PokerStars.it homepage
Level up/level down (pt 3)
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Come anticipato nella scorsa parte dell'articolo, eccoci ai segnali che devono farci capire che è arrivato il momento di fare level down.
 
Abbiamo foldato una mano solo perché non volevamo rischiare di perdere soldi
Se abbiamo foldato uno spot +EV perché non volevamo rischiare di perdere soldi, è chiaro che stiamo giocando ad un livello troppo alto. Non importa quale sia il nostro bankroll. Questo è uno dei motivi per cui il poker live è diverso dall'online. Quasi tutti quelli che giocano l'1/2 o il 2/4 non hanno un bankroll sufficiente, in un certo senso. E questo ha un forte impatto nelle nostre scelte, sia quando dobbiamo puntare che quando dobbiamo chiamare. E questo è un grosso vantaggio per chi non si cura oltremodo di perdere uno stack. Se non siamo in grado di "rischiare" in questo senso, è meglio scendere di livello. 
 
Avere un bankroll inferiore ai 10 BI per un determinato livello
Non è lo stesso che avete 10 BI nell'account. Parliamo di bankroll totale. 10 BI si possono perdere in una sola sera. Ricordiamoci sempre della varianza. 
 
Frustrazione
Se non riusciamo a capire le giocate che i nostri avversari fanno contro di noi, le loro betting patterns, o se ci sembra che i reg ci outplayino sempre, facciamo level down. Abbiamo bisogno di studiare ancora un po' e provare a giocare in modo diverso. Costa molto, mentre stiamo studiando, fare level down.
 
La linea verde continua sempre a scendere
E' vero, può essere che stiamo runnando male. Tuttavia, anche se le perdite sono piccole ma costanti, nel tempo si accumulano, questo è ovvio. Un periodo di tempo come due mesi in perdita dovrebbe essere sufficiente a farci capire che probabilmente non è la varianza la causa delle nostre perdite. 
 
Vogliamo apportare cambiamenti significativi al nostro gioco
Come già detto, commettere errori ci costa di meno ai livelli più bassi. Se, ad esempio, vogliamo passare da essere un TAG che gioca 12/8 ad un LAG che gioca 20/18, dobbiamo imparare a gestire bene le situazioni tricky postflop. Ovviamente, per imparare bene ci vorrà del tempo, ed in questo tempo commetteremo degli errori. Teniamone conto.
Non c'è nessuna vergogna nel fare level down. Anche molti professionisti tra i migliori (sopratutto di cash game) hanno scritto di molti loro fallimenti nell'affrontare un nuovo livello, ma hanno avuto il coraggio di fare level down, ricostruire il loro bankroll, sistemare le loro leaks e tentare nuovamente. 
 
Level up
Finalmente, dopo la (deprimente) parte sul level down, parleremo del level up. In questa terza parte dell'articolo lo accenneremo soltanto, per parlarne nella prossima.
La prima cosa che dobbiamo chiederci è: "Sono pronto a fare level up?"
Se vi state ponendo questa domanda, la risposta è sempre la stessa: "Non lo saprò finché non proverò".
Decidere di fare level up è una cosa personale, e dipende dalla propria personalità e da molte altre cose. I due criteri di base sono:
1. Avere ALMENO 50 BI al nuovo livello. Con meno, stiamo rischiando il nostro bankroll.
2. Aver vinto i soldi che abbiamo solo in un breve periodo di tempo. Non dobbiamo fare level up perché pensiamo che il nostro stile potrebbe essere vincente ai limiti superiori. Se non riusciamo a battere il NL10, non riusciremo a battere nemmeno i livelli più alti. Davvero.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.