PokerStars.it homepage
Terry, il fold del secolo

Todd Terry
 

La mano che vi stiamo per raccontare è stata giocata la scorsa notte al Rio Casino di Las Vegas. Una precisazione inziale doverosa perché è difficile credere al "fold" visto durante l'evento #16 delle WSOP, il "No Limit Hold'em Six Handed". Un torneo con 1604 partecipanti, un prizepool da oltre 2 milioni di dollari e una prima moneta da 450K.

Il protagonista è il fortissimo Pro americano Todd Terry, giocatore che in carriera ha vinto circa due milioni di dollari. Qui è autore di una giocata che se non fosse stata fatta da uno del suo blasone sarebbe passata per la più assurda delle WSOP.
 
L'azione è arrivata al turn. Sul tavolo ci sono 7(f)-A(q)-K(q)-J(p). Thijmen Stocker betta 9.000, Todd si limita al call. Il river è un secondo asso. Stocker opta per il check, a cui segue la bet da 25K di Todd. Check-raise di Stocker con push a 65K. Qui l'incredibile, Todd ci pensa, analizza a voce alta dicendo: "Non credo che tu possa aver fatto questa mossa coi K" e poi domanda "second nuts non basta qui vero?"
 
Stocker non risponde e aspetta con qualche sospiro la decisione del suo avversario. Dopo qualche minuto di riflessione Todd folda girando A(c)-J(q). Sì, ha passato un full d'assi e jack, pensando che Stocker avesse AK.
 
Un fold che ha subito innescato le critiche più veementi sui blog e forum USA e qualche complimento. Come è possibile foldare second nuts al river in quel modo? Alcuni parlano di collusion, ma avendo Terry mostrato il proprio punto sembra difficile crederlo. Mossa geniale o folle? A ciascuno l'ardua sentenza.


Fonte:www.sportmediaset.mediaset.it

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.