PokerStars.it homepage
  • If this is your first visit, be sure to check out the FAQ by clicking the link above. You may have to register before you can post: click the register link above to proceed. To start viewing messages, select the forum that you want to visit from the selection below.

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Come diavolo giocare Freeroll da vinci

Collapse
X
  • Filtri
  • Ora
  • Mostra
Clear All
new posts

  • Come diavolo giocare Freeroll da vinci

    Ciao a tutte ho provato qualche volta a fare il freeroll, in questi giorni più che in altri è un inferno. La gente chiama tutto, raisa tutto , contraraisa tutto con Q3 off anche se tu hai AA ti chiama per principio. Il raise è un'offesa un affronto personale che va punito mandando via il giocatore dal torneo. Chi sei tu per permetterti di rilanciare? Beccati sta vasca. E puntualmente si esce dal torneo, i runner abbondano soprattutto se hanno uno stack grande conquistato a colpi esasperanti di all in. Ho provato a giocare tight, specialmente a bui bassi dove veramente si vede di tutto k8 vs T7 all in. Il problema sopraggiunge più tardi ,alla fine quelli che hanno stack grosso sono obiettivamente quelli che giocano loose chiamando tutto , giusto qualche minuto fa ce n'era uno al mio tavolo, arrivo ai bui alti da short e da li non ne esco. Non mi sono spinto più in la della 200 posizione. Fatto sta che mi rifiuto di giocare come fanno loro non è poker è semplicemente **** e sperare nelle carte, qualche consiglio ?
    Last edited by Attilaswr; 19-07-2011, 16:40.

  • #2
    ti consiglio di giocare molto aperto nelle prime fasi iniziali
    io personalmente gioco any Ax s/o
    poi any K-Q-J-T9+suited e molti off suited,

    se riesci ad avere un buono stack puoi con l'aumentare dei bui chiuderti un pochino

    alla fine è un free ma non è poi cosi ingiocabile credimi


    It's a new dawn
    It's a new day
    It's a new life
    For me
    And I'm feeling good

    Dragonfly out in the sun you know what I mean, don't you know
    Batterflies all havin' fun you know what I mean
    Sleep in peace when the day is done
    And this old world is a new world
    And a bold world
    For me

    Commento


    • #3
      Il mio problema più grande sono i runner e i donk questo anche nei mtt da 0,5 1 euro o appunto nei sit da 0,5 a 1 euro dove ne ho incontrati spesso. Tutte le considerazioni possibili vanno fuori scala gente chiama i tuoi rilanci e continua a farlo sperando che enti scala colore o floppi qualcosa e a forza di chiamate entrano. Desistono solo se magari vai all in ma è vomitevole andare all in a bui 20-40 non so cosa fare

      Commento


      • #4
        Nei free ci vuole molta fortuna. Tra l'altro molto spesso si gioca in 2/3 mila in quelli più ricchi e di questi almeno 2 mila sono donk. E' buono il consiglio di penguin, altrimenti puoi prenderli come allenamento per il mindset e giocarli con una normale stretegia TAG.

        Per esperienza ti dico che anche solo ai 50cents MTT la situazione è migliore perchè almeno un 50% dei giocatori sono sensati e la paura di perdere il buy in fa desistere qualche donk dall all in atc
        Vincitore del 23° Torneo delle Stelle: IntelliStars

        Commento


        • #5
          purtroppo è una cosa a cui devi abituarti. su pokerstars come su altre room italiane stà aumentando il numero di donk che butta i soldi a caso.....quindi finchè non arrivi a giocare sit o tornei da 5-10 il 75% degli avversari sarà composto da donk....e anche ai 5-10 euro li troverai.....
          per tornare alla tua domanda ti rispondo collegandomi a quello che dice penguin: gioca a caso all'inizio, tenta subito il raddoppio, meglio uscire subito che essere scoppiati dopo un pò che stai giocando; se riesci a diventare subito deep dopo il gioco dovrebbe diventare più agevole; quando arrivi in fondo, beh, lì ci vuole come al solito abilità e fortuna, tutto qua
          Vincitore Evento 24 Intelliseries 2011 - MAIN EVENT

          Commento


          • #6
            Io gioco spessissimo i free"donk" MTT e arrivo almeno 1-2 volte a settimana "ITM"
            la mia strategia è semplicissima:

            Fase iniziale (opzione 1)
            Tavolo di limper.
            Call con tutto, anche 7-2 off suited, se floppi bene (tris, doppia coppia, top pair Q+ con buon kicker, non fare raise ragionevoli... PUSHA, tanto un donk con Abanana che ti fa fare DU lo trovi, e se ti scoppiano, fatti una birra.

