PokerStars.it homepage
La prop bet del pinguino (di Theo Jorgensen)

Faccio spesso delle prop bet, e ce ne sono state alcune alle quali non avevo modo di tirarmi indietro. Questa è una di quelle.

Sono stato invitato ad una festa e ci stavamo divertendo molto: abbiamo bevuto birra, mangiato e parlato. La ragazza alla mia destra gestiva uno zoo, ed in quel periodo dell'anno si occupava di pinguini. Ad un certo punto, mi è venuto di dire: "E' incredibile come i pinguini siano velocissimi in acqua e lentissimi sulla terraferma".

So che non è l'affermazione più brillante che abbia fatto nella mia vita. Ma non è questo il punto. Il punto è – ed è qui che le cose sono iniziate ad andare male – quello che ha detto dopo la ragazza seduta alla mia destra.

"Rimarresti sorpreso, Theo. Scommetto che il nostro pinguino più veloce ti batterebbe in una gara sul ghiaccio su una distanza breve", ha detto.

Cos'avrei dovuto fare? Abbassare la testa e non raccogliere questa sfida all'essere umano? Sarebbe stato come tagliarmi i testicoli davanti a tutti! Non mi andava giù l'idea di dire "Sì, probabilmente è vero. Non posso battere un pinguino in velocità, cosa stavo pensando?

L'idea di arrendermi di fronte a questa ragazza mi dava il voltastomaco.

Quindi, ovviamente, ho accettato la sfida. Il perdente avrebbe pagato una cena per 4 persone, se ci fosse stato il modo di fare questa gara. Il che presentava non pochi problemi: come fare in modo che il pinguino corresse? E se questo non era il problema più grande, come far correre il pinguino nella giusta direzione? Ovviamente, molte domande non avevano avuto risposta nemmeno quando io e la mia ragazza eravamo tornati a casa. Ma tutte queste domande non mi preoccupavano: l'unica cosa che sentivo era la mia sicurezza di vincere questa sfida.


theo_jorgensen_penguin.jpg

Ecco i due sfidanti: chi avrà la meglio?

Sì, amici, ero sicurissimo, finché la madre dei miei due figli non ha aperto la bocca. Ad un certo punto, si è stancata di sentirmi braggare su questa fantastica e divertente sfida, ed ha iniziato a farmi domande: "Quanto pensi che ti considera veloce Lene (la ragazza della bet)? Veloce, medio o lento?"

"Beh, il mio allenatore di calcio ha detto che un barile di olio riuscirebbe a girare un birillo ad U più veloce di me, ma lei questo non lo sa...Direi medio", ho risposto.
"Questo non è a tuo vantaggio, considerando che entrambi sappiamo che tu sei più lento di quel che lei pensa, non credi?"

Non ho risposto.

"E questo ci porta direttamente alla mia prossima domanda", ha continuato, "chi credi che ne sappia di più sulla velocità dei pinguini, lei o tu?"

Avevo sentito abbastanza, quindi ho deciso di chiudere la discussione dicendo: "Senti, dolcezza, è solo una cena, quindi sopravviverò comunque."

L'amore della mia vita, la donna che adesso chiamerò "Miss Smart Ass", ha risposto: "Non è solo una cena. Se vinci, hai vinto. Se perdi, sarai il ragazzo che è stato battuto da un pinguino."

Ed è stato qui che la discussione è finita e sono iniziati i miei incubi.
Il giorno dopo parlavo al telefono con Lene, per sapere se aveva trovato un modo di far svolgere la gara. Nel frattempo, dovevo allenarmi.

Ho messo nella mia macchina sette paia di scarpe. Ho ingaggiato un ragazzo per cronometrarmi e per sapere come scivolavo sul ghiaccio. C'erano delle tattiche che dovevo apprendere, per aumentare la mia velocità. C'era la paura che sarei stato battuto da un dannato pinguino.

Ma alla fine mi consolavo pensando che mi stavo allenando per una gara che non si sarebbe mai potuta svolgere. Lene non poteva rubare un pinguino, mettendo a rischio il suo lavoro. La logistica della gara era un ostacolo per la sfida. Ovviamente, alla fine, era una cosa più che buona.

No, non ho battuto il pinguino, ma il pinguino non mi ha battuto. E questa, per me, è una vittoria.

 
 
Tratto da Pokerstarsblog.com
 
 
Tradotto da Marcellus88
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.