PokerStars.it homepage
Poker Online: uno studio rivela, la privazione del sonno aiuta a vincere
By misterD77 -

STATI UNITI - Tutti i giocatori professionisti di Poker sanno bene che la fiducia in sé stessi è un elemento chiave della vittoria; i giocatori che credono di poter vincere, tendono a rendere di più ai tavoli rispetto a quelli che dubitano delle proprie capacità.

sonno

Ora un recente studio ha svelato che la privazione del sonno può effettivamente essere un vantaggio per i giocatori di poker. La ricerca ha indicato che coloro che sono stati privati del sonno riescono a focalizzare l'attenzione sui risultati positivi in maniera diversa e, sembra migliore, rispetto a coloro che hanno un ritmo sonno/veglia più costante.

Per i giocatori di poker, questo si tradurrebbe in un rendimento maggiore nei tornei giocati durante la notte.

Ventinove partecipanti hanno accettato di essere testati in varie condizioni. I soggetti sono stati testati dopo una notte di sonno di otto ore e dopo una notte durante la quale hanno dormito poco più di 4 ore. I risultati hanno mostrato che, dopo una notte piena di sonno, le prospettive dei partecipanti erano decisamente peggiori.
 
"Questo studio potrebbe spiegare perché i giocatori di poker online preferiscono giocare nel mezzo della notte", ha riferito l'analista Brad Dawkins. "A volte i giocatori di poker soggiornano ai tavoli per più di otto ore alla volta, e molti di loro hanno dichiarato di rendere meglio al tavolo dopo che hanno giocato per molte ore consecutive, soprattutto durante le ore notturne".
 
Nei casinò e nelle sale da poker in tutto il mondo la folla a tarda notte riempie le sale, ed a molti professionisti piace giocare in quel momento proprio perché il  livello di concorrenza è più alto e stimolante.

Naturalmente questo studio ha sottolineato come la privazione del sonno non sia consigliata: la ricerca ha cercato esclusivamente di capire come mai molti tra i più importanti poker players preferiscano giocare di notte.
 
In ogni caso l'eccessiva fiducia in sé stessi non ha sempre risvolti positivi per i giocatori professionisti e tantomeno la privazione del sonno; Will Brockman recentemente ha dichiarato:" Ho perso la maggior parte dei soldi nel corso degli anni a giocare a poker dopo le 2.00 am e di solito dopo che sono stato al casinò per tutta la notte. Sapendo che sto per terminare la giornata, prendo qualche rischio in più ed inevitabilmente torno a casa a mani vuote".
 
Dopo le ricerche sull'importanza dell'allenamento fisico e mentale nel poker, questo studio sulla privazione del sonno sembra ribaltare la situazione, anche se i ricercatori coinvolti hanno precisato come lo studio fosse diretto solo a spiegare un'abitudine dei giocatori, piuttosto che rappresentare un consiglio.

Fonte: www.agicops.com

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.