            Fase iniziale (opzione 2)
            Tavolo "pusher"

            Dicesi tavolo in cui vanno all'in in minimo 3/4 con QQ, A3, Q7, 72o, e chi vince (solitamente 7-2o ) ha un mega stack.
            Ecco, appena vedi l'iper donk che ha appena vinto un all'in in 4 con Q5, devi chiamarlo "Il mio double up" e appena hai una premium TT+ AT+ pushalo, tanto chiama.
            Se scula anche te, fatti una birra.

            Fase intermedia
            Di solito il 70% degli psicopatidonk sta bevendo birra mentre qualche bravo player sta cercando un nuovo mouse.
            Li se hai un buono stack, chiuditi giocando in posizione, stealando ecc, se il tavolo è "limper" e di solito lo sono, come prima chiama o limpa, al flop se hai preso bene, altrimenti cecca, tanto i bluff sono "quasi inutili"
            Se hai floppato bene (monsterflop) giocala in checkraise, tanto qualche timido bluff lo faranno oppure punta 1/2, 3/4 pot, prenderanno la bassa puntata per un segno di debolezza e chiameranno....

            Fase finale...
            se sei comodo (20° su 100) gioca KK+
            Se sei corto (80° su 100) vai più largo, TT+ AT+

            Se esci beviti una birra, se prendi il ticket beviti una birra.

            Questo è più o meno come gioco il DaVinci e solitamente 1/2 ticket a setttimana li prendo.
            Ps ricorda di mettere la birra in ghiacciaia.
            Last edited by RZTK6; 25-07-2011, 23:50.

            Commento


            • #7
              Originalmente inviato da RZTK6 Visualizza messaggio
              Io gioco spessissimo i free"donk" MTT e arrivo almeno 1-2 volte a settimana "ITM"
              la mia strategia è semplicissima:

              Fase iniziale (opzione 1)
              Tavolo di limper.
              Call con tutto, anche 7-2 off suited, se floppi bene (tris, doppia coppia, top pair Q+ con buon kicker, non fare raise ragionevoli... PUSHA, tanto un donk con Abanana che ti fa fare DU lo trovi, e se ti scoppiano, fatti una birra.

              Fase iniziale (opzione 2)
              Tavolo "pusher"

              Dicesi tavolo in cui vanno all'in in minimo 3/4 con QQ, A3, Q7, 72o, e chi vince (solitamente 7-2o ) ha un mega stack.
              Ecco, appena vedi l'iper donk che ha appena vinto un all'in in 4 con Q5, devi chiamarlo "Il mio double up" e appena hai una premium TT+ AT+ pushalo, tanto chiama.
              Se scula anche te, fatti una birra.

              Fase intermedia
              Di solito il 70% degli psicopatidonk sta bevendo birra mentre qualche bravo player sta cercando un nuovo mouse.
              Li se hai un buono stack, chiuditi giocando in posizione, stealando ecc, se il tavolo è "limper" e di solito lo sono, come prima chiama o limpa, al flop se hai preso bene, altrimenti cecca, tanto i bluff sono "quasi inutili"
              Se hai floppato bene (monsterflop) giocala in checkraise, tanto qualche timido bluff lo faranno oppure punta 1/2, 3/4 pot, prenderanno la bassa puntata per un segno di debolezza e chiameranno....

              Fase finale...
              se sei comodo (20° su 100) gioca KK+
              Se sei corto (80° su 100) vai più largo, TT+ AT+

              Se esci beviti una birra, se prendi il ticket beviti una birra.

