PokerStars.it homepage
  • If this is your first visit, be sure to check out the FAQ by clicking the link above. You may have to register before you can post: click the register link above to proceed. To start viewing messages, select the forum that you want to visit from the selection below.

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Domandone tecnico: AQo contro regular. Come avresti giocato?

Collapse
This topic is closed.
X
X
  • Filtri
  • Ora
  • Mostra
Clear All
new posts

  • Domandone tecnico: AQo contro regular. Come avresti giocato?

    Da questa settimana il "Domandone" raddoppia. Pubblicheremo oltre alla domanda generale della settimana anche una domanda tecnica legata alle migliori mani negli allenamenti dal vivo. Ecco la domanda di questa settimana.

    Prima di tutto guarda la mano qui sotto.




    Come avresti giocato al posto di ciambo96? perché?

    Pubblica sotto la tua risposta dando più informazioni possibili. Più dettagli darai, maggiori saranno le tue possibilità di essere scelto come migliore della settimana.

    Una nuova "domanda della settimana" verrà pubblicata ogni settimana, avete tempo fino al 30 luglio per inviare le risposte, i vincitori verranno scelti mercoledì mattina 31 luglio dal nostro Team che potrà anche assegnare delle ricompense ai migliori.

    Il vincitore sarà l'utente che ha fornito la risposta che il nostro Team giudicherà la migliore. Risposte di poche parole non contano, le risposte copiate non contano, le risposte che non hanno senso non contano.

    Buon divertimento!
    Last edited by fermana; 24-07-2019, 09:54.
    fermana - Admin Team IntelliPoker Italia

    Come creare le vostre mani..
    "Se non individui il pesce entro la prima mezz'ora di gioco, significa che il pesce sei tu..io non lo trovo mai"

  • #2
    Non gioco cash da un pò di tempo e la mano è deep stack quindi non ho idea delle dinamiche di come andrebbe giocata, però secondo me su quel board è una cbet 100%.
    Non possiamo checkare perchè oppo ha una stat di bet 54% su missed cbet non avendo blocker. Le stat sono utili se usate correttamente in base al contesto della mano che si sta giocando.
    Hero a TPTK e secondo me ci sta una cbet size 33% per ribarellare turn su blank con size 66%. Se arrivo al river mi metto in check/fold.
    Nel caso in cui decidessi di giocarla passivamente come ha fatto hero, chiamo flop per chiamare turn e foldare river su quella carta che chiude il mondo. In caso di blank dovrei chiamare per coerenza per la linea che ho deciso di prendere al flop ma che secondo me è meno profittevole e ci mette spesso in difficoltà.
    Tutto imho s.c.

    edit cbettando flop teniamo dentro un sacco di combo che ci pagano come i draw e coppie inferiori come 88 appunto, ma anche 99-TT-JJ. Siamo sotto solo a AA e KK che può avere e giocare così visto che siamo deep.
    Last edited by elsamareno; 24-07-2019, 18:15.

    "Impossible is nothing"
    my blog



    Campione ev.13

    "Il poker è un flipper... senza coin non si gioca"
    "La varianza è una ruota che gira... e noi siamo i criceti"

    Dicono di me
    "Sembri un Negreanu con l'abbonamento a Pornhub" (Sn4keCT)

    Commento


    • #3
      Premesso che neanche io gioco cash, quindi discutere di una mano con più di 200x per me è qualcosa di insolito, partiamo con l'assunto che preflop la 3bet è standard.

      1) Come avrei giocato io in caso di c-bet flop

      Su quel flop, dove hittiamo top pair top kicker, con possibile progetto a colore e a scala da parte di oppo, la c-bet è a mio modo di vedere la mossa più corretta perchè ci pagheranno tante combo che sono interessate al turn. La size la farei attorno al 45%. Pot quindi (supponendo call da parte di oppo) di 6€.

      Turn, 4 di cuori. Semi-blank che chiude solo un ipotetico 5-8 contro il quale saremmo drawing dead, ma francamente sarebbe alquanto strano trovare oppo proprio con quella mano. Per cui anche qui una second barell è necessaria, soprattutto dopo la c-bet al flop. Qui farei una size ben più corposa per scoraggiare eventuali 8-9, 8-7, o qualunque combinazione con 2 fiori, che davanti a una 75%pot dovrebbe foldare. Forse terremmo dentro qualche donna peggiore della nostra (KQ, a volte QJ) ma le mani peggiori della nostra finiscono qui. Nel caso in cui oppo chiami pure questa strada, dobbiamo stare bene attenti al river, perchè è probabile che eravamo già sotto un treno al flop (set, overpair).

