PokerStars.it homepage
Mano della settimana: Bluffing with nothing!

Benvenuti a un nuovo appuntamento con la mano della settimana. Questa che vi proponiamo è sicuramente una mano molto interessante a livello psicologico, dato l'alto livello di pensiero. Essendo tra i migliori professionisti, entrambi ragionano ad un livello 4, cioè riescono prima di ogni decisione ad arrivare a porsi la domanda: "cosa pensa l'avversario che io pensi che egli abbia?".

 

In questa spettacolare mano, Phil Ivey (6 braccialetti WSOP, l'ultimo pochi giorni fa) sta giocando heads-up contro Paul Jackson per la "modica" somma di 1 milione di dollari e guardate che succede:

 

 

 

Pot 44.000 chips, le mani iniziali sono per Ivey e per Jackson sul button. Jackson copre il grande buio di Ivey, che al suo turno rilancia di 60.000 chips. Jackson chiama e si va la flop che è . Entrambi sono in bianco, ma ora inizia lo show: Ivey betta 80.000 che Jackson rilancia fino a 170.000. Phil ci pensa e copre le 90.000 chips del rilancio e contro rilancia di altre 150.000. Ora è il turno di Jackson, che capisce che Ivey non ha una made hand ma non ha il coraggio di mandare la vasca e copre le 150.000, rilanciando di altre 150.000 lasciandosi 380.000 chips di stack restante. Secondo me qui Jackson fa un grave errore non puschando all-in e dando un segno di debolezza. Ivey da gran campione, con le sue ultime 580.000 chip, capisce che deve rischiare e manda la vasca, con Jackson che a questo punto è costretto ad un easy fold. 

 

Ora vi chiedo di entrare nella testa dei giocatori durante la mano. Che ragionamenti hanno fatto i due nelle varie fasi della mano?. Scrivetelo qui.



 

 

 

 

 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.