PokerStars.it homepage
;
Una strada lunga ed impervia (di Angel Guillen)

A cavallo tra la fine del 2013 e l'inizio del 2014 ho viaggiato davvero molto. Sono stato a Barcellona per l'EPT, poi in Sud America, nel Costa Rica, dove si è tenuto un torneo freeroll in cui hanno partecipato tutti gli impiegati di PokerStars. Mi sono divertito molto, anche perché sono riuscito a vincere proprio l'ultimo torneo citato, ma la vittoria non è stato l'unico motivo del mio divertimento.

Al freeroll hanno partecipato circa 100 persone, e laparte migliore di quest'esperienza è stata poter parlare con persone che, fino ad oggi, avevo avuto il modo di "conoscere" solo tramite e-mail. E' stato fantastico riuscire a conoscerli meglio. Erano tutti molto simpatici con me, e, senza grandi sorprese a dire il vero, sono dei grandi lavoratori.

angel_guillen_blog.JPG

Ho incontrato alcuni ragazzi del team di traduzioni, del supporto e della sicurezza. E' stato interessante, in particolare, parlare con questi ultimi riguardo i metodi che utilizzano per tenere il sito al sicuro da collusion, multi-account ed altre cose non consentite. Parte di questo lavoro è eseguito da un team che analizza le mani. Questo team studia il poker ogni giorno, come (e forse più) dei giocatori stessi, in modo che possano interpretare le varie mani e capire ogni situazione per evitare che si bari.

C'era anche Chris Moneymaker in Costa Rica, e proprio con lui abbiamo fatto una prop bet su chi sarebbe durato di più sul secondo torneo che abbiamo giocato. Come detto, il primo l'ho vinto io (lui non partecipava), ed il primo premio era di 60.000FPP, che ho voluto regalare a tutti i ragazzi che sono arrivati al final table. Nel secondo torneo, Chris è arrivato più avanti di me, così ha vinto la prop bet.

Dopo la Costa Rica, sono tornato a casa in Messico, per festeggiare il Giorno dell'Indipendenza della nostra nazione. Non avevo in programma di giocare a poker in questo periodo, ma alla fine mi sono iscritto al Sunday500, al quale sono arrivato terzo – e per questo mi sono perso la festa.

angel_guillen_mexico.jpg

Infine, mi sono spostato a Panama, per giocare il LAPT, dove sono andato abbastanza bene al Main Event concludendo in 46esima posizione su 570 iscritti. Ho giocato anche l'High Roller, terminando quinto. Insomma, è stato un viaggio (anche se più di uno, in realtà) in cui mi sono divertito molto, riuscendo anche a fare profit.

Le mie prossime tappe saranno Los Angeles, per andare a trovare la mia ragazza, Lynn, poi Londra per l'altra tappa dell'EPT, e quindi la Francia (per WSOPE e WPT). Sto viaggiando con una coppia di fratelli messicani che stanno vincendo molto ultimamente, Santiago e Jose Manuel Nadal. Ai LAPT stanno facendo davvero molto bene, e non hanno sfigurato nemmeno alle WSOP, dove hanno concluso in 147esima posizione Jose Manuel e in 278esima Santiago.
Può essere molto dura essere sempre lontani da casa, ma il viaggio pesa molto meno quando hai degli ottimi compagni!

 
Tratto da pokerstarsblog.com
 
Tradotto da Marcellus88

 
 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.