PokerStars.it homepage
  • If this is your first visit, be sure to check out the FAQ by clicking the link above. You may have to register before you can post: click the register link above to proceed. To start viewing messages, select the forum that you want to visit from the selection below.

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Esperienze che fanno crescere

Collapse
X
  • Filtri
  • Ora
  • Mostra
Clear All
new posts

  • Esperienze che fanno crescere

    Buongiorno a tutti,
    E' un momento un po' deludente. Ma l'amarezza presto passerà.
    Oggi mi sono cimentato per la prima volta nel famoso torneo SUNDAY SPECIAL di pokerstars.it e non è andata come potevo sperare.
    Il buyin di 100€ e un gran numero di giocatori (più di 1.000) dà a questo torneo un gran fascino e un ottimo montepremi: 17 mila euro circa al primo, con i primi 180 circa a premio.
    5.000 di stack iniziale con bui ogni 15'.
    Ero abbastanza teso inizialmente, e le prime fasi sono state molto tranquille. Non avevo dei fenomeni al tavolo. Dopo una mezzora sono sceso a 3.500 e ci ho messo un po' per ritornare alle 5.000 fiches iniziali con delle discrete mani ma senza mai vedere granchè. Sono arrivato solo due volte allo showdown nella prima ora. Poi una mano un po' discutibile mi ha fatto scendere vertiginosamente.
    Ecco la mano in questione: con bui 40/80 l'UTG+2 raise a 240, tutti fold fino a me (ero SB) che con AK suited decido di re-raisare a 600, convinto di portare a casa un piatto no contest. L'avversario era abbastanza loose e non gli facevo una gran mano. Con mio grande stupore fa call.
    Al flop scendono 2 J 5 raimbow. Lui check, io vado di continuation bet convinto di essergli sopra e anche fiducioso del fatto che gli potevo tranquillamente dimostrare una monster. Così punto 400 su un piatto di 1200 (puntata trappola proprio per continuare a dimostrare una monster), ma lui fa call. Al massimo potevo fargli una coppia più bassa, oppure un AQ. Al turn scende un 8. Lui check, io bet 400, sempre per vedere la sua reazione. Lui call. Al turn un 6. Lui check, io bet 1800 per portare a casa il piatto. Lui ci pensa poco (5secondi al max) e fa call. Mostra J10. Così mi trovo a 2.000!
    Sicuramente potevo giocarmela meglio questa mano, però sono molto deluso dall'aver trovato un donk che preflop fa call sul mio re-raise con J10 offsuited. Questo non mi và giù.
    Poi senz'altro l'errore è stato anche mio, ma quel call preflop è più che discutibile a mio modo di vedere.
    Una volta sceso a 2.000 aspetto la mano giusta per il double up e arriva dopo una ventina di minuti. Da middle position ho JJ. Spero che prima di me qualcuno rilanci così da giocarmi un coin o trovare una coppia più bassa.
    Con bui 50/100, l'UTG fa call, L'UTG+2 raise a 400, io all in per 1.600 circa. Tutti fold fino all'UTG+2 che fa istant call e mostra A10 off. Il flop mi spezza le gambe: A 4 10!
    Avventura finita! Grande amarezza e un po' di rabbia per aver trovato dei donk sulla mia strada. Quell'istant call con una mano così marginale proprio non mi và giù. Ero 70% a 30% e dopo il flop 20% a 80%.
    Sono molto dispiaciuto per come sono uscito. Sicuramente è stata un'esperienza interessante che mi farà migliorare e crescere, però trovare quelle due mani sfortunate mi lascia molto rammarico.
    Io continuo per la mia strada... peccato aver trovato quelle mani così strane proprio in questa situazione...
    Last edited by fadmin; 31-05-2009, 19:45.

  • #2
    Questo secondo me è il classico esempio di quando ci convinciamo di qualcosa e andiamo avanti in quell'ottica anche contro la logica, succede anche a me a volte, quando mi intestardisco di aver capito le carte dell'avversario (prchè magari da certe giocate ti aspetti carte diverse) come ad esempio quel call preflop. Anche se c'è da dire che con i 2 migliori connectors un call cmq ci potrebbe stare, cioè li dipende molto dal giocatore. Per a mio modo di vedere, quando al flop esce il J cmq il sospetto di trovarti davanti ad un AJ che potesse giustificare quel call preflop doveva venirti, poi tu parlando per prima hai fatto bene a dimostrare forza per tastare la sitazione, stessa cosa dopo il turn, ma il forte bet dopo il river secondo me è dicutibile, perchè tu in mano non hai niente, e cmq un AJ glielo puoi fare. Cmq che tu sia stato sfortunato è poco ma sicuro, sia chiaro!

    Commento


    • #3
      Grazie per la tua analisi. Cmq era lui che parlava per primo e continuava a checkare. E un check al river dimostra debolezza. Cmq quello che a mio modo di vedere doveva farmi era una monster, xkè sono poche le mani con cui si fa re-raise preflop, ed avendo dimostrato di essere molto tight (avevo visto il 12% dei flop fino a quel momento) avrebbe benissimo potuto farmi un KK o qualcosa di simile!

      Originalmente inviato da Top-Pair85 Visualizza messaggio
      Questo secondo me è il classico esempio di quando ci convinciamo di qualcosa e andiamo avanti in quell'ottica anche contro la logica, succede anche a me a volte, quando mi intestardisco di aver capito le carte dell'avversario (prchè magari da certe giocate ti aspetti carte diverse) come ad esempio quel call preflop. Anche se c'è da dire che con i 2 migliori connectors un call cmq ci potrebbe stare, cioè li dipende molto dal giocatore. Per a mio modo di vedere, quando al flop esce il J cmq il sospetto di trovarti davanti ad un AJ che potesse giustificare quel call preflop doveva venirti, poi tu parlando per prima hai fatto bene a dimostrare forza per tastare la sitazione, stessa cosa dopo il turn, ma il forte bet dopo il river secondo me è dicutibile, perchè tu in mano non hai niente, e cmq un AJ glielo puoi fare. Cmq che tu sia stato sfortunato è poco ma sicuro, sia chiaro!

      Commento

      Caricando...
      X

      X Informazioni sui cookie

      Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.