              Questo è più o meno come gioco il DaVinci e solitamente 1/2 ticket a setttimana li prendo.
              Ps ricorda di mettere la birra in ghiacciaia.
              se segui il suo consiglio, e ti freghi tutte quelle birre, cambia direttamente gioco, fatti una passatella( chi è del sud capisce, al nord non so se si gioca)

              Commento


              • #8
                ehm.....

                calcolando che c'è un da vinci l'ora con la strategia che ti consigliano vai tranquillo che quello delle 2105 lo giochi da steso sotto il tavolo del PC.
                Rispetta il tuo passato, ama il tuo presente, innamorati del tuo futuro

                Who Ose Win (Chi Osa Vince)
                Non Avrai Vissuto Veramente Se Non Hai Sfiorato La Morte

                Commento


                • #9
                  Quando mi trovo al tavolo di un freeroll sicuramente entro con un'approccio molto diverso e cmq qualsiasi freeroll viene fatto per un premio importante (ticket, accesso ad un torneo superiore, premi fianle mensili come la skill, ...)

                  L'importante secondo me (cosa che cerco ad esempio di fare ogni volta di fare in Skill ) è istruire i giocatori di freeroll, facendo loro capire che devono pensare al premio finale e non al buyin del torneo. In questo modo i tornei massacro freeroll forse diventerebbero più giocabili.

                  E' chiaro che anch'io quando gioco un fr sono sicuramente più rilassato e quindi il range è più aperto e gli eventuali scoppi vengono sopportati meglio , ma ho visto alcune cose anche al MINIIPT da 400€ che potevano essewre da freeroll
                  Homo faber fortunae suae (L'uomo è l'artefice della propria sorte) - cit. Appio Claudio Cieco ♣

                  La fine di un Raduno non è altro che l'inizio dell'attesa x il prossimo !

                  IntelliTrofei: LegaHIGH mag'10 ♠ 3°FantaIntelli ♠ 2aCBattle'14 ♠ LegaNLHE HU gen'12 ♠ LegaNLHE A giu'13, nov-dic'12&'13

                  richiedi il tuo Avatar Intellipoker personalizzato(galleria nel mio blog)


                  Commento


                  • #10
                    ovviamente so perfettamente che così facendo mi scoppiano una volta su 2 (minimo) però il davinci lo gioco così

                    [replay hand_id=134275 type=ps title_id=2 showControls=1 themePath=table_PS_560x386.jpg lang=en gameEntity=0 hash=9B631A6234]

                    PS a sto giro niente birra ... arrivo 200esimo alla sagra di AA
                    dopo una 20 di mani, becco AA vs KK che setta.
                    rimango dentro, salgo a 28.000 chips bui 1000/2000 da Bottone spillo QQ push sui 2 "corti da 14K " BB mostra AA.... niente scoppio e resto con circa 14K
                    poche mani dopo da UTG becco AQ push ( ho 7bb) mi chiamano in 4
                    Flop KJ spero nella scala in un A o una Q (10 out) ma nulla vince coppia di 7... troppo triste, meno male c'è la birra XD
                    Last edited by RZTK6; 27-07-2011, 16:46.

                    Commento


                    • #11
                      Finalmente una discussione di strategia riguardo alla quale posso dire qualcosa di utile (almeno spero )
                      Dopo un inizio di carriera stentato ai free sto ottenendo qualche discreto risultato. Questo mese ho preso 4 ticket per il round 2 su 35 free giocati tra da vinci e varianti. Penso di avere una certa esperienza di questo tipo di torneo e di poter dare qualche consiglio, tenendo in considerazione che la strategia che propongo (che definirei con l' ossimoro di tight-gambling) va applicata solo a questo tipo di torneo, in quanto tende a "violentare" in qualche modo il vero gioco del poker:

                      1 Gioca mentre fai qualcos' altro, la vita è troppo breve per sprecarla ai Da Vinci Unisci l' utile al dilettevole e gioca mentre studi, guardi la tv, lavi i piatti o fai le pulizie. Almeno se di bustano in 55esima posizione dopo 2 ore di gioco avrai meno voglia di buttarti sotto un treno.