      Al river casca un 5 di fiori che chiude progetti di scala e di colore, che però grazie alla nostra second barrell sostanziosa al turn avremmo dovuto far foldare, supposto ovviamente che oppo non sia una calling station. In tal caso, su pot di circa 13€, per me è sempre un check/fold, perchè non riesco a vedere una combinazione peggiore della nostra che segua una linea di oppo. KQ uscirebbe su quel river? Non credo proprio, al limite potrebbe pushare trasformando il suo valore in bluff ma è una giocata che a mio parere è quasi fantasioso trovare a questi limiti dopo una condotta del genere. Invero uscirebbe probabilmente un set perchè noi non abbiamo mai scala lì, solo 8-8 che però non checkerebbe mai quel river, quindi equivarrebbe a perdere soldi un eventuale check-back con set da parte di oppo.

      2) Come avrei giocato io as played al flop (check-call)

      Supponiamo invece di partire con la nostra analisi al turn, dopo il check-call al flop.

      Al turn, fermiamoci un secondo a riflettere. Quanto spesso al flop, dopo nostra 3bet preflop e check al flop, che fa sembrare di aver missato il board, un set di 6 o di 7 uscirebbe in puntata con 63% pot? Per magari vederci foldare? Difficile. Sembra invece una puntata per difendere un valore intermedio, una pocket pair dall'8 al J, o magari una puntata in semi-bluff con progetto di colore o di scala (o entrambi allo stesso tempo). Per cui, al turn, su eventuale bet di oppo dopo nostro check, per me è più corretto il call. Difficile rivalutare il suo range, che può ancora comprendere tante combinazioni in semi-bluff o anche del valore minore del nostro, pocket pairs, KQ, QJ.

      Al river esce una carta bruttissima, probabilmente la più brutta del mazzo. A questo punto non possiamo di certo inventarci un push noi. Cosa vorremmo rappresentare? Dopo un check-call flop e check-call turn è chiaro che abbiamo del valore, se proprio vogliamo trovare l'unica combinazione che forse seguirebbe questa linea è AK a fiori ma è una combinazione, veramente troppo poco per indurre al fold oppo che invece viene presumibilmente aiutato molto da questo river, che gli farebbe chiudere una scala o un colore. Per cui per me qui bisogna avere la forza di check foldare. Non battiamo veramente nulla dopo questo river, mentre se fosse uscito un 2 di picche qualcosa avremmo battuto e quindi un eventuale decisione fra un check-call e check-fold sarebbe probabilmente più combattuta. Probabilmente in tal caso avrei optato per un call in caso di push avversario (puzzerebbe tanto di progetto mancato ma dipende anche da che tipo di oppo abbiamo contro) mentre avrei foldato davanti a qualunque value bet. Da non scartare pure una blocking bet (~5€) che verrebbe chiamata da un valore inferiore al nostro, in caso di reraise all in chiaramente si folda.

      Commento


      • #4
        ho scritto il mio pensiero, prima di vedere come andava a finire, per come si è sviluppato il gioco avevo proprio fatto in mano a oppo 88! e quindi il push al river di Ciambo per me è stato un errore.Piuttosto al river faccio check e probabilmente, visto il progetto a fiori che si è chiuso e può spaventare oppo perchè può sembrare un tentativo di ceck-reise, posso indurlo a ceckare dietro, risparmiando chips.
        Io cmq avrei giocato diversamente dopo la tribet callata con quel flop avendo hittato TopPairTopKiker invece del chek avrei fatto un 3/4 pot se non addirittura POT, pronto eventualmente ad andare ai resti.Credo cmq che la mano sarebbe finita li portando a casa il piatto senza manco vedere il turn...nel caso di call al turn ribarello pesante o addirittura push per non fargli vedere il river.
        Responsabile Community Battle



        "Metti i Doors!!!"



        Commento


        • #5
          Pre-flop

          Il primo pensiero è confrontare il presunto range di apertura di MP con la mia mano.

          Vi sarà un nucleo minimo di valore composto da AJo+ A2s+ KJo+ KTs+ QJs+ QTs+ 55+, qulche suited scelta tra JTs J9s T9s T8s 98s 97s 87s 86s 76s 75s 65s 64s 54s, probabilmente 22-44 e altre mani un po' di confine come ATo A9o KTo QJo QTo JTo.

