PokerStars.it homepage
  • If this is your first visit, be sure to check out the FAQ by clicking the link above. You may have to register before you can post: click the register link above to proceed. To start viewing messages, select the forum that you want to visit from the selection below.

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Montarsi la Testa

Collapse
X
  • Filtri
  • Ora
  • Mostra
Clear All
new posts

  • Montarsi la Testa

    Magari risulterò noiosa o di scarsa ambizione, ma vorrei esternare un argomento che mi sta a cuore.
    Prima, però, cito un commento ad un articolo fatto da BigShow:

    <<Ragazzi, è stato stupendo.....
    Conoscere i PRO e scambiare con loro impressioni e giocate, e poi tutti disponibili e nessuno con la "puzza sotto il naso"....
    Nel mio piccolo volevo darvi un consiglio, leggete molto, e poi applicate la teoria alla pratica, ed un altra cosa, il live è moooooolto diverso dall'online, allenatevi, studiate.
    A Sanremo alla semifinale era presente anche un giocatore qualificatosi online "SPORTIVITA'", ragazzi, un mostro online, ma era la prima volta che giocava live, e si è visto, l'ha pagata tutta.
    E poi, importante, che nessuno si monti la testa continuate a considerarlo solo un gioco....>>


    Da quando frequento il mondo dei forum di poker online, non faccio altro che imbattermi in utenti/giocatori che parlano di voler diventare come questo o come quel giocatore e di voler guadagnare col THE per poter lasciare definitivamente il lavoro. Con conseguente sfilza di post depressivi, dovuti alla distruzione di bankrolls, e minacce di lasciare x sempre il mondo del poker online, perchè tanto è tutto truccato, ci sono milioni di pazzi che mi scoppiano gli AA ecc. ecc.
    Credo che la grande popolarità che ha riscosso il THE in Italia e nel mondo sia dovuta, tra le altre cose, alla "bellezza" dei premi in palio. E' fantastico vedere 9 persone comodamente sedute che si spartiscono montepremi milionari, e sognare di essere lì anche noi. E capita anche, a qualche "mostro", di arrivarci. Ma a quanti? E con quanta fatica, quanti tentativi falliti? La pubblicità ti spinge a credere di potercela fare. E anche in fretta. Diversamente da altri sports, in cui una rosa ristretta di vere "stelle" è in grado di fare cose che la maggior parte della gente non sarebbe in grado di fare, nel THE tutti hanno la possibilità di partecipare e provare le loro abilità.
    Il continuo evidenziare montepremi milionari, belle ragazze (tra le altre cose, non ho ancora visto una dealer racchietta...), successo ecc. ha lo stesso effetto del jackpot del superenalotto. Tutti ci vogliono provare, perchè sembra facile vincere.
    Non so voi, ma io gioco sì per vincere, ma il mio genere di vittoria è più emozionale che materiale. Non so se mi spiego. Arrivare a premi è sì interessante, ma non quanto la "lotta" per arrivarci. Il fatto di "scontrarmi" con persone sportive, preparate. Piacerebbe anche a me sedermi ad un tavolo milionario. Ma so che dovrò farmi un mazzo gigante x poterci arrivare. Sconfitte, piccole vittorie, studio...
    L'altra sera, all'IntelliPoker League, ho vinto 0,88 cent piazzandomi 8a. Ma ero elettrizzata praticamente solo dal fatto di essere riuscita ad arrivare al final table, e dalla consapevolezza di aver giocato a un discreto livello contro bravi giocatori.
    Queste per me sono vittorie.
    So che nella vita bisogna lavorare per vivere e sopravvivere. Non voglio illudermi di poter diventare professionista così sui due piedi e di liberarmi dal fardello del noioso lavoro quotidiano.
    Intanto continuo ad imparare.

  • #2
    Guarda, io ero già contento di un final table al freeroll IPL..
    è esattamente come dici tu, anche se non mi è chiaro - a differenza di altri sport - il rapporto talento/lavoro. Per dire, nel calcio non sarei mai stato Van Basten neppure allenandomi a vita; nel caso del poker sembra più sfumato. Forse è questo che illude molti
    Posso aggiungere che l'ambiente di lustrini e ragazze-trofeo non attira proprio tutti, anzi potessi scegliere preferirei essere un pro online.
    quanto alla liberazione dal bisogno, mi sa che faccio prima a fare la rivoluzione; non credo che ci arriverò col poker

    Commento


    • #3
      arian non posso che essere d'accordo, secondo me non basta avere una chitarra in mano per diventare Jimi Hendrix, come in tutti gli sport i grandi campioni nascono da un mix di volontà, allenamento, fortuna, e soprattutto capacità personali o talento che dir si voglia, nel poker ad esempio se si è troppo emotivi o inpazienti sempre secondo me non si potranno mai raggiungere risultati eccelsi ma si restera magari dei buoni giocatori ma niente di più, per farla breve se io sono alto 1,50 metri non potrò mai diventare un giocatore professionista di Basket poichè mi mancano le doti fisiche e questo gap non potrò mai colmarlo.
      Per me bisogna cercare di migliorarsi giorno dopo giorno ma senza l'ossessione di diventare Professionista a tutti i costi, nche perchè i costi potrebbero essere molto alti.