                      2 Non condivido al 100% la tesi di chi dice di giocare a caso i primi livelli, il fatto che sia un freeroll non deve essere una scusa per giocare male. E' pur vero però che dobbiamo allargare i nostri range di push e di call ai limiti dell' irreale. Una cosa importante da tenere conto è che dobbiamo cercare di arrivare tra i primi 54, un numero molto basso considerato il numero abituale dei partecipanti. Gamblare più del solito è ok ma dobbiamo saper foldare anche mani buone se vediamo che probabilmente siamo dietro nel colpo o se non abbiamo le odds per inseguire i nostri progetti. Di seguito entro più nei dettagli:

                      3 Con le mani medio-forti è sempre meglio aggredire preflop, limiteremo il numero degli avversari ed eviteremo decisioni complicati su flop di difficile interpretazione. Una peculiarità del Da Vinci è che nella maggior parte dei casi ci dobbiamo scordare le tribet e i raise per isolare i limpers quando abbiamo buone mani, in molti spot saranno disposti a chiamarci anche con le banane. Se l' omino del Da Vinci openraisa, il 90% delle volte che lo fa è disposto a giocarsi lo stack.
                      Mano esempio: a bui 60 30 stack 5000 (posizione random) dobbiamo fronteggiare un raise di 120 che ha trovato un call di un altro giocatore. In un torneo normale tenderemmo a tribettare qualcosa come 500-600. Al Da Vinci è molto probabile che almeno un giocatore ci chiami anche con mani spazzatura come 59o, senza contare che se abbiamo giocatori a parlare dopo di noi difficilmente si tireranno indietro davanti al nostro segnale di forza. Abbiamo così creato un gran piatto che difficilmente riusciremmo a gestire su un flop che non hittiamo. Secondo me restano due le alternative possibili:
                      a) Call: se hittiamo qualcosa sappiamo che molte volte siamo davanti e ci facciamo pagare volentieri. E' una soluzione che però a me non piace, potremmo trovarci anche a dover foldare la mano migliore davanti ad una bet di oppo in draw o con A (ma anche K o Q qualche volta) high.
                      b) Push: nei pochi casi in cui tutti foldano vinceremmo uncontested un piatto piccolo, ma il nostro obiettivo deve essere quello di giocare fin dai primi livelli piatti grossi che ci permettano di incrementare il nostro stack in maniera tale di arrivare tra i 54 eletti e una mano come AK (ma in questa situazione direi tutte le mani come AJ+, 77+ e forse anche KQ) ci danno se non la certezza un' ottima possibilità di partire davanti di fronte a call di oppo felice di metterle tutte con A-banana, ma anche con mani molto più improbabili come connectors 2 gap, J-banana+ o qualsiasi suited (che sono sempre nuts per l' omino medio)
                      Ci scoppiano? Pazienza, dobbiamo arrivare alla bolla con uno stack consistente, dobbiamo prendere dei rischi per costruirci lo stack e con queste mani dobbiamo massimizzare le rendite sfruttando gli happy call degli omini.
                      Di fronte a diversi limp preflop tendo ad allargare il range di repush:
                      con uno stack compreso tra i 20 e i 40 bb a bui medi, anche da più deep nei primi livelli tendo spesso a overlimpare le coppiette da 66 in giù da early position e a repushare AT+, 77+, KQ, mentre da bottone e dai bui repusho 22+, A9o+, A7s+, KJ+
                      Se ho meno di 20 bb allargo il range anche ad A2s+, A7o, 67s+, JT+

                      c) Situazioni in cui tribetto/openraiso: di solito opto per questa scelta quando sono parecchio deep e al tavolo ci sono altri giocatori con stack importanti, in questo caso prima di rischiare tutte le nostre chips è meglio vedersi il flop. Un altra situazione per agire in questo modo è quando abbiamo una monster, dobbiamo però fare attenzione a rilanciare un importo consistente, non vogliamo che entrino nel piatto troppi giocatori, nemmeno AA gioca così bene se ci chiamano in 6.

                      d)Fare call a raise/overlimpare: lo faccio abbastanza di rado, il più delle volte con coppiette(esclusivamente per set mining), suited connector o assi suited. Lo faccio solo quando sono abbastanza deep da potermi permettere di cercare un flop favorevole, se sono corto la scelta è tra il push e il fold (a seconda della posizione e del numero di giocatori coinvolti nell' azione)

                      Sono un po' stanco stasera e quindi per ora finisco qui il mio sproloquio, mi piacerebbe però continuare la discussione in seguito. Ci tengo a precisare che le indicazioni che ho fornito (in modo un po' confuso forse) sono abbastanza generiche e anche io non le seguo alla lettera (i fattori stack degli oppo, loro sitle, posizione, momento del torneo restano fondamentali e magari mi piacerebbe approfondirli in seguito). Anche i range che ho fornito non sono certo a prova di matematica e si basano in genere alla mia umile esperienza.