          Viste le stat decido di fargli un massimo del 19.5% composto da A2s+, KTs+,QTs+, J9s+, 54s+, ATo+, KJo+, QJo, 22+
          E' una scelta arbitraria, ma vale solo come punto di partenza, non per questo nel proseguo scarterò altre possibilità.

          Comunque sia probabilmente sono in vantaggio sugli oppo.

          Lo squeeze da SB è quindi evidentemente vantaggioso.

          Il mio range è composto sia da valore ATs+ AJo+ QQ+ sia da mani da bluff squeeze scelte tra 97s 87s 86s 76s 75s 65s 64s 54s. Personalmente evito le altre broodway, JJ e altre combo più marginali ma di ciò oppo non può esserne certo, così come non potrà escludere assi suited o assi medi,
          Comunque, anche se oppo scegliesse l'ipotesi più larga, può immaginare facilmente che il mio range di 3bet sia almeno alla pari se non superiore al suo.
          Il mio range reale resta alla pari resta anche dimezzando il suo dopo il call alla 3bet. Infatti, con la presenza del terzo incomodo, non spesso AA, KK e QQ e tutti gli AK giocheranno il colpo così, mentre d'altra parte qualche Ax, qualche suited connectors, le coppie infime e altre mani più marginali spesso folderanno.

          Non faccio però eccessivo affidamento sui range attribuiti e mi guardo il flop.



          Flop

          Non male, troppo connesso per dire ottimo, però discreto.
          La Q è la nostra carta e il 7 6 hittano benissimo con le nostre mani da bluff squeeze.
          Adesso sono al 70% vs il range avversario
          Insomma di combo migliori ci sono i 77 e i 66, qualche QQ+, AQ con una fiori e raramente un 76s.
          Però il board è molto dinamico, al turn mezzo mazzo mi toglierebbe odds, mentre poche sono le carte che potranno migliorare il mio punto.
          Penso a che mani potrebbero chiamarmi una eventuale cbet, quelle sopra avrebbero buoni motivo rilanciare, ci sono gli eventuali Axs di fiori sopravvissuti, potrebbe esserci anche qualche A di fiori off, da Ac5o a Ac8o e forse gli AK, poi KQ, QJs, le coppie sopravvissute 66-JJ, e, tra i suited bassi, le combo a fiori e quelle che hanno hittato un progetto e un pezzo di board, o anche uno sola delle ultime due cose magari con almeno una fiori. Inoltre - ammesso ma niente affatto concesso che oppo abbia giocato con questo genere di mani - i 55, magari con una fiori e le veramente rare Qxs. In più ci sta sempre qualche genialata di chi ha visto troppa TV.

          Check call, check raise o bet?

          Ho già concluso di essere avanti come range ma ancor di più so di esserlo come mano, ma non posso stare affatto tranquillo.

          Bettare piccolo (to call) è il modo più lineare, e ritengo il più corretto, per giocarsi la mano.

          Il rischio di far foldare mani dominate è più apparente che reale, sono mani da cui difficilmente riuscirei ad estrarre valore se non forse slowando tutte le street, il che sarebbe evidentemente una scelta pessima.
          Anche se non sono uno di quei giocatori che da SB non donkano neanche sotto tortura ritengo sia corretto mixare, quindi, considerato anche quanto siamo deep, qualche volta mi ci può stare anche il check.

          Però sarebbe assolutamente un check raise: banalmente il mio punto non è abbastanza forte per il check call.
          Quest'ultimo oltretutto da solo l'illusione di pot controllare, in realtà significa solo rimanere in attesa di un turn favorevole sperando di estrarre ulteriore valore.

          Ma mi salta il gatto sulla tastiera del PC e ops, call.

          As played, turn []

          Il 4 di cuori del turn non è malaccio, tra le 47 possibilità di migliori c'erano solo due, tre , tre e tre (anche se l'asso di fiori vale mezzo).

          Il 4 non dovrebbe chiudere doppie coppie, scale o tris, occorrerebbero mani come 58, 35, 64, 47, 44, e faccio fatica a pensare che oppo con queste mani abbia aperto e chiamato una 3bet.
          Quindi posso ripetere quasi pari pari il ragionamento fatto per il flop, solo che il piatto ora è di 72BB, ho in mente una puntata intorno ai 30 BB, non voglio regalargli free cards.
          Prima faccio il punto per l'ultima volta.
          Dopo la 3bet e il check call al flop rappresento un range di questo tipo: KQ, QJs 97s 87s 86s 75s 65s 64s 54s, più assi suited forti a fiori e qualche asso off che abbia hittato un pezzo del board. Poi in trapping, qualche volta discutibilmente giocate così, AA, KK, QQ, AQ .
          Anche escludendo queste ultime combo rappresento un equity, range vs range, vicina al 60%, mentre la mia equity grezza sarà superiore al 75% .

