I poker coach ed i libri di poker ci insegnano che bisogna evitare di rimanere corti nei tornei (intendo corti di stack, lungi da me affermare che giocando a poker si accorciano altre cose).

Bene, per non accorciarsi troppo (sempre di stack), bisogna rastrellare chips preziose prima che sia troppo tardi. Perciò ampliamo il nostro range e giochiamo con maggiore aggressività. Gli opponenti però, che non si chiamano così per caso, si oppongono a questo nostro mirevole progetto e come conseguenza ci accorciamo ancora prima.

Non abbiamo più alternative, dobbiamo raddoppiare lo stack andando all-in.

A questo punto la domanda è:

meglio aspettare una mano abbastanza forte rischiando di non vedere carta e di prosciugare lo stack fino all'ultima chip, o andare all-in anche con le banane ?

A me è successo (raramente per la verità) che aspettando la mano giocabile sono riuscito prima a raddoppiare lo stack, e successivamente vincendo altri piatti, a rimettermi in gioco.

Ad oggi non sono mai riuscito a vincere un all-in con le banane. Evidentemente non potrò mai fare il fruttivendolo...