                      Pareri e soprattutto critiche in proposito sono bene accetti
                      Tough times never last, tough people do

                      Our deepest fear is not that we are inadequate
                      our deepest fear is that we are powerful beyond measure


                      Commento


                      • #12
                        Omg ma ho scritto un casino! La gente si annoierà a leggere......

                        Magari se commentate non quotate tutto il messaggio sennò va in tilt il forum
                        Tough times never last, tough people do

                        Our deepest fear is not that we are inadequate
                        our deepest fear is that we are powerful beyond measure


                        Commento


                        • #13
                          Il fatto di giocare push/fold ai primi livelli non è giocare male, è solo avere un percentuale di vincita più alta di "omino" alle fasi iniziali.
                          Con tutti i DaVinci che hai fatto, credo hai visto il 90% delle volte le prime 5/6 mani con 3 all'in per tavolo con A7 che pusha, Q3 che chiama, A2 che si gioca anche il pandino perchè azz... avevo l'asso.

                          Io son del parere che è molto più profittevole pushare da Aj, TT in su le mani iniziali, almeno so che in 4 avrò in media il 40% delle probabilità di fare 4up, piuttosto che dover aspettare minimo 30 mani per poter giocare "decentemente".
                          se nelle prime 10-20 mani raggiungo uno stack di 10k o più, allora posso pensare di poter affrontare tranquillamente un push di 2k se ho in mano AT, piuttosto che dover rosicare per aver aspettato tanto una mano come KK callare un push del CL e trovarmi A2 che prende l'A al river...

                          Poi nelle fasi post suicidi, diciamo che al 50/60% delle volte trovi "oppi" che hanno voglia di giocare, quindi giocheranno si, molto larghi, ma col nostro stack possiamo affrontare anche certi call di 1-2BB che non intaccano il nostro stack per cercare il river....

                          su 3000, almeno 1000 son kamikaze, e sappiamo che AA vs 22 vince "solo" una volta su 5, quindi se l'oppo donk che ha un megastack per la momentanea tubochiappa ci pushasse ogni mano, saremo ugualmente fuori dopo poco e avremmo "perso tempo" buono magari per farci una decina di sit.

                          Ovviamente son scelte che ognuno fa.
                          Io inizio, se dopo una decina di minuti ho ancora lo stack iniziale, mollo tranquillo.
                          Non è strano alla terza, quarta mano vedere dei CL con 20-25k di chips che poi soccombono quando i bui si alzano, ma incontrarli, foldare 20 mani aspettando AA e vederseli scoppiare.... non ho abbastanza mouse in casa

                          (ps son punti di vista eh)

                          Commento


                          • #14
                            Originalmente inviato da RZTK6 Visualizza messaggio
                            Il fatto di giocare push/fold ai primi livelli non è giocare male, è solo avere un percentuale di vincita più alta di "omino" alle fasi iniziali.
                            Con tutti i DaVinci che hai fatto, credo hai visto il 90% delle volte le prime 5/6 mani con 3 all'in per tavolo con A7 che pusha, Q3 che chiama, A2 che si gioca anche il pandino perchè azz... avevo l'asso.
                            (ps son punti di vista eh)
                            Sono daccordo con quello che dici riguardo alla fase p/f fin da subito, è quello che più o meno ho cercato di spiegare nel mio (forse un po' confusionario) megapost. Quello che non condivido è la teoria espressa da qualcuno secondo la quale sarebbe meglio giocare quasi atc i primi livelli sperando di hittare qualcosa al flop. Come dici tu bisogna "avere un percentuale di vincita più alta di "omino" alle fasi iniziali", per cui piuttosto che entrare passivamente in ogni piatto è meglio conservare le nostre chips e selezionare bene le nostre mani per giocarci piatti grandi avendo dalla nostra una buona probabilità di partire davanti nel colpo.
                            Tough times never last, tough people do

                            Our deepest fear is not that we are inadequate
                            our deepest fear is that we are powerful beyond measure


                            Commento


                            • #15
                              Posto qua le mani salienti (12, spero non siano troppe) dell' ultimo Da Vinci in cui ho shippato il ticket, giusto per entrare ancora più nel vivo dell' argomento. Forse è un po' ridicolo trattare in modo così approfondito un torneo dove non si gioca a poker bensì al suo "parente svampito", ma mi piace scrivere (anche riguardo a cose di cui non ho compet:enza) e spero di non annoiare nessuno.

