PokerStars.it homepage
Uscire dai microlimiti negli anni '10 (pt 41)
 
Sessione condivisa
MagisterLudi, giocatore di PokerStars.com e utente rispettato del forum twoplustwo, ha scritto le seguenti parole:
 
Mi piace l'idea di dover affrontare una sessione condivisa in compagnia di un altro giocatore. Tuttavia, i miei dubbi sono: porta davvero qualche beneficio? Che tipo di giocatore dovrei scegliere per affrontare una sessione del genere?

Dopo aver guardato i suoi risultati (5ptbb/100 su oltre 60k mani al NL25 e NL50), e rimasto colpito dai 45° della sua linea rossa, ho deciso di creare un post apposito per discutere di come preparare una sessione condivisa con un altro giocatore. Innanzitutto, ecco il lato tecnico. 
 
Cosa serve
Le prime due cose che servono sono due software. Il primo, quasi sicuramente, ce l'avrete già: è skype, e serve a parlare con altri giocatori tramite il computer.
Il secondo è un programma di condivisione dello schermo, ed i più usati sono Team Viewer e Mikogo. Personalmente, li uso entrambi, in base alla persona con cui sto lavorando. Infatti alcune persone ne preferiscono uno, altre l'altro, quindi averli entrambi non è una cattiva idea.
Infine, oltre questi programmi, vi serviranno cuffie e microfono. Assicuratevi che siano digitali (USB) e non analogici, la differenza nel suono si nota. 
 
La sessione
La persona che dovrà giocare aprirà Mikogo o Team Viewer e si connetterà su Skype con l'altra persona. Giocherà la sua sessione normale, e quando ci sarà uno spot interessante, verrà discusso in tempo reale (assicuratevi che sia consentito: alcune room non permettono questa pratica). La persona che guarda fa domande ed osservazioni. Dovrebbe anche esserci un documento aperto per prendere qualche nota sulle mani più interessanti, che verranno discusse più nel dettaglio a fine sessione.
In questo modo, è molto difficile fare più di 3-4 tavoli per volta. Due vanno generalmente bene, ma ovviamente dipende da chi gioca.
Dopo la sessione, usate il vostro tempo per discutere le mani più interessanti. Parlate di possibili linee alternative, di reads che avevate prima di allora, e se durante una mano pensate di aver perso i minimi o vinto i massimi. Un documento aperto da parte di chi osserva è molto utile in questo senso. 
 
Con chi dovrei effettuare queste sessioni?
Idealmente, con persone che giocano un livello simile al vostro (poco più basso o poco più alto) e con cui andate d'accordo. Ricordate: più informazioni darete su di voi – chi siete e cosa state cercando –, più è probabile che troviate qualcuno disposto a lavorare con voi.
Un consiglio è quello di mandare un messaggio privato a persone attive e delle quali rispettate i consigli – chiedere non è peccato.

Nella prossima parte dell'articolo mostrerò qualche mano che ho giocato durante una di queste sessioni assieme a MagisterLudi.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88





X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.