PokerStars.it homepage
La giornata di un Professional Poker Player al di fuori dei tavoli: "tinchoarce"
Quando le persone vedono ai tavoli un giocatore con tante "stelline", tendono a pensare quanto segue: "Oddio, questo ragazzo deve passare 100 ore a settimana dietro uno schermo! Io preferisco passare il mio tempo con la ragazza o con gli amici piuttosto che stare tutto questo tempo a giocare a poker." In molti casi, questa affermazione è vera, ma in molti altri non rispecchia del tutto la realtà.
 
I giocatori professionisti di poker tendono ad avere una vita salutare ma stressante. Potrebbe sembrare una contraddizione: è possibile di parlare di uno stile di vita salutare e stressante allo stesso tempo? Sì. È vero, lo stress può spesso portare a danneggiare la condizione mentale di una persona, ma i giocatori di poker compensano quasi sempre questa condizione seguendo una buona dieta, facendo yoga o altri esercizi, e combattono la "solitudine" circondandosi di amici o passando molto tempo con il fidanzato/la fidanzata.
I giocatori professionisti devono sempre mantenere lucida la loro mente, se vogliono avere la concentrazione adatta che serve per giocare il loro A-game.
 
Potrebbe sembrare una pubblicità per il poker, visto che sicuramente avrete sentito parlare di imprese titaniche di giocatori che passano 48 ore di fila a giocare, o come quella di Alfio "aLFioSn0b" Battisti, che è riuscito a confermare lo status di Supernova Elite in soli 38 giorni nel 2011. Ma queste sono solo eccezioni.

 
La giornata tipo di un giocatore di poker è più o meno la seguente: sveglia presto, accensione del pc ed apertura del software di poker per controllare se ci siano notizie o promozioni, mentre fanno un'abbondante colazione. Dopo di che, si passa a un po' di studio, rivedendo alcune mani giocate il giorno precedente, per poi iniziare a giocare per qualche ora prima di pranzo. Segue un altro po' di studio, e si riprende a giocare finché fa buio. Quindi si cena (cena che spesso si fanno consegnare a domicilio), e si va a dormire per almeno 8 ore.
Nonostante si tratti di una generalizzazione, è bene o male questa la giornata-tipo di un giocatore di poker. A patto che non giochi MTT.
 
Per un giocatore di MTT, infatti, la giornata può essere molto più stressante, visto che solitamente passano molte più ore di fila dietro lo schermo a giocare; loro compensano, però, prendendo più giorni liberi.
 
Personalmente, sono un giocatore professionista che gioca heads-up da quattro anni. Nonostante riesca a mantenermi grazie al poker, sono anche uno studente universitario, e conto di laurearmi entro l'anno prossimo. Riesco a conciliare molto bene la vita universitaria e quella di Professional Poker Player, senza però tralasciare gli amici ed il divertimento. Il tempo che mi rimane, nonostante di solito si pensi il contrario, è più che sufficiente per le attività extra-poker. Tra l'altro, essendo i nostri "boss" nel lavoro che facciamo, possiamo gestirlo come meglio crediamo.
 
Marcellus88
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.