PokerStars.it homepage
Il poker è il vero gioco della vita (di Felix “xflixx” Schneiders)
Probabilmente non mi avete visto molto ai tavoli negli ultimi tempi. Ho giocato solo qualche Spin & Go e qualche piccolo torneo. Se mi seguite anche su twitch, avrete notato che anche qui non sono stato molto attivo.
Il motivo è che ho avuto problemi di salute che ho dovuto curare in ospedale. Questa è quella che chiamo una "bad beat della vita".

Nel 2004 mi è stato diagnosticato un disturbo chiamato "disordine di motilità intestinale", che mi ha portato problemi per qualche anno prima di consentirmi di tornare in salute. I dottori hanno eseguito l'intervento, e anno dopo anno stavo sempre meglio, fino a diventare il ragazzo che avete conosciuto su twitch o nei miei video-blog.

Ho vissuto tranquillamente per 10 anni, fino ad ora, quando le cose sono iniziate a degradare improvvisamente. Beh, non proprio improvvisamente, visto che i dottori mi avevano avvisato che, prima o poi, sarebbe stata probabile una ricaduta – così come gli assi, ogni tanto, vengono scoppiati dai K. Semplicemente, prima o poi sarebbe successo.
Se non volete leggere i dettagli e le storie d'ospedale, vi prego di saltare il prossimo paragrafo.
Durante una notte di settembre, sono stato portato in ospedale per un intervento d'urgenza. Mi hanno aperto di nuovo, ed hanno eseguito nuovamente l'operazione invasiva necessaria per il mio disturbo. Le due settimane successive ho dovuto riposarmi per riprendermi dalle ferite e per abituarmi alla nuova sostituzione del mio colon. Anche mangiare e bere è stato un problema durante questo periodo.
 
 
Dopo queste due settimane ho iniziato a sentirmi meglio, mi hanno dimesso ed ho pensato a curarmi ed a tornare in forze a casa mia.

Cosa ha a che fare tutto ciò col poker? Beh, ho già fatto un paio di paragoni per mostrare qual è attualmente la mia percezione della vita. Penso che il poker sia il vero gioco della vita, e la conoscenza di questa disciplina ha fatto due grandi cose per me:
1 – mi ha dato la possibilità di distrarre la mia mente, sul quale concentrare le mie energie e dal quale imparare;
2 – mi ha reso più umile, mostrandomi che le bad beats sono qualcosa di inevitabile nella vita. Bisogna accettare questa parte del gioco, ma non potete permettere che abbiano la meglio su di voi, e dovete costantemente impegnarvi affinché tornino a capitarvi cose belle.

Ovviamente, ci sono momenti in cui ho maledetto il mio destino, ho provato rabbia verso la mia malattia e sono stato disgustato dal mio intervento. Ma, semplicemente, non posso lasciare che queste energie negative prendano possesso della mia mente se voglio tornare a star bene. A tutti vengono distribuite le carte, ad un certo punto della propria vita. Il poker mi ha insegnato a provare sempre a giocarle al meglio.

Quindi non preoccupatevi, anche se ultimamente sono stato poco presente aspettatevi un mio ritorno al più presto su teitch e youtube. E presto torneremo assieme a ridere e divertirci, come abbiamo sempre fatto.
 
Tratto da pokerstarsblog.com
Tradotto da Marcellus88

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.