PokerStars.it homepage
La legge della Virginia proibisce il poker a Portsmouth
PORTSMOUTH, VA  – Portsmouth come l'Italia. Il Commonwealth Attorney's Office della Virginia ha dichiarato il poker live illegale, pertanto sia in città che nella prima periferia tutte le sale, i club e i luoghi pubblici dove fino a ieri si è giocato a poker, dovranno chiudere.

 
La legge della Virginia proibisce il poker a Portsmouth thumbnail

 
La decisione ha destato enorme sorpresa, soprattutto perché il gioco in Virginia è praticato a tal punto da potersi permettere di destinare in beneficenza una buona parte dei fondi raccolti ai tavoli.
 
Alla luce della notizia la WKTR, tv locale della città di Portsmouth (VA), ha intervistato Don Ferguson, patron di due rinomati locali cittadini nei quali si pratica il poker.

Ferguson ha riferito come il gioco al tavolo verde abbia permesso finora di sostenere diversi programmi ricreativi indirizzati ai giovani e agli anziani del luogo e di raccogliere fondi per i servizi delle forze dell'ordine e dei vigili del fuoco locali.

"Inoltre – ribadisce Don Ferguson – si tratterebbe di un provvedimento in aperta controtendenza rispetto agli altri indirizzi legislativi perseguiti in altri stati della confederazione americana. Il poker è un gioco di abilità e non esistono motivi validi per vietarlo".

Si attende di sapere se, a fronte dell'importanza che il poker riveste nell'economia della città, i suoi abitanti si opporranno al provvedimento costringendo eventualmente il Congresso ad intervenire per ridiscutere l'applicazione della legge.
 



Fonte: www.agicops.com

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.