      Ciao.

      Commento


      • #4
        Originalmente inviato da Dedalus974 Visualizza messaggio
        per farla breve se io sono alto 1,50 metri non potrò mai diventare un giocatore professionista di Basket poichè mi mancano le doti fisiche e questo gap non potrò mai colmarlo.
        Vado un po' OT ma è una curiosità: "Muggsy" Bogues ha giocato da pro nell'NBA (e nella nazionale USA!) ed era alto 1,60..

        Commento


        • #5
          Originalmente inviato da Arian68 Visualizza messaggio
          Magari risulterò noiosa o di scarsa ambizione, ma vorrei esternare un argomento che mi sta a cuore.
          Prima, però, cito un commento ad un articolo fatto da BigShow:

          <<Ragazzi, è stato stupendo.....
          Conoscere i PRO e scambiare con loro impressioni e giocate, e poi tutti disponibili e nessuno con la "puzza sotto il naso"....
          Nel mio piccolo volevo darvi un consiglio, leggete molto, e poi applicate la teoria alla pratica, ed un altra cosa, il live è moooooolto diverso dall'online, allenatevi, studiate.
          A Sanremo alla semifinale era presente anche un giocatore qualificatosi online "SPORTIVITA'", ragazzi, un mostro online, ma era la prima volta che giocava live, e si è visto, l'ha pagata tutta.
          E poi, importante, che nessuno si monti la testa continuate a considerarlo solo un gioco....>>


          Da quando frequento il mondo dei forum di poker online, non faccio altro che imbattermi in utenti/giocatori che parlano di voler diventare come questo o come quel giocatore e di voler guadagnare col THE per poter lasciare definitivamente il lavoro. Con conseguente sfilza di post depressivi, dovuti alla distruzione di bankrolls, e minacce di lasciare x sempre il mondo del poker online, perchè tanto è tutto truccato, ci sono milioni di pazzi che mi scoppiano gli AA ecc. ecc.
          Credo che la grande popolarità che ha riscosso il THE in Italia e nel mondo sia dovuta, tra le altre cose, alla "bellezza" dei premi in palio. E' fantastico vedere 9 persone comodamente sedute che si spartiscono montepremi milionari, e sognare di essere lì anche noi. E capita anche, a qualche "mostro", di arrivarci. Ma a quanti? E con quanta fatica, quanti tentativi falliti? La pubblicità ti spinge a credere di potercela fare. E anche in fretta. Diversamente da altri sports, in cui una rosa ristretta di vere "stelle" è in grado di fare cose che la maggior parte della gente non sarebbe in grado di fare, nel THE tutti hanno la possibilità di partecipare e provare le loro abilità.
          Il continuo evidenziare montepremi milionari, belle ragazze (tra le altre cose, non ho ancora visto una dealer racchietta...), successo ecc. ha lo stesso effetto del jackpot del superenalotto. Tutti ci vogliono provare, perchè sembra facile vincere.
          Non so voi, ma io gioco sì per vincere, ma il mio genere di vittoria è più emozionale che materiale. Non so se mi spiego. Arrivare a premi è sì interessante, ma non quanto la "lotta" per arrivarci. Il fatto di "scontrarmi" con persone sportive, preparate. Piacerebbe anche a me sedermi ad un tavolo milionario. Ma so che dovrò farmi un mazzo gigante x poterci arrivare. Sconfitte, piccole vittorie, studio...
          L'altra sera, all'IntelliPoker League, ho vinto 0,88 cent piazzandomi 8a. Ma ero elettrizzata praticamente solo dal fatto di essere riuscita ad arrivare al final table, e dalla consapevolezza di aver giocato a un discreto livello contro bravi giocatori.
          Queste per me sono vittorie.
          So che nella vita bisogna lavorare per vivere e sopravvivere. Non voglio illudermi di poter diventare professionista così sui due piedi e di liberarmi dal fardello del noioso lavoro quotidiano.
          Intanto continuo ad imparare.
          Parole sante Arian!

