PokerStars.it homepage
Tutto ciò che possiamo imparare dallo zoom poker (pt 2)
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg
 
 
Cosa sappiamo REALMENTE?
Tutti amiamo l'HUD. Ci da così tante informazioni in anticipo sui nostri avversari che possiamo prendere decisioni differenti contro ognuno. Tanto che ognuno ha un pop up personalizzato in base a quello che ritiene più utile sapere degli avversari.
Ma, con lo zoom poker, le mani che giochiamo contro un avversario sono infinitamente di meno, e la validità delle statsnon è la stessa di un ring game normale. Dobbiamo quindi concentrarci su quello che sappiamo realmente, ovvero: posizione, tipi di puntate e texture del board.
Queste tre informazioni sono assolute nel poker, e ancor più nello zoom. Concentrarsi su questi fondamentali farà incrementare la nostra "linea verde".
Controllando il nostro software, possiamo accorgercene anche noi: molte statistiche possono essere fuorvianti. Le statistiche più attendibili che abbiamo sono VPIP, PFR 3bet e fold to 3bet. Le altre variano enormemente, sia le nostre che quelle degli avversari. 
 
L'effetto dei "molti"
"YES, ho stackato questo avversario, e ancora sono passati solo 15 minuti! Maq...Come mai non ho vinto niente?" Questa è una domanda che probabilmente si sono fatti molti giocatori di zoom. Avere una bella linea rossa è fa sicuramente figo, ma non ci accorgiamo di quanti soldi stiamo perdendo aspettando "lo spot perfetto"? Perché non abbiamo provato a contrattaccare quel pessimo tentativo di resteal, o quella bet al river che non dimostrava niente? Non stiamo dicendo che bisogna diventare LAG, ma queste leaks ci costano davvero tanto.
 
La stanza e le dinamiche tra reg
Mentre il poker è basato su pochi avversari, nello zoom si gioca contro molti ed il gioco varia in base a questi "molti". Sappiamo tutti che il Sabato sera si gioca in modo diverso rispetto al Mercoledì mattina. Le vacanze sono diverse rispetto ai giorni in cui c'è qualche bonus.
Visto che possiamo giocare solo 4 tavoli alla volta, non è difficile accorgersi dello stile di gioco in una determinata stanza. Se vediamo che ci sono molti reg, stringiamo i range. Allarghiamoli quando ci sono molti nits.
Anche le dinamiche tra reg cambiano. Molti giocatori confondono le dinamiche del tavolo con le dinamiche tra reg. "Questo tizio mi ha 3bettato 3volte di fila, quindi adesso lo 4betto con K9". Questo ragionamento è assolutamente da evitare per lo zoom, perché la maggior parte dei giocatori decide se giocare SOLO in base alle sue carte. Per esserci delle dinamiche tra reg, serve tanta, ma tanta history. Ciò significa che spesso i nostri avversari tendono ad adattarsi al nostro gioco molto meno di quello che pensiamo. 
 
Combattere il ritmo
Parecchi reg di zoom dicono spesso: "odio quando mi faccio trasportare dalla velocità e quick foldo 55" o "Come ho fatto a perdere 41BB in 25 minuti?". Nello zoom l'azione è costante, ed è facile mettersi in modalità automatica o in modalità tilt. I giocatori online devono costantemente combattere questo grosso leak. Se non prestiamo attenzione a quello che succede attorno a noi, ci metteremo poco a prendere cattive decisioni o a farci "scendere la catena". Ognuna di queste due cose è particolarmente enfatizzata nello zoom, a causa delle decisioni rapide che devono essere prese in ogni mano. La più grande raccomandazione è quella di non farsi prendere dal ritmo e di concentrarsi su cosa si deve fare e su come dev'essere fatto.
 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

 
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.