PokerStars.it homepage
Riunione di famiglia norvegese (di Johnny Lodden)

Ecco qualcosa che forse non sapete della Norvegia. Mentre siamo liberi di giocare a poker online, il poker live è illegale. Nonostante questo ostacolo, riusciamo ad organizzare una delle migliori serie di tornei live in Europa – il Norwegian Championship. Per me è la settimana di poker più divertente dell'anno. L'unico problema è che, a causa della nostra legge, non possiamo giocarlo in Norvegia. Nonostante il governo stia pensando ad una eccezione annuale per tenere la serie ad Oslo, negli ultimi 3 anni il Norwegian Championship è stato giocato in un club di golf poco fuori Dublino.

Giocare ad Oslo porterebbe un'incredibile crescita al Norwegian Championship, che ha già comunque nel Main Event uno dei più grandi tornei in tutta Europa. Quest'anno si sono iscritti ben 1263 giocatori! Il festival dura 8 giorni e comprende oltre 50 eventi, con buy in che vanno da 60€ all'High Roller da 2000€. Per partecipare ai tornei si deve essere in possesso di passaporto norvegese, ma il cash game è aperto a tutti. C'è così tanta azione che moltissime persone da tutta Europa si prendono anche una settimana di ferie da lavoro per venire a giocare cash game. Quest'anno siamo arrivati addirittura a 62 tavoli aperti contemporaneamente – il numero più alto al mondo, escludendo Las Vegas.

Ciò che rende il Norwegian Championship davvero unico è l'atmosfera. Nessuno è stressato, nessuno vuole litigare, a nessuno importa perdere. Questa settimana non è basata sul fare un buon risultato o sul tenere un ROI alto, ma sull'incontrare amici che non si vedono da tempo, mentre ci si rilassa al bar con un cocktail. Ho molti amici che non giocano tornei con buy in alti come gli EPT, ma non mancano ad una singola tappa del Norwegian Championship. E' come una riunione di famiglia. Tutti sono felici di parteciparvi, e non si preoccupano più di tanto se tornano a casa senza aver vinto nulla.

Personalmente, ogni volta che ci vado cerco di giocare tutti gli eventi che posso, e quest'anno non è stato diverso. Sono arrivato ITM al 1000€ HU ed al 500€ 6-max LHE, ma ho sbollato l'Horse. Al contrario di ET e WSOP, però, sbollare non è un peso, perché tutta la durata dell'evento è una festa. Io stesso ero più concentrato a divertirmi che ad ottenere grossi risultati.

Ogni volta che sono all'EPT è la stessa storia. Con l'avvicinarsi della primavera, gli altri giocatori mi chiedono: "Parteciperai al Norwegian Championship quest'anno?" Io rispondo che non me lo perderei per nulla al mondo, e loro mi raccontano una loro pazza avventura. Questi giocatori hanno viaggiato in tutto il mondo per giocare, ma hanno finalmente capito qualcosa che io sapevo già da anni – non esiste nulla come il Norwegian Championship!

johnny_lodden_team_pro.jpg
 
Tratto da pokerstarsblog.com
Tradotto da Marcellus88
 

 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.