PokerStars.it homepage
Sopravvalutare le implied odds
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Si tratta di un concetto base, al quale probabilmente molti di noi hanno già pensato. Consideriamo la seguente hand history:

Stack di 100BB al NLx
Abbiamo da BB
UTG apre a 5BB, BTN e SB chiamano e così facciamo anche noi.
Il flop è (20.5BB)
Check fino ad UTG che c-betta 20BB, e tutti foldano, fino a noi.
A questo punto cosa facciamo? Fold, call o raise?

Quando la parola arriva a noi, il piatto è di 40.5BB, e dobbiamo spenderne 20 per chiamare. Per quanto riguarda le pot odds, dovremmo sicuramente foldare, in quanto avremo pot odds di 2:1, ma chiuderemo il nostro punto solo 1 volta su 5. Però, molti giocatori chiamano e giustificano il loro call affermando che hanno a le implied odds che rendono il loro call profittevole.
Ma questa frase è frutto di un ragionamento o serve solo a giustificare la loro voglia di speeware? Quanto grandi sono, esattamente, le implied odds in una mano come quella sopra? E' questa la domanda da fare, ed è probabilmente la più difficile alla quale dare una risposta. E' difficile perché dipende da molti fattori, ed il principale di questi fattori è la tendenza di gioco dell'avversario.

Analizziamo.
Per semplificare, assumeremo che ogni volta che leghiamo avremo la mano migliore e non verremo battuti – il che non è vero.
Prenderemo una delle nostre 9 outs 9 volte su 47, ovvero circa il 20% delle volte.
Quindi, diciamo che 1 volta su 5 che chiamiamo, vinciamo la mano.
Ciò significa che 4 volte su 5 perderemo 20BB, mentre 1 volta su 5 ne vinceremo 40.5+ le implied odds.
Ne segue che il nostro profitto sarà:

Implied odds=x
P = 0.8(-20) + 0.2(40.5+x)
La nostra "x" è una variabile talmente mutevole (perché varia in base al range, alle tendenze dell'avversario ed a molti altri fattori) che dobbiamo trovare il punto di break even per riuscire a capire approssimativamente quanto dovrà essere disposto a spendere il nostro avversario per farci fare profitto con le implied odds.

0 = -16 + 0.2x + 8.1 → -2x = -7.9 → x = 39.5

Quindi, per fare break even, abbiamo bisogno che il nostro avversario spenda almeno altri 39.5BB ogni volta che hittiamo il nostro colore.
Considerando gli stack nel nostro esempio, il piatto dopo il nostro call sarà di 60BB e gli stack rimanenti di 75BB. Di questi 75, dobbiamo riuscire ad estrarne almeno 40 SOLO PER FARE EVEN (in media).
Tuttavia, sarà abbastanza chiaro per il nostro avversario che il flush draw è nel nostro range, quindi spesso non sarà disposto a non pagarci quando lo chiudiamo, rendendo il nostro call iniziale -EV.
Contro avversari non pensanti, possiamo permetterci questo tipo di giocate. Ma cosa succederebbe con stack più piccoli, anche di poco? E con stack molto più grandi? Ed eliminando l'assunzione che non vinceremo ogni volta che leghiamo il nostro colore?
Al flop è uno spot abbastanza marginale. Se hittiamo la nostra mano, abbiamo bisogno di estrarre oltre metà dello stack del nostro avversario per fare positivo, oppure avremo fatto un call -EV. Dobbiamo giudicare bene quando effettuare call per implied odds, perché se le sopravvalutiamo l'unico risultato che otterremo sarà quello di sperperare soldi, senza nemmeno rendercene conto.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.