PokerStars.it homepage
Lo squeeze (parte 2)
Clicca qui per la prima parte dell'articolo
 
Perché lo squeeze funziona
L'efficienza dello squeeze si basa soprattutto sull'immagine dell'original raiser (giocatore A). Conscio dell'aggressività del giocatore A, il giocatore che deciderà di chiamarlo (giocatore B) utilizzerà a sua volta un range di mani abbastanza ampio per sfruttare la posizione.
 
Dunque, quando l'azione passa a noi, sappiamo che entrambi i giocatori in gioco avranno un range di mani molto ampio, e saranno disposti a foldare una buona parte del loro range. Le nostre carte, in una situazione del genere, sono praticamente irrilevanti, perché questa giocata si basa soltanto sulla lettura della situazione che si è venuta a creare. Ovviamente, prima di pensare che questa giocata sia molto semplice, andiamo a spiegare alcuni dei fattori che la influenzano maggiormente.
 
Consigli sull'utilizzo dello squeeze
Le reads
Le read sui giocatori che devono ancora parlare dopo di noi sono tanto importanti quanto quelle che abbiamo sull'original raiser e sul caller. Dobbiamo essere abbastanza sicuri di non ritrovarci in una situazione in cui uno degli altri giocatori che devono ancora parlare chiami, altrimenti potremmo trovarci in una situazione molto complicata.
 
Ecco perché è consigliabile effettuare lo squeeze quando siamo in una buona posizione; con meno giocatori che devono parlare dopo di noi, le possibilità di ricevere azione da chi deve andora agire diminuiscono.
 
L'immagine al tavolo
Anche la nostra immagine al tavolo svolge un ruolo molto importante. Se siamo entrati in molti piatti ed abbiamo fatto qualche giocata particolare, i nostri avversari tenderanno a non crederci, e le possibilità di successo del nostro squeeze diminuiscono. In pratica, più la nostra immagine è quella del giocatore tight, più aumentano le possibilità di riuscita del nostro squeeze.
 
Le dimensioni del re-raise
Un altro fattore molto importante è l'importo del nostro re-raise. La dimensione del nostro squeeze deve essere abbastanza grande da convincere i nostri avversari ad uscire dalla mano - il che, solitamente, significa mettere dentro tutto il nostro stack. Ovviamente, lo squeeze è meno efficace quando siamo shortstack, ed il nostro re-raise all-in non è abbastanza grande da spaventare gli avversari; per questo, quando decidiamo di squeezare in all-in, dobbiamo assicurarci di avere almeno 5 volte la size dell'original raiser.
 
Tratto da www.thepokerbank.com
Tradotto da Marcellus88

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.