PokerStars.it homepage
;
Motivi per puntare (pt 5)


http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg
 
Per protection
Su determinati board, avremo la necessità di puntare per proteggere le nostre mani dai draw. Anche questa è una bet per valore, in quanto molto probabilmente, al momento, abbiamo la mano migliore e non vogliamo dare al nostro avversario la possibilità di chiudere il suo progetto gratuitamente. Una grossa leak di chi gioca ai microlimiti è quella di far giocare all'avversario un draw economicamente per paura che molli la mano. In questo caso, credendo che il nostro avversario non sia disposto a pagare molto con un draw (quando ai microlimiti è esattamente il contrario) stiamo perdendo molto valore e regalando buone odds al nostro avversario. Difficilmente folderanno se hanno la possibilità di avere un buon punto allamano successiva, quindi non esitiamo a caricarli.
Oltre che a proteggerci dai draw, a volte dovremo anche proteggerci dai bluff:
In questa mano, l'avversario è un reg 18/14 tricky con fold to 3bet 65%.
NL50, 9 giocatori
  
BTN: 28.85€
Hero (SB): 82.80€
BB: 52.85€
UTG: 50.25€
UTG+1: 20.55€
UTG+2: 15.55€
MP1: 49.15€
MP2: 51.30€
CO: 50.00€
 
Preflop (0.75€): Hero è SB con
5 fold, CO raise a 1.50€, 1 fold, Hero raise a 5.50€, 1 fold, CO call.
  
Flop (11.50€):  
 
Hero bet 8€, 1 fold.
In quest'esempio, pur non aspettandoci di venire chiamati da mani peggiori né far foldare mani migliori, ci troviamo comunque in uno spot dove ci conviene spesso puntare (ovviamente in base all'avversario) perché checkando daremo all'avversario la doppia possibilità di bluffarci e value-bettarci, quindi puntare per terminare subito la mano, qualunque sia la seguente azione dell'avversario, è la scelta migliore. 
 
Blocking bet
Una blocking bet è una variante della protection bet. E' una bet fatta al turn o al river per non far decidere al nostro avversario il prezzo da pagare per la street successiva o per arrivare allo showdown (generalmente è una bet piccola, ½ piatto o meno). La blocking bet è un'arma molto utile quando pensiamo di avere la mano migliore, ma non vogliamo spendere troppo per chiamare e siamo abbastanza sicuri che le possibilità di essere rilanciati siano scarse.
 
Bet per bilanciare i range
Quando iniziamo a giocare contro avversari più sofisticati, che ci mettono su un range e riescono a leggere le nostre size, è spesso necessario bilanciare i range. Ovvero, puntiamo allo stesso modo con mani dalla forza differente per evitare che il nostro avversario capisca cosa abbiamo.
 
Un buon esempio è il problema che molti giocatori hanno al NL50. Dopo un certo numero di mani, alcuni avversari smetteranno di pagare i loro punti forti, perché quando rilanciano al flop o al turn lo fanno esclusivamente con buone mani e sono molto facili da leggere. Una buona contromossa potrebbe essere quella di rilnciare più flop in bluff o (meglio) in semi-bluff, ottenendo il doppio vantaggio di venir pagati di più quando si chiude il progetto (i giocatori sono più propensi a giocarsi tutto lo stack contro avversari aggressivi) e di riuscire a prendere molti piccoli piatti uncontested quando sappiamo che hanno un'alta tendenza a foldare.

 
Sommario
  
Ogni volta che puntiamo, dobbiamo essere consapevoli che lo stiamo facendo per un motivo.
 
Puntiamo per far chiamare mani peggiori e per far foldare mani migliori. Ci sono altri motivi per puntare, ma le nostre bet rientreranno sempre nelle categorie di "value" e "bluff".
 
Value-bettiamo di più, bluffiamo di meno.
Bettiamo per altri motivi solo quando siamo sicuri di questi altri motivi.
 
Tratto dal forum twoplustwo
 
 
Tradotto da Marcellus88
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.