          Commento


          • #6
            ahahahah arian....

            dovresti leggere le chat ai tavoli da 10 euro...
            o ai tornei da 10...
            oppure al sunday....

            tutti PRO.....

            poi ti callano 4BB fuori posizione con J4off...........

            muahahahahahahahahahahahahahahahah

            Commento


            • #7
              ..........

              Bingo!
              Centrato in pieno!!

              Commento


              • #8
                Originalmente inviato da Silvano1970 Visualizza messaggio
                ahahahah arian....

                dovresti leggere le chat ai tavoli da 10 euro...
                o ai tornei da 10...
                oppure al sunday....

                tutti PRO.....

                poi ti callano 4BB fuori posizione con J4off...........

                muahahahahahahahahahahahahahahahah
                + infinito k

                Commento


                • #9
                  Originalmente inviato da sit&drink Visualizza messaggio
                  G Per dire, nel calcio non sarei mai stato Van Basten neppure allenandomi a vita; nel caso del poker sembra più sfumato. Forse è questo che illude molti
                  Penso tu abbia reso l'idea che volevo dare.

                  Commento


                  • #10
                    Originalmente inviato da Silvano1970 Visualizza messaggio
                    ahahahah arian....
                    dovresti leggere le chat ai tavoli da 10 euro...
                    o ai tornei da 10...
                    oppure al sunday....
                    tutti PRO.....
                    poi ti callano 4BB fuori posizione con J4off...........

                    Anche questo è un argomento piuttosto "urticante" per me. Si ricollega al mio post precedente, relativo agli "abitanti" dei vari forum di poker.
                    C'è decisamente poca umiltà.

                    Commento


                    • #11
                      Originalmente inviato da sit&drink Visualizza messaggio
                      Vado un po' OT ma è una curiosità: "Muggsy" Bogues ha giocato da pro nell'NBA (e nella nazionale USA!) ed era alto 1,60..
                      Sono appassionato anche io di NBA ecco perche ho messo 1,50 hihihi

                      Ciao.

                      Commento


                      • #12
                        io sono del parere che per arrivare a quei tavoli milionari,ci vuole si tanta bravura e sacrifici,ma sono convinto che ci vuole anche tanta fortuna!!!se non sei nato fortunato(guardare le fortunate scale che ha inanellato l olandese all ept di sanremo),c è poco da fare!!!!la dedizione è il fattore principale,ma senza quel pò di fortuna,campioni non si diventa!!!nel poker ovviamente!se dovessimo parlare di scacchi, sarebbe tutta un altra storia!!!

                        Commento


                        • #13
                          Originalmente inviato da Dedalus974 Visualizza messaggio
                          Sono appassionato anche io di NBA ecco perche ho messo 1,50 hihihi

                          Ciao.

                          lollllissimo non sono tanto appassionato ma mi ricordavo di lui

                          Commento


                          • #14
                            Sono contento che per esprimere il tuo punto di vista hai ripreso il mio commento.

                            Nello specifico, non era buttato li' tanto per riempire 2 righe o per fare retorica.

                            Ho potuto constatare di persona proprio nelle associazioni in cui gioco, di ragazzi che adesso non si trovano piu' perche', convinti un paio di anni fa (quando il THE era agli albori da noi) di essere fortissimi, hanno cercato tornei con buy in sempre piu' alti e gioco cash con il risultato di dover ora nascondersi per i molteplici debiti.

                            Sandrino (mio compagno di avventura a Sanremo) ha potuto constastare anch'egli come è facile perdere la testa in contesti particolari - vedi EPT SANREMO - dove perdi la cognizione del tempo e del denaro.

                            Noi, entrambi con la testa sulle spalle, abbiamo preso l'avventura solo come divertimento, ed è cosi' che deve essere.

                            Gioco anch'io la lega intellipoker, buy in ridicolo, divertimento esagerato, gli altri tavoli che contemporaneamente avevo aperti, passavano in secondo piano.

                            Volevo darvi 4 consigli:

                            1 - E' un gioco e consideratelo come tale;

                            2 - Giocate sempre in banckroll;

                            3 - Se siete in varianza negativa, spegnete il PC e buonanotte, non continuate a giocare per cercare di rifarvi;

                            4 - Giocate live, a buy in contenuti, considerandolo solo come un momento d'aggregazione.

                            Commento


                            • #15
                              Parole sante BIGSHOW la mia famiglia ha per 20 anni gestito un bar/sala da gioco, e ne ho visti fin troppi rovinati per il gioco, il mio motto è gioca sempre in modo che tu vinca o perda possa alzarti dal tavolo con un sorriso.

                              Commento

                              Caricando...
                              X

                              X Informazioni sui cookie

                              Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.