PokerStars.it homepage
Uscire dai microlimiti negli anni '10 (pt 14)
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg
 
 
Primum non nocere  
Chi di voi sta leggendo ed ha studiato latino...Beh, datevi una pacca sulla spalla e ridete a coloro che vi hanno detto che non lo avreste mai usato in vita vostra! Per tutti gli altri, inizieremo con questa massima: Il preflop peggiora al postflop.
Con ciò vogliamo dire che, un errore che sembra piccolo (e quindi poco dispendioso) al preflop, può trasformarsi in una catastrofe postflop. 
 
Esempio
Foldano tutti fino a noi che siamo su BTN, ed apriamo con AJo. SB, un giocatore che si è mostrato abbastanza attivo con l'8% di 3bet su 250 mani, 3betta. Abbiamo entrambi circa 100BB, e concludiamo che AJo giochi bene contro il range avversario, che siamo in posizione postflop e che potremo controllare l'azione. Decidiamo di chiamare.  
 
Adesso il piatto è di 20BB.
Al flop scendono QJ5r. SB punta il 65% del piatto, e noi chiamiamo con la nostra middle pair.  
 
Adesso ci sono 46BB in mezzo.
Il turn è un 9 che da la possibilità di draw di colore, SB punta di nuovo poco meno del 60% del piatto. Pensiamo che possa aver fatto questa mossa perché adesso ha 4/5 di colore, magari con AK, per provare a farci foldare la nostra middle pair. Chiamiamo di nuovo. 
 
Il piatto è ora di 100BB.
Al river esce un 2 che non completa il progetto di colore. SB mette in mezzo gli ultimi 50BB che gli rimangono, e ci troviamo qui con pot odds di 3:1, chiedendoci se siamo committati e se l'avversario stia bluffando con AK o abbia mancato il suo draw di colore.
Tutti, prima o dopo, ci siamo trovati in situazioni del genere, in cui abbiamo effettuato un call opinabile preflop e poi abbiamo "cercato" qualsiasi scusa per chiamare al flop, al turn ed al river. Finiamo col postare la mano nei forum ed otteniamo una risposta di sole due parole: "Fold preflop".

Proprio questo è il significato dell' articolo, che abbiamo chiamato "Primum non nocere". Si tratta di un principio fondamentale dell'etica medica, che insegna ai giovani studenti che, a volte, è meglio non far nulla piuttosto che fare qualcosa che potrebbe fare più male che bene. Ed è allo stesso modo che consigliamo di trattare il vostro gioco preflop.
 
 
Range bilanciato
Ammettiamo di 3bettare soltanto quando abbiamo AA o KK. Se qualcuno se ne accorge, sarà molto semplice giocare contro di noi: chiamare la 3bet quando si hanno le odds per set-minare, 3bettare con AA e foldare tutto il resto.  
 
Range non bilanciato: AA, KK = 100% valore
Questo è un range non bilanciato perché stiamo giocando solo per valore. Ma cosa è un range bilancia?
Abbiamo 6 combinazioni di AA e 6 di KK, quindi 12 combinazioni in totale. Bilanciamole con 12 combinazioni di bluff, ad esempio, aggiungendo 97s, 86s e 75s (4 combinazioni a testa). 
 
Range bilanciato: AA, KK, 97s, 86s, 75s = 50% valore, 50% bluff.
Adesso, in teoria, è molto più difficile giocare contro di noi, perché il nostro avversario non sa se stiamo giocando per valore o in bluff. 
 
Perché non dobbiamo preoccuparci di bilanciare ai microlimiti
Innanzitutto, perché i nostri avversari chiameranno sempre fuori odds. Quindi, anche se 3bettassimo solo valore, verremo chiamati da molte mani peggiori e che saranno disposte a pagarci.
Secondariamente, per avere qualche idea sul range di un avversario, abbiamo bisogno di circa 2k mani, e difficilmente troveremo qualcuno contro cui giochiamo così tanto ai microlimiti.
Infine, anche se dovessimo incontrare spesso qualcuno, potrebbero non essere in grado di capire il nostro range dai numeri che vedono.
 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88



X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.