          D'altro canto se al flop ho deciso di trappare... e di nuovo il micio decide per me zompando un'altra volta sulla tastiera.

          Dopo la sua bet, di nuovo importante, qualche dubbio inizio ad averlo.

          Però il suo rilancio di $4.87 porta le mie pot odds poco sotto il 30%, il fold è brutto.

          E il pot è arrivato a 118BB, è l'ora di cercare di portarmelo a casa. Oltretutto vi sono carte in più di cui avere paura per il river di quante ce ne fossero dopo il flop, i 5 ad esempio che un 89 o un 88 sono nel suo range, poi resta il problema delle fiori, resta la possibilità che esca un K o un J per una possibile doppia coppia, oppure un T oppure... in realtà tranne i 2 non ci sono più blank possibili al river.

          Assolutamente da checkraisare, ma lui ha bettato 46BB aggiungendoli ai 36 che già aveva investito nel piatto, dietro gliene sono rimasti 124.

          Non c'è più tanto spazio per rilanciare, chiamasse anche solo un x2.5 (€11.5) al river avrebbe investito quasi ¾ stack.
          In questa situazione piuttosto che vedermi il river lasciandogli il vantaggio della posizione meglio polarizzarmi e mandare i resti in check raise. potrebbe anche capitare che chiami da dietro, oppure, e in questa situazione sarebbe anche meglio, mollasse il colpo.

          Insomma due check mi hanno portato già al turn alla scelta tra foldare e pushare. E mano male che eravamo deep.
          Ma ero ubriaco, era troppo tempo che non giocavo cash, misclicco, ancora quel maledetto gatto, insomma, mi riscappa il call.
          Chissà, magari alla fine risulterà essere stata la scelta migliore per questo spot.

          As played, river []

          Non so cosa per oppo ma per AQ il 3 di fiori peggiore tremendamente il board.

          Ho investito oltre 80BB, la mia mano mantiene un discreto valore - potrei essere buono - ma sono fuori posizione (che, me ne accorgo ora?) contro un avversario che sembra voler cercare rogna, dopo aver giocato passivamente due street.

          Potrei finalmente bettare - basso, tipo un quarto di pot - a mo di stopping-value bet.

          Certo che anche fare una bet to fold da più di 20 BB... l'alternativa è rassegnarmi a pagare il dazio per la mia condotta poco brillante e checkare sperando in un abbastanza improbabile checkback.

          A questo punto oppo, che ha davanti 3/4 pot, se non checka manderà i resti, nel caso devo limitare i danni e mollare il colpo.

          Se poi mostra le carte ed era dietro pazienza, è stato bravo e fortunato a barellarmi 3 strade, questa volta gli è andata bene.

          E la prossima volta magari eviterò di trappare OOP con TPTK.

          Commento


          • #6
            Premessa

            Onestamente, ricevere non è affatto male nel gioco cash, con una Equity presunta che va rispettivamente dal 55% al 35% contro uno o due possibili giocatori tight.
            Bisogna però essere assennati e considerare che si potrebbe essere dominati sin dall'inizio da AK o trovarsi comunque contro una grossa coppia servita.


            Situazione Pre-FLOP
            Successivamente, per effetto dell'azione di gioco, vedere effettuare uno Squeeze a 1.40, dopo un Raise ed essere rimasti contro altri due giocatori, non mi dispiace affatto.

            Infatti non solo uno dei due folda, ma si viene premiati con un grande board:


            FLOP


            Il nostro Eroe, in possesso della Top Pair seguita da Top Kicker, non ha nulla di cui temere al momento,
            a parte ovviamente i possibili progetti dell'avversario.

            Se dovessi giocare io, l'istinto mi suggerirebbe di essere molto deciso,
            ma con un board come questo bisogna anche fare attenzione a non costruire un grosso POT,
            soprattutto non dovrebbe essere alimentato in maniera eccessiva perchè l'avversario rimasto potrebbe essere con:
            1) Un progetto di fiori
            2) un progetto di incastro , ,
            3) una doppia coppia [Q6x] o [Q7x], (anche se alquanto improbabile ma comunque da tenere in considerazione tanto quanto i mostri).

