PokerStars.it homepage
Sopravvivere ad un downswing (pt 2)
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

"Tutti al tavolo giocano contro di me." A nessuno interessa del vostro downswing, e se giocate un buon poker non sentiranno l' "odore del sangue". Cercate di resistere un po' ed osservare l'azione. Se continuate a credere che giochino sempre contro di voi, cercate un motivo per rimanere al tavolo – ovvero, scovate il fish. Se non riuscite a trovarlo, probabilmente il fish siete voi, ma voi non siete fish. E allora, perché rimanete seduti ad un tavolo senza fish? Se credete di essere senza speranza al tavolo in cui vi trovate, alzatevi e cercatene uno migliore. Non dovete provare agli altri giocatori che sapete giocare. Se siete convinti che tutti vogliano giocare contro di voi, cambiate limiti, orari di gioco, sito o qualsiasi altra cosa. Se la sensazione continua, forse fareste meglio a prendere un coach che dia un'occhiata al vostro gioco.

Quando giocate bene, sembra che gli avversari giochino a carte scoperte. Questo perché il poker è un gioco basato sui range, e quando avete la mente abbastanza lucida da riuscite ad assegnarli correttamente, il gioco sembra incredibilmente più semplice. Tuttavia, quando attraversate un downswign, iniziate a stringere i vostri range, e "sperate" che i vostri avversari non abbiano quelle carte, piuttosto che pensare se potrebbero davvero avere quella mano o no.

Ecco alcuni consigli per giocatori dei microlimiti che attraversano un periodo di downswing. Se li seguite, uscirne e riguadagnare la vostra sicurezza sarà più facile:

  1. Scegliete i tavoli. Non c'è vergogna nel giocare per soldi facili.
  2. Concentratevi sulle cose semplici.
  3. Chiudete i range dalle prime tre posizioni.
  4. Pensate che i vostri avversari giochino un gioco ABC finché non avrete motivo di credere il contrario. Ovviamente, valutate su ogni street: ci sono giocatori che possono essere loose preflop, ma rallentare quando incontrano resistenza dopo il flop, e vice versa. Prestate particolare attenzione quando effettuano una giocata che non vi aspettavate.
  5. Non chiamate una bet al flop se non potete chiamare una pot size bet al turn.
  6. Non continuate a bluffare le carte che non migliorano la vostra mano.
  7. Non c-bettate se siete in multiway e fuori posizione.
  8. Fate una scheda mentale di ogni giocatore al tavolo. Determinate con cosa sono disposti a mettere in mezzo tutto il loro stack. Se sono disposti a farlo con TPTK, ricordatelo, in modo da essere predisposti a giocarvele tutte con overpair. Se lo fanno con overpair, assicuratevi di farlo con almeno doppia coppia. Ciò dovrebbe aiutarvi a pianificare come vincere i loro stack, e tenervi lontani dalle situazioni -EV. Questo punto porta a...
  9. Concentratevi a vincere gli stack, non i piatti. Il valore delle mani cambia costantemente durante una sessione, o anche durante il corso di una stessa mano. AK è un'ottima mano preflop contro un avversario che ha uno stack di 20BB, ma non è più così buona contro un vversario forte che di BB ne ha 300 su flop Axx.
  10. Non preoccupatevi di essere outplayati, cercate soltanto di determinare lucidamente se siete avanti o dietro il range del vostro avversario, ed agite di conseguenza.
  11. Value-bettate thin al river.

Se seguite queste semplici regole, i downswing non saranno più così pesanti, e riuscirete a gestirli molto più serenamente.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88


 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.