PokerStars.it homepage
Vivere da solo in giro per il mondo (di Christian de León)

A Novembre sono stato a giocare il LAPT in Perù, l'ultima tappa della settima stagione del Latin American Poker Tour. Per quest'occasione ho deciso di fare le cose in modo leggermente diverso. Infatti, anziché stare in hotel vicino al casino, ho deciso di affittare un appartamento e vivere da solo. È stato divertente non avere il servizio in camera ed andare a fare la spesa, comportandomi esattamente come se fossi a casa mia.
 
 
Spesso viaggio per i tornei con la mia ragazza o altri miei amici messicani, ma questa volta ero solo. Non erano questi i piani originali. Il mio amico Bolivar Palacios sarebbe dovuto venire con me, ma ha avuto un imprevisto dell'ultimo minuto appena arrivato a Lima ed è dovuto tornare a casa.
 
 
Si è trattato comunque di un viaggio divertente. Al Main Event sono stato shortstack per quasi tutto il tempo, ma sono riuscito a resistere ed arrivare a premi. Una volta scoppiata la bolla non sono riuscito a fare il double up che mi sarebbe servito, e così ho mini cashato. È stato uno di quei tornei in cui sono stato shortstack per molto tempo, senza tuttavia mai uscire, tanto che pensavo che, non appena avrei visto qualche mano, avrei recuperato parecchio terreno per risalire le posizioni. Ma non è successo questa volta.

christian_de_leon_d1.JPG

I LAPT sono organizzati in maniera davvero intelligente, con qualche side event che si gioca dopo il Main, ed io generalmente rimango per giocare l'High Roller e qualche altro torneo. Questa volta ho deciso di non farlo e di rimanere solo un altro giorno dopo il Main Event, prima di tornare in Messico.
Dovevo svolgere i preparativi per il festival musicale ad Acalpuco di cui vi avevo già parlato qualche tempo fa. C'era molto lavoro da fare con la produzione, come assicurarsi che l'impianto avrebbe funzionato a dovere, per non parlare del food and beverage. Anche stavolta, mi sono divertito molto.
Ma prima sono stato anche in Brasile per le BSOP (Brazilian Series of Poker). Adoro il Brasile, e quest'anno alle BSOP ha partecipato molta gente. Il mio amico Thiago Nijishima – The Decano – mi aveva consigliato di non mancare, perché il Main Event, l'High Roller da 10k ed il Super High Roller da 25k avrebbero attirato molta gente ed un field molto competitivo, ed io ho deciso di seguire il suo consiglio.
È stato il mio ultimo viaggio pokeristico del 2014, nonostante abbia giocato molto cash game in Messico, ed ovviamente anche online. E poi, a Gennaio sono stato alle Bahamas, sia per le PCA che per la prima tappa della nuova stagione del LAPT.
 
 
La fine dell'anno, insomma, è stata molto movimentata e divertente, ed anche il nuovo anno si prospetta davvero buono – e sarebbe perfetto se riuscissi a deeprunnare in qualche torneo.

 
 
Tratto da pokerstarsblog.com

Tradotto da Marcellus88
 


 

X Informazioni sui cookie

Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.