            Effettuare un check-call, per questi motivi, sposa la mia linea di pensiero anche se ritengo di essere in netto vantaggio (74/26 - Valutazione effettuata con PokerStove).


            Il problema arriverà successivamente:

            TURN


            quando il nostro avversario decide di ribarellarci.

            Considerate tutte le informazioni in nostro possesso, ovvero che OPPO è un Regular, Solido e Tight,
            considerando anche una sua consistente e persistente azione (4,57) in relazione ai nostri Stack e al POT formatosi (11,81),
            sembra proprio che abbia una grossa mano o che stia per averla.

            Quindi muta lo scenario e OPPO potrebbe:
            1) avere chiuso l'incastro
            2) avere i mostri, o doppia coppia, o tris
            3) essere sul punto di chiudere l'incastro (semi-bluff)
            4) avere inscenato un bluff (ma con una possibile coppia bassa servita)

            Tutte ipotesi che non possono fare giocare tranquillo un player consapevole di essere in un forte svantaggio potenziale.

            Se Giambo (credo si chiami così) avesse deciso sin dall'inizio di essere più aggressivo non è detto che si troverebbe ora in una situazione più agevole.
            Anzi, questo è uno di quei momenti in cui bisogna saper prendere atto della situazione e Foldare.

            Inoltre, sarebbe sicuramente folle buttare la vasca adesso perchè per le combinazioni presenti e per come ha giocato il nostro avversario, non è più presente una Equity accettabile.


            RIVER
            Il al river è infine il colpo di frusta finale che chiude qualsiasi dubbio a quanto detto.


            CONCLUSIONI
            Comprendo perfettamente che foldare una mano del genere al turn sia frustrante, ma è altrettanto doveroso considerare una mossa vincente preservare il nostro stack.
            A volte ci sono delle piccole ritirate e delle decisioni giuste prese per tempo che possono determinare magari la vittoria dopo.

            Commento


            • #7
              Ciao a tutti! Mano abbastanza interessante...
              Cominciamo ad analizzare lo spot:

              Considerazioni iniziali:
              Siamo in un 6-max Cash. Oppo REG open Raisa da MP x3, seguito dal Call di BTN e il nostro HERO da BB opta per uno Squeeze a 1.40€. Lo squeeze di Hero con AQ lo trovo abbastanza standard per 2 motivi SOPRATTUTTO:

              1) Giocare la mano con pressione già dal pre flop ( perché AQo non è una starting hand facile da giocare al flo), per diverse ragioni:
              1) non hittiamo il flop, ci troviamo a giocarci il colpo OOP e quindi la maggior parte delle volte ci metteremo in Check/Call /Give up se OR spinge. 2) non abbiamo grande giocabilità ne dal preflop, che postflop ( visto che sono anche off), quindo al massimo dovremmo sperare in una scala ad incastro. Torniamo alla mano: il nostro Hero quindi Squeeza a 1.40€ e OR Cold/calla il nostro Squeeze. A questo punto oppo potrebbe avere anche Under pair, che non si sente di 4/bettare tipo: TT/JJ/QQ e visto che è anche IP, non vuole troppo buildare il pot e magari vuole controllarlo. In alcuni casi potrebbe anche trappare AA/KK, e quindi giocare per Deception. Oppo lo troviamo abbastanza Tight/solido con buone stats equilibrate...

              Come avrei giocato io al Preflop?

              Come ho detto prima: lo Squeeze lo trovo corretto. Al massimo io avrei optato per una size ancora più maggiore visto che ci giochiamo il colpo da BB (OOP). Nn avrei fatto Call al preflop per i motivi che ho evidenziato sopra... quindi lo Squeeze lo trovo Standard.

              FLOP:

              Il flop si presenta con questo scenario: Qc 7d 6c, flop abbastanza drawy ( con diversi progetti), sia di scala, tipo: 89s/T9s con incastro e FD, 45s e anche mani tipo: Kjs, QJs. Quindi ci sono diversi progetti, un flop non facile da gestire, visto che giochiamo la mano OOP e non possiamo controllare il piatto... diversamente se eravamo IP giocavamo la mano in un modo diverso. Torniamo alla mano: Hero si mette in Check/Call su questo flop, abbastanza standard... visto che donkbettare questo flop con queste Texture lo troverei INUTILE!
              Quindi OR C'Betta e Hero calla.
              Partiamo dal presupposto che oramai si C-betta con una percentuale che va anche al 90% dei flop... quindi oramai nel poker è abbastanza standard vedere una C-betta ( anche con air pura). Quindi quando betta questo flop può avere molte starting hand, difficile assegnargli una mano precisa. Si ragiona SEMPRE in termini di RANGE oggi giorno. Quindi OR può avere un FD come detto prima con CS suited/ Broadway o può avere Over pair trappata: AA/KK.

