PokerStars.it homepage
Il gioco mentale nei cash game 6-max
Il tilt è un'interferenza emotiva che causa un crollo nella capacità di prendere decisioni del giocatore. Può spaziare da stanchezza o distrazione a piena rabbia e odio per un particolare giocatore. Qualsiasi sia la forma o l'impatto del nostro tilt, è importante capire che il formato cash game 6-max è molto instabile e con tanta azione e fasi altalenanti. Ciò significa che trascurare il gioco mentale e aspettarsi di farcela come giocatore di cash game 6-max non è realistico.

Perché andiamo in tilt

Andiamo in tilt perché il nostro subconscio si è evoluto sviluppando certe risposte emotive di protezione ai pericoli percepiti. Questi impulsi sono sani al di fuori del poker e ci hanno aiutato a diventare una specie tanto avanzata da poter inventare il poker online. Il problema è che il poker è un ambiente estremamente diverso da quello in cui si è evoluto l'uomo e questo meccanismo di protezione fa cilecca quando giochiamo. Il subconscio cerca di proteggerci da situazioni innocue come perdere uno stack KK contro AA o il nemico che rimonta al river. Questi episodi sfortunati avvengono di continuo nella carriera di un giocatore di poker e non è possibile farci niente. Se ci fossimo evoluti giocando a poker online per sopravvivere, di sicuro non reagiremmo in modo irrazionale diventando furiosi quando perdiamo, invece siamo sopravvissuti cercando riparo, cibo e acqua, e queste doti non ci preparano a perdere uno stack contro quel pessimo giocatore tanto irritante.

Al contrario, perdere uno stack contro quel particolare giocatore è percepito dal subconscio come un furto di risorse da parte di una specie più debole. Naturalmente, l'istinto sarà quello di arrabbiarsi e cercare vendetta: un meccanismo di difesa totalmente inutile nel poker.

Tilt di lotta

I tilt di lotta riguardano la volontà di schiacciare l'avversario per rivendicare ciò che ci spetta di diritto. L'istinto non distingue tra risorse perse in un gioco in cui acconsentiamo a rischiare del denaro e l'essere derubati per strada. I tilt di lotta puntano alla riappropriazione delle perdite e alla conquista dei nemici con la forza bruta. Nel mondo del poker, ciò comporta puntare, rilanciare, bluffare e andare a vedere con ben poco interesse per quale potrebbe davvero essere il valore atteso più alto. Passare è spesso la soluzione corretta, ma per il nostro istinto di lotta sarebbe come accasciarsi e lasciarsi morire.

I tilt di lotta più comuni includono: tilt da vendetta, tilt da diritto e tilt da rincorsa delle perdite.

Tilt di fuga

Il tilt di fuga è spesso meno grave e ha il vantaggio di evitare giornate con perdite drammatiche, ma può essere ugualmente dannoso per le nostre probabilità di successo a lungo termine. Questa specie di istinto reagisce alle avversità cercando di scappare e si basa sul presupposto che l'avversità sia troppo grossa per poterla superare combattendo. Un'inesorabile serie negativa diventa impossibile da sostenere e il giocatore andato in tilt di fuga si prende sei mesi di pausa dal gioco e decide di perseguire un'altra carriera. Certi giocatori vedono i mostri sotto il letto. Il fatto che le cose stiano andando male porta il subconscio a impazzire nel riconoscimento degli schemi (un altro istinto sano che fa cilecca) e suppone che ovunque ci sia sfortuna, ci sia solo dell'altra sfortuna ad aspettare dietro l'angolo. Di conseguenza, passiamo in modo follemente tight, non consideriamo bluff redditizi e concediamo piatti senza riflettere.

I tilt di fuga più comuni includono: tilt da antipatia per il poker, tilt da paranoia e tilt da passività.

Trattare le perdite di gioco mentale

Dopo aver concluso una breve diagnosi del nostro tilt, è il momento di proporre una trattamento generico. Qualsiasi sia il tipo di tilt prevalente nel tuo gioco mentale, è prima di tutto essenziale comprendere che queste reazioni non dipendono da noi. Non controlliamo il nostro subconscio e quindi non possiamo ritenere responsabile delle sue azioni la nostra mente razionale. Possiamo, però, ritenerci responsabili di non aver cercato di trattare questi disturbi.

Il modo migliore per addestrare un cane è insegnargli nel momento in cui sbaglia. Non serve assolutamente a niente mostrare al cane il divano distrutto e chiedergli perché abbia deciso di farlo. È ancor più inutile far sentire in colpa il cane per queste azioni dato che non collega il rimprovero alla possibilità di fare una scelta alternativa la prossima volta che avrà l'occasione di divorare l'arredamento.

Il subconscio non riflette sul suo comportamento post-tilt e non può essere riprogrammato attraverso un ammonimento o il disgusto per le proprie azioni. Per impedire al nostro cervello animale di reagire a un grosso cooler con il desiderio di inscenare una vendetta insensata, dobbiamo riconoscere il comportamento, interromperlo sul nascere e rimpiazzarlo con un comportamento migliore come scrollare le spalle e ripartire da zero. Questa procedura richiede tempo e inizialmente sarà una vera battaglia. Alla fine, però, il subconscio si adatterà e formerà una nuova abitudine. Bisogna promuovere le azioni corrette un numero sufficiente di volte per sovrascrivere la cattiva programmazione di milioni di anni di evoluzione.

Fortunatamente stiamo solo riprogettando i nostri impulsi di protezione nel contesto del poker. Se riusciamo ad addestrare il nostro cervello a non produrre un istinto di paura di fronte a un piatto ricco, non significa che non avremo più paura di pazzi armati di pistola o leoni scappati dallo zoo. Stiamo solo cercando di reagire diversamente all'interno del gioco.

Conclusioni

Riconoscere, interrompere e rimpiazzare. Questo è il segreto per eliminare le brutte abitudini del tilt del subconscio e mettere al loro posto delle reazioni utili e realistiche. Il nostro tilt va curato nel gioco in modo calmo e obiettivo. Non dobbiamo sentirci in colpa se andiamo in tilt, perché non è una scelta. Superare il tilt, però, lo è e non andrebbe trascurato, soprattutto nell'instabile ambiente dei cash game 6-max.

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.