PokerStars.it homepage
Grandi cose (di Jason Somerville)
Quest'anno sono andato a Las Vegas per le WSOP, come faccio ormai ogni anno da quando avevo 20 anni. Mi sono innamorato del poker prima ancora che fossi abbastanza grande da potermi sedere ai tavoli del Rio, e ho speso felicemente quell'anno giocando online, mentre dagli spalti tifavo per i miei amici. Da allora, il periodo giugno-luglio delle WSOP è il mio preferito dell'anno.
 
Quest'anno ho giocato zero mani al Rio, un po' meno di quanto avessi programmato.
 
Per me è un anno molto importante. Ho celebrato i miei 30 anni ad aprile, ed ho preso questo momento per fermarmi un attimo e valutare ciò che riguarda me e Run It Up. Mi sono organizzato in modo che tutte le mie collaborazioni e partnership si concludessero nel 2017, per darmi la possibilità di voltare pagina, se lo ritenessi necessario. Ma per la prima volta , per quanto riguarda il mio business, mi sento ansioso, e non eccitato. Non so davvero cosa voglio fare dopo.
 
 
Così ho passato giugno e luglio a condurre una vita salutare, come mai avevo fatto prima. Mi sono impegnato a leggere di più - nonostante quasi tutte le mie letture fossero incentrate sul baseball, ed ho provato a passare almeno 12 minuti al giorno fuori, cosa che non succedeva da quando ero alle scuole medie. Piccole vittorie, per chi come me è abituato a non muoversi da casa.
 
Ho scoperto che la vita "normale" può essere molto divertente. Mi sono goduto l'estate, e non ho sentito il desiderio di sedermi alle WSOP per competere per centinaia di migliaia di dollari. E grazie a questa estate meravigliosamente tranquilla, ho avuto modo di riflettere sul mio futuro, chiedendomi cosa potesse seguire. Non ci è voluto molto. Alla fine di luglio ho avuto un'idea per il mio prossimo progetto di streaming, e con nuovi e vecchi partner, i grandi sogni hanno iniziato ad assumere la forma di grandi cose.
 
Il gaming è stato una costante nella mia vita sin da quando mio padre mi regalò il Commodore 64, più di 20 anni fa. Dopo tutto questo tempo, il primo esport di cui mi sono innamorato è Starcraft 2. A volte rimango sveglio fino alle 5 del mattino per veder gareggiare i più forti professionisti della Corea del Sud. Accattivato da questi live streaming, mi chiedevo spesso cosa poteva aver portato gli streaming del poker allo stesso livello di popolarità. La stessa domanda me la pongo oggi con Twitch, ma adesso ho provato anche a formulare una risposta.
 
Twitch è stato un grande motore per la crescita del poker. Centinaia di migliaia di fan seguono Run It Up ogni mese da quando ho iniziato a streammare. E vedo Twitch come l'arma più potente per avvicinare le persone al poker. Parlare delle strategie del gioco attira nuovi giocatori e ne riavvicina vecchi. Io vorrei essere il promotore di questo binomio, ed aiutare altri talentuosi streamer-giocatori a raggiungere nuove vette di successo.
 
 
Prometto di continuare a lavorare duramente per il bene del poker. Continuerò a cercare alleanze all'interno e all'esterno di questo mondo per ingrandire sempre più la comunità del poker. Non sono mai stato accusato di pensare in piccolo, e davanti a me c'è una lunga strada piena di sfide. Voglio affrontarle assieme a voi. Apprezzo profondamente l'amore, il supporto e la pazienza che mi date, e sono felice di poter iniziare con voi questo nuovo capitolo di Run It Up.
 
Tratto da www.pokerstarsblog.com
Tradotto da Marcellus88

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.