              COME AVRREI GIOCATO AL FLOP?

              Al flop avrei giocato decisamente come Oppo, come è solito giocare questa mano OOP in HU. Non ha senso Donkbettare con Top pair con questo tipo di flop:
              1) possiamo far passare ad oppo qualche Middle value/ Middle pair: TT/99/88/JJ.

              2) oppo folderà poche volte su questo flop, visto che ci sono diversi progetti sia di scala che di colore.

              TURN:

              Al turn OR decide di 2Barrellare abbastanza convinto su una Blank, il che fà pensare che oppo abbia una buona mano o un draw strong tipo: 89s, 45s o AA/KK. Su questa Blank la maggior parte delle volte si usa potcontrollare magari con TP good kicker o Middle value... lo stesso un FD al turn ceckerà gran parte delle volte dietro, visto che gioca IP e ha una carte GRATIS, visto che BB ha ceckato. Quindi presumo abbia un' ottima mano.

              COME AVREI GIOCATO IO AL TURN?

              Al turn avrei giocato nello stesso modo di oppo, come al flop... visto che quella Blank non cambia NIENTE rispetto al flop. Se uscissimo noi in puntata OR ci chiamerà di nuovo, visto che non è una Scary card e non è cambiato NULLA rispetto al flop. Quindi penso sia giusto il Call

              RIVER:

              Al river esce un 5d, che chiude diversi Draws: FD di fiori, 33 e 88 e 89s. Hero con AQo decide di uscire in Push al River con Aria TOTALE! Non sono molto d'accordo con il Push al river, visto che si è messo in Check/Call 2 streets, non presumo abbia grande valore... al massimo vuole dimostrare FD, vuole mostrare FD ad occhi di oppo... perchè un 8 con3 fiori, non esce in push al river. Quindi oppo con un Set o un 8, come 88 o 89, come poi aveva 88 ti chiama anche perché il pot si è ingrandito è OR ha dimostrato forza nelle 2 streets.

              COME AVREI GIOCATO IO AL RIVER?

              Al river non sarei uscito il Push per 2 motivi:

              1) nella mano si sono investite molte chips già dal preflop, quindi OR difficilmente folda un 88, sono d'accordo sul Push, se pensi che OR abbia un set: QQ,88... ma anche quì la scelta è borderline.

              2) hai pushato su una Scary Card che chiude diversi draws, sia di scala che di colore, e Hero in questo caso non ha BLOCKER! Quindi aumenta le possibilità che oppo abbia chiuso un punto.

              CONSIDERAZIONI FINALI:

              Il poker ci dimostra che la mano NON si gioc SOLO preflop, ma gli scenari possono cambiare INCREDIBILMENTE ANCHE CON UNA CARTA!
              Quindi nel poker oggi giorno il consiglio che vi do: " giochiamo meno Result Oriented e planniamo la mano anche nelle diverse streets successive"

              Comunque mano interessante, dove si può imparare e prendere spunti interessanti... un GL a tutti!

