PokerStars.it homepage
Il processo REM - Range, Equity, Massimizzare (parte 2)
Clicca qui per la prima parte dell'articolo
 
Equity - calcola la tua equity
In pratica, dobbiamo valutare la situazione e capire come stiamo messi. Qual è la probabilità di vincita della nostra mano contro il range dell'avversario?
 
Ovviamente è molto difficile fare a mente questi calcoli, quindi possiamo aiutarci con programmi come PokerStove: basta inserire la nostra mano ed il range dell'avversario nelle apposite stringhe e cliccare su "evaluate". Vediamo un esempio: abbiamo e apriamo il gioco. Un avversario molto chiuso ci 3betta, e valutiamo così il suo range di 3bet: TT+, AQ+. KQs+.
 
 
Come possiamo vedere, in questa mano abbiamo il 34% di equity contro il range avversario; ciò significa che siamo sfavoriti 2:1 - ovvero siamo in netto svantaggio.
 
Massimizzare - effettuare la miglior giocata possibile
A questo punto abbiamo una buona idea del range del nostro avversario, e conosciamo l'equity della nostra mano contro il suo range. Tutte le valutazioni sui range e i calcoli dell'equity saranno inutili, se non riusciamo ad estrarre il massimo valore dalla nostra mano.
 
Vediamo due esempi per capire meglio questo concetto, tenendo in considerazione l'esempio che abbiamo già visto.
 
Esempio 1
Hero: (34% di equity)
Villain: TT+, AQ+, KQs (66% di equity)
Nota: entrambi i giocatori giocano full stack
 
NL100, sia noi che l'avversario giochiamo con €100. Apriamo il gioco a €7 e il nostro avversario 3betta a €24. Considerando il range dell'avversario, in questo caso l'azione migliore che possiamo effettuare è il fold. L'ipotesi migliore per noi è quella di legare top pair con la J al flop, ma anche in questo caso potremmo non essere buoni: il vantaggio di range dell'avversario rende il fold la giocata +EV per Hero in questo caso.
 
Esempio 2
Hero: (34% di equity)
Villain: TT+, AQ+, KQs (66% di equity)
Nota: Villain gioca con €20
 
Siamo sempre al NL100, ma questa volta il nostro avversario ha soltanto 20bb. Apriamo a €7 ed il nostro avversario reshova i suoi €20: dobbiamo mettere €13 per vincere un piatto di 20+7+1+0.50 = €28.50; ovvero, abbiamo pot odds pari a 2.2:1.
 
Il nostro 34% di equity fa in modo che le pot odds che ci servano per chiamare siano di 2:1. Quindi, in questo caso, il nostro call risulta essere marginalmente +EV. Inoltre, nel prosieguo della mano non possiamo perdere altri soldi, perché il nostro avversario è già andato in all-in. In questo secondo caso, quindi, il call è la mossa più profittevole.
 
Tratto da www.thepokerbank.com
Tradotto da Marcellus88

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.