PokerStars.it homepage
Ripassando le basi (di Henrique Pinho)
Il poker online diventa ogni giorno più difficile. La competizione è feroce. Credo che tornare a concentrarsi sulle cose base, su quelle cose che hanno fatto da fondamento per il nostro miglior poker, ma alle quali nessuno più pensa, potrebbe aiutare.
Innanzitutto, si dovrebbe cercare di non avere alcuna distrazione. So che non è sempre possibile, ma se si gioca concentrati al 100% si commettono meno errori, e gli errori che facciamo ci costano meno. Per me, le distrazioni più grandi sono la TV, Facebook e Skype. Sto provando a toglierli quando devo giocare.
Secondo, si dovrebbero giocare tanti tavoli quanti pensiamo di poterne aprire, senza esserne condizionati. Molte persone passano direttamente da un tavolo a dieci tavoli. Così non funziona. Se ora giocate un tavolo, la prossima settimana passate a due. Se ne giocate due, provate ad aprirne 3 o 4 la prossima settimana.

Henrique-Pinho_2013-PCA-Main-Event_Day1A_Giron_8JG5097.jpg

Se apriamo troppi tavoli, li giocheremo tutti male – non solo quelli "in più". Ricordo di una Domenica, durante la quale avevo 25 tavoli aperti. I tavoli si mettevano in evidenza in continuazione e stavo perdendo il controllo. Anche la minima distrazione causava il sit out di due tornei, senza che nemmeno me ne rendessi conto. Non mi sentivo a mio agio, e non ero soddisfatto del mio gioco, quella Domenica.
Provare a capire come giocano i nostri avversari più bravi. Se vedete un giocatore che gioca bene e volete sapere perché gioca in quel modo, seguitelo. Probabilmente avrà postato qualche mano su un forum; magari ha un blog. Leggete quello che scrive in modo da sapere come gioca, per migliorare il nostro gioco e giocare meglio contro di lui. Ci sono alcuni avversari contro cui gioco molto bene perché ho scritto delle note ed ho delle read su di loro.
Le note che Pokerstars ci consente di prendere sono molto utili. Molte volte giochiamo contro uno stesso giocatore, perché è un reg e si siede in molti tavoli. Possiamo prendere delle note su di loro e dividerli in categorie, grazie ai colori. Sono sicuro che il 95% dei buoni giocatori su Pokerstars ha note sugli avversari.
Quando ho iniziato a giocare 6 o 7 anni fa, non c'era molto materiale in giro, e quello che c'era non era molto buono. Sono un giocatore praticamente autodidatta. Oggi c'è molto più materiale online, per cui non mi sento di dare questo consiglio, perché studiare col materiale che si trova in giro ci consente di migliorare molto più velocemente. Se vogliamo migliorare in fretta, possiamo leggere libri o guardare video di giocatori più esperti.
Anche se oggi siamo vincenti e battiamo il field, dovremmo continuare a studiare e migliorarci ogni giorno. Non fermiamoci, e non pensiamo di essere il miglior giocatore al mondo solo perché abbiamo vinto qualche torneo. L'anno prossimo potrebbe non essere così, perché gli altri stanno continuando a migliorarsi. Quindi, anche noi dobbiamo provare a migliorare il nostro gioco ogni giorno. Iniziamo dalle cose più semplici, ed avremo delle buone basi sulle quali poggiarci, andando avanti.

Fonte: www.pokerstarsblog.com/team_pokerstars_blogs/henrique_pinho/2013/back-to-basics-132274.html
 
Tradotto da Marcellus88

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.