              Commento


              • #8
                Per tentare di analizzare in maniera esaustiva questa mano è necessario (come in tutti i campi di cui l’uomo si occupa) partire delle considerazioni iniziali.
                In questo caso, quindi, è importante sottolineare che si tratta di una mano cash-game NL10 giocata in un tavolo 6max. I protagonisti di questa mano hanno una stack pari a circa 200 bui ciascuno (quindi sono molto deep) e in particolare, il nostro Hero si trova ad affrontare un Oppo che oltre ad essere un cosiddetto “regular” è anche uno streamer.
                Dati questi presupposti, possiamo già ipotizzare che il nostro avversario sia un giocatore capace e quindi sia indispensabile una buona dose di cautela e riflessione da applicare nel corso della mano in questione.
                Nella fattispecie, l’action vede Oppo aprire x3 da posizione MP (il che significa che il suo range può comprendere mani come 66+, A4s+, K8s+, Q9s+, J9s+, T9s, A9o+, KTo+, QTo+, JT) segue il flat da parte del bottone e successivamente arriva il corretto squeeze da parte di Hero, che da posizione di small blind ha come hole cards AQo.
                Data la natura di Oppo, considero corretto lo squeeze con un range lineare di valore, in modo tale da minimizzare le combo di bluff e quindi poter giocare in maniera vantaggiosa soprattutto in caso di board che ci sorrida. Per questo motivo reputo che il nostro range (e di conseguenza quello che Oppo dovrebbe leggere fra le nostre combo possibili) è quello che comprende mani come 66+, A2s+, KTs+, QTs+, J9s+, T9s, 98s, ATo+, KJo+.
                Nella dinamica del gioco, una volta squeezato, il nostro avversario si limita a chiamare per vedere il flop, il quale ci regala una TPTK ma allo stesso tempo presenta un flush-draw a colore è un improbabile (seppur sempre possibile), progetto di scala, sia bilaterale (caso che al momento non terrei in considerazione), sia un progetto a incastro, che vede T9s come carte da attribuire a Oppo.
                Al flop, il nostro Hero decide di checkare e dal video ne emerge che questa scelta sia stata fatta nel tentativo di “trappare” l’avversario, dato che successivamente Hero stesso si limita al call, come al voler rappresentare un punto molto forte (direi un set). Dal mio punto di vista, con questa mossa Hero ha dato inizio al declino della sua mano dando adito a un goffo tentativo di pot controllore un piatto contestato a un giocatore probabilmente molto più esperto e soprattutto regular del NL10 (e con ciò intendo capace di giocare e di sfruttare qualsiasi punto debole mostrato dall’avversario.)
                Personalmente, dato il flop relativamente favorevole in relazione alle nostre carte e potendo far leva anche di un top kicker come l’asso, credo che sia giusto cbettare questo flop la stragrande maggioranza delle volte, per un ammontare di circa il 35-40% del pot (ma date le implied-odds, credo che anche una bet superiore sia ottimale).
                La motivazione della cbet in questo caso ha la duplice funzione di eliminare gran parte del range del nostro avversario che ha completamente missato il flop e dall’altro far pagare tutti quei progetti che possono eventualmente batterci, evitando quindi di dare free cards al nostro Oppo.
                Date queste premesse la mano giocata da ciambo96 presenta già degli elementi che lasciano presagire un possibile esito negativo della giocata. Nella fattispecie, credo che questo presagio si concretizzi nel momento in cui Oppo decide di bettare flop circa il 60% del pot e Hero si limita al call: in questo caso ritengo che la giocata più sensata per rimettere in carreggiata tutta la mano sarebbe consistita nel check-raisare il nostro avversario e aspettare la sua contromossa.
                Sebbene il coach Ghebbe indica questa possibile azione come non estremamente profittevole (soprattutto nel caso il nostro avversario dovesse limitarsi al call), credo che un check-raise possa rappresentare un’ottima strategia da attuare in questa situazione, dal momento che con tale mossa è possibile far foldare anche mani di valore oltre a tutti i progetti e gli eventuali bluff (soprattutto se si tiene in considerazione che entrambi i giocatori hanno ancora dietro 150blinds circa ciascuno). Nel momento in cui il nostro avversario dovesse rispondere al nostro check-raise con un raise-all-in, allora il nostro fold (seppur a malincuore) sarebbe d’obbligo e fortemente giustificato.
                La mano in questione prosegue e la carta che si presenta al turn è un “innocuo” 4 di cuori, il quale teoricamente non cambia la situazione in tavola. Hero si limita di nuovo a checkare, offrendo l’opportunità ad Oppo di second-barrellare con un bet pari sempre pari circa al 60% del pot: tutto ciò lascia presagire come il nostro l’avversario abbia davvero qualcosa di valore tra le sue mani e che quindi è necessario mollare il colpo e gettare le nostre carte nel muck.
