PokerStars.it homepage
Reads e note (pt 1)
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Le reads su un avversario sono una delle componenti fondamentali quando ci sediamo ad un tavolo da poker. In questo articolo scopriremo come utilizzare queste reads, mettendole per iscritto grazie all'utilissima funzionalità che offre PokerStars di prendere le note su di essi. 
 
Prima regola: dobbiamo applicare le reads che abbiamo al contesto ed all'history che abbiamo: ha senso ciò che sta facendo l'avversario?
Esempio di qualche giorno fa: avevo QQ dal BB, ed in 4 hanno limpato fino a me, compreso lo SB. Quindi ho deciso di rilanciare 8x, ed hanno foldato tutti fino allo SB (che è un giocatore TAG). Quest'ultimo è andato all-in per 50bb. Ha senso questa giocata? E' possibile che abbiagiocato in limp-reraise con una mano come AA o KK con il solo BB che doveva ancora parlare? La risposta, chiaramente, è no. Probabilmente sono stato messo su uno squeeze, ed ha supposto che avessi una mano medio-debole. Non era così. Ho chiamato, e dominavo totalmente la sua mano (aveva QJ). Ogni volta che un avversario effettua un tipo di giocata, dobbiamo cercare di contestualizzarla in base a quello che è successo o sta succedendo.

Ecco alcune preziosissime reads che possiamo prendere sull'avversario.
 
Read 1: avversari che overplayano TPTK
Ad uno dei miei avversari ho scritto la nota "Gioca TPTK come se fosse il nuts, anche A9 su 7889 three tone".
Ho usato questa read per prendere tutto il suo stack almeno 4 volte.
Ovviamente, il tutto va sempre eseguito in un determinato contesto. Ad esempio, se stiamo giocando contro un avversario loose passive che non sa foldare top pair e che ha rilanciato preflop, se il board è con 7 carta alta sappiamo che difficilmente avrà top pair di 7, ma è molto più probabile che abbia un'overpair. 
 
Read 2: avversari che giocano troppo aggressivamente quando il board presenta un draw
Questi sono i migliori avversari da affrontare quando floppiamo bene, perché non abbiamo bisogno di puntare o rilanciare, in quanto non avranno il draw molto spesso. Ad esempio, abbiamo pocket pair di 7 in posizione. L'avversario rilancia e noi chiamiamo. Al flop scendono xx7 con due picche. L'avversario potta, noi chiamiamo. Al turn scende una blank, l'avversario pusha e noi chiamiamo, e gli togliamo tutto il suo stack con il nostro set contro i suoi A. In questo caso, l'avversario ha overplayato la sua overpair perché al flop c'era un draw, e ne aveva paura. 
 
Read 3: avversario calling station
Una delle cose più importanti da conoscere di un avversario. Non semi-bluffiamo questi avversari, né tantomeno 3bettiamoli preflop con una mano che probabilmente sarebbe in flip contro la loro, perché ci chiameranno e saremo solo al 50%. Aspettiamo di legare il nostro punto, perché ci chiameranno anche in quel caso. Difficilmente folderanno la loro top pair anche su un board con 4 carte dello stesso seme. La nostra linea contro di loro deve essere valuebet-valuebet-valuebet. La scorsa settimana mi è capitato di giocare contro uno di questi avversari. Al turn ho chiamato la sua overbet di 20€ su un piatto di 10€ con 4/5 di colore, su board TJQK. Al river ho legato il mio colore, ho overpushato per 250€ e mi ha chiamato con la sua scala da A a T. 
 
Read 4: avversario che minibetta il draw
In molti fanno questa mossa. Minibettano per provare a comprare il turn a poco prezzo, per non foldare nemmeno di fronte al nostro grosso raise. Sinceramente, non ho idea di cosa passi loro per la testa...Sanno di non poter spendere troppo per seguire il loro draw, ed infatti puntano poco, ma poi chiamano comunque. Puniamo questi avversari, e se si chiude il draw, foldiamo senza pensarci troppo su.
 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

 
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.