PokerStars.it homepage
Uscire dai microlimiti negli anni '10 (pt 11)
 
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg
 

Il BTN (pt 2)
  
Nota: il BTN è forse la posizione più difficile da giocare, ma se giocato bene è anche il più profittevole. Ecco perché gli dedicheremo più articoli.
In questo post ci concentreremo sul parlare del range di call o 3bet basandoci sulla percezione che abbiamo dei range di apertura dei nostri avversari da una determinata posizione. Quindi, cercheremo di capire qual è il suo range di apertura, in che modo continua col suo range (fold, call, 4bet) per studiare un range che ottimizzi l'EV contro questo avversario. Man mano che abbiamo più read, cambieremo le nostre assunzioni iniziali e correggeremo anche il nostro range.
Il nostro range da BTN deve essere abbastanza dinamico, ed il punto principale di questa undicesima parte dell'articolo sarà di sottolineare alcuni thinking process ed implementarli nel nostro gioco, piuttosto che dire "sono sul BTN, devo giocare questo range".
Iniziamo a vedere qualche esempio.
 
 
Apre UTG/MP, foldano tutti fino a noi.
Finché non abbiamo read specifiche, dobbiamo assumere che il range di apertura di UTG/EP sia molto tight. È impossibile sapere quale sarà con esattezza il suo range, finché non lo conosceremo meglio dopo averci giocato, ma per avere un'idea iniziale di come potrebbe essere composto, assegniamogli un 14% che sarà, bene o male, qualcosa del genere:



Come possiamo vedere, a questo range appartengono tutte le pocket pair, alcune suited connectors e quasi tutte le broadway. Si tratta di un range ragionevole da giocare da MP (personalmente, non giocherei questo range, ma possiamo affermare con un certo grado di sicurezza che, per un giocatore di microlimiti, si tratti di un buon range). Quindi...Come dobbiamo giocare contro questo range?
 
 
Chiamare preflop contro questo range
La prima cosa da fare prima di prendere una decisione è considerare chi sta sui blind. Se sui blind c'è un loose-passive, allora vogliamo chiamare con un range più ampio per giocare la mano in posizione. Se, invece, ci troviamo contro un avversario che ama squeezare, dobbiamo stringere il nostro range (e, qualche volta, trappare con una mano come AK con l'intenzione di back-raisare). Ma, per il momento, diciamo di non avere grandi letture sui blind o che non saranno molto di intralcio nel prosieguo della mano (ovvero che chiamino o foldino la maggior parte delle volte, in modo che possiamo aspettarci di giocare in HU la maggior parte delle volte contro UTG/MP). Assumiamo anche che foldi alla maggior parte delle nostre 3bet, quindi...Date tutte queste premesse, quale potrebbe essere il range di call contro questo avversario, e quale il range di 3bet?
Lo vedremo nella prossima parte dell'articolo. Ma voi, nel frattempo, cercate di capirlo e di arrivare ad una soluzione.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88



X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.