                Partendo dal presupposto che questa mano sembra giocata a parti inverse (ossia è il nostro Hero che avrebbe dovuto barellare al flop e second-barellare al turn), credo, come detto dal coach Ghebbe, che una volta che si è disposti a chiamare al turn ormai ci si committi e sia necessario chiamare di conseguenza any-card al river (io aggiungerei escludendo le possibili fiori): date queste premesse reputo la scelta di Hero di callare la peggiore possibile in questo spot.
                Dal mio punto di vista, se la mano fosse stata condotta da parte di Hero cbettando al flop e second-barellando al turn, questa stessa si sarebbe già conclusa al cadere della quarta carta e avremmo portato a casa un buon pot senza troppi problemi e uscendo incolumi da una situazione potenzialmente pericolosa (come poi nella realtà si è dimostrata essere).
                Reputo questa affermazione vera soprattutto nel caso in cui al turn si punti una quantità di chip molto vicino all’80% del pot: è vero che se ci consideriamo davanti al nostro avversario dovremmo estrarre il massimo del valore, ma allo stesso tempo bisogna considerare che un regular potrebbe shovarci contro qualsiasi carta esca al river, soprattutto nel malaugurato caso nel quale questa completi un draw o dia la possibilità di chiudere qualsiasi scala. In una situazione del genere ci ritroveremmo a dover prendere una decisione molto difficile e dover perdere uno stack intero senza nemmeno essere giunti allo show-down.
                Tuttavia, la considerazione appena espressa è vera se la giocata effettuata segue un senso logico nel corso dell’action: Hero decide di donk-shovare al river nel momento in cui cade sul board di 5 di fiori che completa un possibile (quanto improbabile) colore chiuso miracolosamente proprio all’ultimo secondo.
                Di tutta l’action della mano in questione, credo che questa mossa forse rappresenti l’errore più grossolano commesso da Hero, in quanto, come detto dal coach Ghebbe nel video stesso, tutta la dinamica della mano stessa non è congruente con il punto che vuole rappresentare il nostro giocatore.
                Di conseguenza, risulta molto facile il call da parte di Oppo, che gira le sue 2 hole cards formate da una coppia di 8, le quali (molto rocambolescamente) chiudono una scala al river che gli regala ben 2 stack in un unico colpo.
                Personalmente, credo che sia necessario fare un’osservazione su tutta la giocata per capire realmente quale sia stata la dinamica che ha portato il regular a sentirsi così forte da poter bettare per ben 2 streets e sentirsi a proprio agio nel chiamare lo shove dell’ammontare di più di uno stack da parte di Hero alla fine.
                Credo che nel caso in questione si sia creato un vero e proprio “paradosso”, il quale ha portato la mano peggiore a leadare per tutte le street e soprattutto “a ragione” se si tiene in considerazione la condotta di Hero.
                Come ribadito più volte, ritengo personalmente che il modo di interpretare questa mano avrebbe dovuto tenere in considerazione una bet per ogni street per quanto riguarda il sia flop sia il turn. Nel malaugurato caso si fosse stati chiamati a entrambi e poi ci si fosse presentata la situazione che realmente si è verificata, molto probabilmente e a malincuore, il fold sarebbe stato comunque d’obbligo.
                Il modo di giocare di Hero la mano in questione credo che abbia fatto credere al nostro regular di avere la mano migliore e di star affrontando nel peggiore dei casi un AK che presentasse un fiore o comunque un range di mani che non avesse hittato nulla di grosso su quel board. Credo che questo sia giustificato soprattutto per la presenza dei due fiori già al flop, i quali (secondo il mio parere) costringono colui che abbia effettivamente preso qualcosa al flop a cbettare, sia per protection sia per prendere valore dall’avversario.
                In definitiva, credo che quando si creano delle mani del genere nelle quali non ci si trova a fronteggiare veri e propri “cooler”, ci sia sempre un errore al principio capace di far degenerare l’intera action e produrre ulteriori errori in successione, i quali portano inevitabilmente a perdere tutto il nostro stack.
                Personalmente, credo che nei casi in cui ci si scontri contro dei giocatori regular sia necessario essere molto prudenti e soprattutto disposti a foldare, sebbene a malincuore, nel momento in cui questi dimostrino forza nella loro action: nella maggior parte dei casi non ci si dovrà stupire quando ci gireranno il nuts.
                Come detto nel video, c’è sempre tempo perché arrivino delle situazioni migliori e credo che siano proprio queste le situazioni che bisogna sfruttare per poter essere vincente nel lungo periodo.

                Commento


                • #9
                  Ottime risposte, complimenti! Forse per noi la migliore è quella di Jedaias27 ma premieremo tutti quelli che hanno risposto.
                  fermana - Admin Team IntelliPoker Italia

                  Come creare le vostre mani..
                  "Se non individui il pesce entro la prima mezz'ora di gioco, significa che il pesce sei tu..io non lo trovo mai"

                  Commento

                  Caricando...
                  X

                  X Informazioni sui cookie

                  Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.