Erano trascorsi più di due mesi dalla premiazione a Sanremo, dove ho ricevuto l'inaspettato riconoscimento dei 5 mlioni VPP totalizzati in carriera, quando è arrivata la fatidica telefonata ...  Entravo ufficialmente nel Team PokerStars Online!

La soddisfazione professionale nella vita è importantissima e tre anni di duro lavoro furono finalmente premiati.
L'unica persona che da sempre conosce i sacrifici, gioie e dolori di questo lavoro, è mia moglie F. la quale, quando le comunicai la bella notizia, si trovava in un negozio affollato e non riuscì a trattenere la gioia.

Il 2013 iniziava con rinnovato entusiasmo e nuove energie. Il plan iniziale prevedeva giocare i Sit&Go, ma ahimè il traffico scarseggiava, così decisi di studiare l'Omaha seguito da un coach, perchè pensavo di poter guadagnare più VPP per mano in un field non troppo preparato. Dopo due mesi di grinding e studio sono stato costretto a mollare, perché alla fine, nonostante i tanti VPP, le mani giocate in un'ora erano inferiori rispetto al No Limit Hold'em, i tavoli a disposizione erano pochi per giocare bene e per valutare i board e assegnare un range degli avversari serve molto più tempo.
Ho così dedotto che non era possibile multitablare a Omaha come nell'Holdem, inoltre nè il mio livello, nè la run mi permisero level up veloci. Le sfide con me stesso hanno caratterizzato da sempre la mia carriera pokeristica, ma era tempo di tornare alla disciplina che avevo grindato e nella quale avevo avuto discreti risultati nel 2012, il NLH cash.
vito-w1llyss-barone-icoop.jpg
Le cose iniziarono ad andare discretamente meglio, nonostante swing veramente pesanti, soprattutto nel periodo estivo di luglio e agosto, che mi hanno costretto a rallentare il grinding a favore dello studio, il quale mi ha confermato che in un field pieno di regular come il NL 200 avrei dovuto diminuire il numero di tavoli da 18x a massimo 9x per mantenere il focus alto e ridurre al minimo gli errori. Nel periodo di tilt mi sono dedicato molto all'attività fisica: palestra e gare di golf hanno tenuto lontano i pensieri negativi, oltre a darmi benessere psicofisico. Anche la lettura mi aiuta sempre a proiettarmi in un'altra dimensione, così i pensieri sembrano dissolversi, almeno per qualche ora ☺.

La seconda parte dell'anno è stata decisamente più tranquilla e caratterizzata da eventi positivi.
All'ultimo Italian Poker Tour di Sanremo ho giocato il torneo riservato ai Supernova Elite, e il party che ci ha riservato PokerStars.it non è mai stato così divertente e ricco di premi come quest'anno.
La formula del torneo prevedeva premi a sorpresa aggiuntivi per colui che bustava o veniva bustato. Il prizepool premiava 5 posizioni, io e Minieri eravamo i due chip leader 5 left e la mano è andata così: lui apre da cut off (la sua image al tavolo era aggressiva), io callo 99 da bottone con uno stack effettivo da 10 BB. Lui ha KQ, perdo il flip e Dario vince il torneo. Il mio quinto posto è valso 5 ticket ICOOP. Il party a seguire è stata una festa con altre premiazioni simpatiche, per esempio, il mio collega Christian Favale è stato premiato come il giocatore più forte e quel "bandito" di Pitone il più simpatico ☺.

L'autunno ha portato le ICOOP e promozioni stuzzicanti che mi hanno permesso di giocare di nuovo i sit grazie al traffico triplicato. Ho vinto il mio primo braccialetto con l'evento HORSE, una ventata di fiducia segnerà la chiusura dell'anno.
Vorrei, infatti, riconfermare Supernova Elite entro novembre, regalarmi una mini vacanza e definire al meglio il planning del 2014.