                              Si tratta del torneo delle 16.05 del 25-07-2011, dove mi sono piazzato 46esimo su 2949 giocatori (forse il DV con meno players a cui abbia partecipato). Di seguito mani e commenti:

                              [replay group_id=20385 type=ps title_id=2 showControls=1 themePath=table_PS_560x386.jpg lang=en gameEntity=0 hash=A20AED209E]

                              1)Easy easy fold, anche in un DV. Ok rischiare ad inizio torneo ma dobbiamo cercare di essere almeno in coinflip con preferibilmente un solo avversario. In questo spot mi sembra superfluo dire che saremmo sempre sotto un cane (underdog , colgo l' occasione per brevettare ufficilamente l' italianizzazione di questa espressione)
                              2)Imho anche questo è un fold (sempre nell' ottica di un DV, in un torneo normale mi sembra ovvio). E' vero che il piatto è bello grosso (considerando che i limpers difficlmente molleranno la presa), ma dovremmo investire un importo abbastanza consistente per poi foldare se non hittiamo, oltretutto veet2 con quel raise ci dimostra forza e potremmo ritrovaric ad essere dominati.
                              3)Qui se facciamo un canonico raise a 320 ci flatta mezzo mondo e dobbiamo foldare su flop che non hittiamo, abbiamo una mano ottima per sfruttare gli happy call, quindi push.
                              4)Con TT sono sempre felice di andare broke preflop an un DV, però se tribettiamo lui è capace di flattarci e su un probabile flop con almeno un overcard ci troveremmo in difficoltà. Imho meglio pushare subito e toglierci il pensiero.(obv escludo il call pre visto che il nostro obiettivo deve essere quello di estrarre maggior valore possibile dalle nostre mani per arrivare nei 54, prendendoci tutti i rischi del caso)
                              5)Con JJ e questi stack openraiso per valore, poi dopo il reraise alla cbet il fold è l'm unica cosa da fare.
                              6)AJo mi pare esagerato openpusharla da utg con questo stack, raiso per vedere come si comporta il tavolo e una volta tanto capita che ci foldino alla cbet.
                              7)Qui avrei pushato diretto qualsiasi mano che non sia KK o AA, raiso per valore ma probabilmente la mano sarebbe andata allo stesso modo anche pushando direttamente.
                              8)Qui avevo quasi paura che avesse QJ o addirittura set ma oppo si era mostrato già molto happy in precedenza, quindi vado rotto senza troppi rimpianti. Oltretutto il piatto mi porta intorno alla 35 posizione quando c' erano poco più di 100 players left. questo vuol dire che siamo quasi a ticket, d' ora in poi giochiamo solo monster e adottiamo la tattica FAG (fold-aggressive)
                              9)Questo vuol dire foldare anche mani come 88, soprattuto da quella posizione(pazienza per il set, oltre al fatto che ci capiterà solo 1 volta su 7 (infatti è per questo che si chiama set ) se qualcuno fosse stato in draw di cuori saremmo dovuti andare rotti rischiando di perdere tutto)
                              10)Giochiamo solo monster dicevo
                              11) e 12) a questo punto dobbiamo rifarci lo stack e fortunatamente troviamo chi è disposto a darci una mano.

                              Tenendo conto che certi ragionamenti sono motivati dal fatto che ci troviamo nel magico mondo del Da vinci e che mai mi sognerei di farli ai micro (dove donkeggio ogni tanto), mi piacerebbe ricevere commenti/critiche in proposito.
                              Last edited by Deborohlarox; 31-07-2011, 13:07.
                              Tough times never last, tough people do

                              Our deepest fear is not that we are inadequate
                              our deepest fear is that we are powerful beyond measure


                              Commento

                              Caricando...
                              X

                              X Informazioni sui cookie

                              Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.