PokerStars.it homepage
Quali statistiche visualizzare nel nostro hud, e come sistemarle? (pt 2)
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg
 
 
Attempt to steal (ATS)
Molto importante per capire quanto il nostro avversario conosca il gioco in posizione. Da CO e BTN, tratto questo numero esattamente come il PFR, ed aggiusto le mie reazioni di conseguenza. Se, invece, il giocatore in questione ha un ATS superiore rispetto al PFR, vuol dire che ha approfondito un po' di più la conoscienza del gioco, e tendo a dargli un po' più di rispetto. Una cosa che ho notato è che contro questi giocatori tendiamo ad avere una maggiore fold equity, perché difficilmente sono delle calling station postflop e sono in genere capaci di foldare anche mani decenti.

 
 
Fold to steal da small/big blind (FTS)
Un altro indicatore base della forza di una mano. Se una persona folda tantissimo dai blinds, sappiamo che quando chiamerà un raise avrà una buona mano. Se, al contrario, ci troviamo di fronte ad un abitudinario della difesa dei blinds, possiamo presumere che abbia una mano debole anche quando chiama un raise. Combinato alla fold to c-bet, queste statistiche ci fanno sapere se rubare i bui ad un determinato giocatore sia profittevole o meno.

 
 
Went to showdown percentage (WtSD%)
Più è alto il numero, più il nostro avversario è catalogabile come calling station. Non è un "numero magico" che ci dice se sia profittevole o meno quest'avversario; piuttosto, ci serve per iniziare a capire come aggiustarci nei suoi confronti. Contro un avversario con alto WtSD%, dobbiamo valuebettare light e bluffare di rado. Contro un avversario che ha questa statistica bassa, al contrario, dobbiamo valuebettare con mani più forti e bluffare più spesso.

 
 
Won money at showdown (W$SD)
Un'altra statistica molto utile, che misura le abilità postflop del nostro avversario. Più è alto questo numero, più è probabile che il nostro avversario avrà una mano forte quando arriva allo showdown. Ci aiuta a decidere quanto light può essere la nostra valuebet contro un avversario e quanto light possiamo chiamarlo. Ci aiuta a distinguere bene i LAG forti dai LAG scarsi, i nitty dai TAG ed i maniac dagli avversari aggressivi con intelligenza. Se un avversario ha un W$SD particolarmente alto, li considero weak tight e li bluffo frequentemente. Possiamo anche diminuire le size delle nostre puntate, grazie al fatto che sappiamo che non sarà difficile buttarli fuori dalla mano. Se invece giochiamo contro qualcuno con W$SD molto basso, possiamo valuebettarli molto di più, sapendo che verremo chiamati. Possiamo anche alzare le nostre size, perché sappiamo che difficilmente folderanno.

 
 
Total hands
Un numero estremamente importante, che serve a capire quanto affidabili possano essere le informazioni nel nostro HUD. Dopo circa 50 mani, statistiche come VPIP e PFR iniziano ad essere significative. W$SD è una statistica che ha bisogno di diverse migliaia di mani prima di essere affidabile, mentre il WtSD lo diventa prima.

Oltre queste statistiche immediatamente visibili, ci sono quelle che possiamo vedere nei pop up. In questo modo, quando qualcuno effettua una mossa molto forte contro di noi, abbiamo un accesso abbastanza rapido a tutto quello che ci serve sapere. Quanto spesso vincono la mano quando check/raisano al turn? Quanto spesso cold-callano preflop? Quanto spesso raisano alle c-bet? Quanto spesso vincono quando vedono il flop? Quanto spesso check/raisano al river? Non possiamo mai sapere quando uno di questi fattori può entrare in gioco e salvarci uno stack, e visto che non ci costa nulla includere queste informazioni nei pop up del nostro HUD, dovremo assicurarci di avere accesso anche a queste statistiche che ci servono meno frequentemente.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.