold'em (abbreviato: limit Hold'em).

Per questo, per poter acquisire maggiore familiarità con questa variante, è importante conoscere bene il poker. PokerStars School ti mostra passo dopo passo gli strumenti e le strategie necessarie per un gioco di successo. Facciamo dunque il primo passo con il fixed limit Hold'em.

Fixed limit Hold'em è una variante del poker molto popolare. In passato i casinò offrivano praticamente solo il fixed limit Hold'em o lo stud. Oggi si gioca molto anche il no-limit Hold'em, ma il limit Hold'em continua ad essere una variante molto diffusa. Su PokerStars troverai sempre decine di tavoli con i limiti più diversificati.

Il fixed-limit Hold'em è l'ideale per i principianti

Questo perché ciascuna partita e ciascun giro di puntate sono caratterizzati da un limite prefissato. Dunque non è possibile prendere decisioni su quanto puntare. Inoltre, in una singola mano si possono perdere solo poche chips.

Tuttavia il limit Hold'em è adatto anche ai giocatori più esperti

Nel limit Hold'em spesso ci si trova di fronte a decisioni molto difficili. Se si prendono le giuste decisioni, ognuna di queste vi porterà un piccolo vantaggio sugli avversari. Poiché queste decisioni sono numerose, potete guadagnarvi un considerevole vantaggio.


In questo articolo vengono ancora una volta riassunti i principi di base. Quindi vengono illustrati alcuni temi specifici relativi ai limiti.

I bui (blinds)

I bui nelle partite di fixed limit sono decisamente più alti rispetto a quelli delle partite di no-limit. In una partita da 1 €/2 € i bui sono di 0,50 € e 1 €. Il fatto che i bui siano di dimensioni consistenti, da un lato rende necessario cercare di proteggerli quando siamo noi ad averli messi nel piatto, dall'altro significa che è fondamentale cercare di "rubarli" agli altri giocatori. Si parla di un attacco ai bui quando un giocatore rilancia da una posizione avanzata con una mano di forza media.  Per una difesa dei bui, il giocatore sullo small o sul big blind, chiama o contro rilancia, per non cedere il piatto senza cercare di difenderlo.

I progetti (draws) nel limit Hold'em

Progetti forti come open ended straight draw (progetti di scala bilaterale) o flush draw (progetti di colore), si possono giocare nel limit Hold'em, quasi sempre con profitto. Questo perché per inseguire tali progetti, deve essere messa una somma fissa, che relativamente al pot è di solito molto piccola. Se ad esempio, ci sono 20€ nel piatto ed un avversario punta 4€, si devono rischiare solo 4€ per vincerne 24€. Per prendersi questo rischio, non si ha bisogno di un'alta probabilità di completare il progetto. Questo rende da un lato il limit Hold'em molto frustrante, specialmente quando non è possibile proteggere sufficientemente le proprie mani forti da altri progetti. Dall'altro, naturalmente è possibile anche giocare con progetti contro le mani più forti e vincere grandi piatti se arriva la carta giusta per completare il progetto.

Il gioco "tight-aggressive" (chiuso-aggressivo)

In questo momento possiamo solo accennare al modo di giocare tight-aggressive. Nei seguenti articoli sul limit Hold'em questo verrà trattato esaurientemente. Nel limit Hold'em in genere è importante giocare solo mani di partenza forti e passare la mano in caso di carte sfavorevoli. Chi gioca solo poche carte e solo quelle più forti, è un giocatore "tight" (chiuso, conservativo).
Forse per i principianti può sembrare noioso giocare solo una mano su cinque, ma questo è uno dei vantaggi principali che ha un buon giocatore di limit-Hold'em.
L'aggressività è un'altra chiave di successo nel poker e soprattutto nel limit Hold'em. Se riusciamo, attraverso il nostro gioco aggressivo, a portare tutti gli avversari a passare, sebbene non abbiamo la mano migliore, otteniamo un grande profitto. Questo poiché puntando possiamo vincere un piatto che altrimenti con alta probabilità avremmo perso. In genere, sono soprattutto i progetti ad essere giocati in modo aggressivo.

A quanti tavoli dovrei giocare?

Questa è una domanda difficile, alla quale non è possibile dare una risposta univoca. I principianti dovrebbero giocare ad un solo tavolo, così da potersi concentrare sulla partita e da apprendere l'uso del software. Man mano che acquisiscono esperienza, possono aggiungere uno o più tavoli. Tuttavia si consiglia di giocare ad un numero limitato di tavoli, così da poter prendere sempre le decisioni migliori. Col tempo aumenta la capacità di riuscire a giocare automaticamente a più tavoli.

A cosa devo prestare attenzione?

  • Attendere il grande buio fa risparmiare denaro! A volte occorre attendere alcune mani prima di poter entrare in gioco nella posizione del grande buio. Dunque è bene accettare questo tempo di attesa e iniziare a pagare solo quando si deve. Non porta a nulla pagare le puntate minime prima di vedere le carte, se poi, nella maggior parte dei casi, alla fine si è costretti a foldare. Chi non ha la pazienza di attendere il momento giusto per inserirsi nel gioco, può pagare i bui in posizione di cut-off.
  • Si dovrebbe giocare al tavolo con almeno 25 big blind (BB). Questo perché prima dell'inizio di ogni mano si dovrebbero avere almeno dodici BB, l'equivalente di un dollaro a un tavolo da 0,02 €/0,04 €. Se infatti si riceve una mano ottima (monster hand), si dovrebbe riuscire a raggiungere il massimo numero di rilanci (cap) in tutti e quattro i turni di puntate, per vincere l'intero piatto. A tale scopo occorrono dodici BB. Se si gioca con meno di 25 BB, è necessario acquistare nuove chips non appena si perde una mano.

 

[navi]  

 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.