PokerStars.it homepage
Giocare il turn (pt 1)

http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Mi è stato chiesto di scrivere un altro articolo di strategia per twoplustwo. Siccome mi piace parlare di poker, ho accettato. L'argomento è il turn: "facile", ho pensato! Mi basterà blaterare qualcosa sul valore, sul plan, sui range...Posso farlo.
Beh, non proprio...

Il fatto è che il turn è la strada più difficile da giocare. Preflop e flop, in genere, non spendiamo tantissimi soldi, e ci basta avere delle buone basi per limitare i nostri errori. Il river chiude l'azione, abbiamo già moltissime informazioni e non devono più uscire carte sul board. Molte volte, si "gioca da solo".

Al contrario, il turn è esattamente la via delle altre strade. L'argomento "turn" è così difficile e pieno di variabili che, se dovessimo scriverle tutte (o quasi), finiremmo per scrivere un intero libro. Per questo, l'articolo darà alcuni consigli guida che serviranno a giocare il turn in modo abbastanza standard, per cercare di evitare quanti più errori possibili.

1. Sistemate il vostro HUD
Se non avete queste statistiche nel vostro HUD, o comunque un pop-up che vi consenta di reperirle in 2 secondi, aggiungetele immediatamente:
- Turn CBet%
- Turn FCBet%
- Turn CR%
- Bet vs missed flop CBet%
Spiegheremo in seguito l'importanza di queste statistiche.

2. Qual è il piano?
Dobbiamo sempre tenere a mente una cosa: noi non stiamo giocando "il turn", ma stiamo giocando una mano che abbiamo pianificato. La nostra azione deve già essere decisa al flop.
Esempi:
- valuebetterò ogni carta che non sia scary, poi probabilmente farò una piccola valuebet al river
- barellerò ogni strada; se il board dovesse farsi pericoloso e l'avversario checkasse, si prenderà anche la 3rd barrel
- valuebetterò nel caso x, se ciò non dovesse succedere mi prenderò una carta gratis, non blufferò quest'avversario su nessun river
- checkerò dietro per massimizzare il mio valore
Penso che questo sia il più grande problema che hanno i giocatori dei microlimiti, serve tempo e pratica per imparare a pianificare 3 strade prima.

3. Lettura delle mani
La lettura di una mano al turn o al river è 100 volte più difficile di una lettura preflop o al flop. Per questo, chi conosce i range ha un enorme vantaggio.
 
 
 
 
 
 
Di recente ho utilizzato una nuova tecnica per migliorare la lettura delle mani. Aprite HEM o PT3 e filtrate:
- Single raised pot
- Piatto finale > 180BB (contro gli shortstack è più facile giocare)
- Siamo OOP (perché è più difficile leggere una mano se siamo fuori posizione)
- Cbettiamo e veniamo chiamati in HU
- Vediamo lo showdown
Poi aggiungiamo i filtri al turn:
- You got called
- You got raised
E manualmente, per entrambi, specifichiamo il tipo di giocatore, l'SPR del flop, il board/tipo di board, la posizione e la mano dell'avversario.
La nostra mano o la mano di chi ha vinto non è rilevante. Quello che vogliamo è scoprire cosa fa un determinato avversario al turn, e con quali mani lo fa.

Tratto dal forum twoplustwo
 
 
 
 
 
 
Tradotto da Marcellus88
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.