PokerStars.it homepage
Sicilia, approvata la legge sui due casinò
 

Con 39 voti favorevoli, 12 contrari e 4 astenuti, l'Assemblea regionale siciliana ha approvato il disegno di legge voto da sottoporre al Parlamento italiano che prevede, nella versione uscita dalla commissione Affari istituzionali, l'apertura di due casinò, uno a Taormina e l'altro a Palermo.

Gli emendamenti presentati in aula sono stati o respinti o ritirati. Nel corso della seduta è stato anche presentato e approvato un ordine del giorno che impegna il governo ad adoperarsi per il dlgs sui casinò in Sicilia.
 
IL TESTO DELLA LEGGE

La legge, del cui disegno è stato proponente il deputato di Articolo 4 Nicola Lino Leanza, si compone di un solo articolo 'Istituzione di una casa da gioco nei comuni di Taormina e Palermo'.

1 – Al fine di garantire al settore turistico condizioni analoghe a quelle di altre Regioni e di altri Stati membri dell'Unione europea, in deroga agli articolo 718, 719, 720, 721 e 722 del Codice penale, nel territorio della Regione siciliana è autorizzata l'apertura di una casa da gioco nel comune di Taormina, considerata l'alta vocazione turistica del medesimo comune, e di una casa da gioco nel comune di Palermo, città d'arte.

2 – Con successiva legge regionale saranno individuati:

a) il procedimento per l'apertura delle case da gioco, autorizzate ai sensi del comma 1, sentiti i comuni di Taormina e Palermo per l'individuazione della sede delle case da gioco nel territorio comunale;
b) le modalità di gestione delle case da gioco, oggetto di concessioni amministrative e affidate a società per azioni individuate secondo procedure di evidenza pubblica;
c) la durata delle concessioni amministrative;
d) l'individuazione dei tipi di giochi autorizzati;
e) i giorni di chiusura e gli orari di apertura al pubblico dei locali adibiti al gioco.


Fonte: GiocoNews

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.