PokerStars.it homepage
  • If this is your first visit, be sure to check out the FAQ by clicking the link above. You may have to register before you can post: click the register link above to proceed. To start viewing messages, select the forum that you want to visit from the selection below.

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

KQQQ è una buona mano?

Collapse
X
  • Filtri
  • Ora
  • Mostra
Clear All
new posts

  • KQQQ è una buona mano?

    Prendo spunto da una mano che ha fatto discutere molto ieri sera durante la diretta della superlega per fare un pò di chiarezza sulla struttura delle starting hands nel pot limit omaha.

    https://www.boomplayer.com/28725791_3E5E57E54C

    In fase super short button decide di raise/pushare KQQQ single suited con 6 bb (sb 6,5 bb, bb 5 bb).

    KQQQ single suited è una buona mano nel PLO? La risposta è NO.
    In quella situzione l'action di BTN è corretta? La risposta è SI.

    Per capire la qualità delle starting hands nel PLO bisogna basarsi essenzialmente su 2 variabili:
    1. Intrinsic value che è basato sulla raw equity (la probabilità di vittoria che ha una mano quando si va all in preflop) e per questo non ha bisogno di realizability (essere suited e connected) e non ha bisogno di implied odds (essere nuttiness)
    2. Contextual value che è il concetto per cui il valore di una mano si aggiusta a seconda del contesto (quanto siamo deep? Quanti giocatori ci sono nella mano?). Diventa molto importante che una mano sia suited e connected per avere giocabilità durante le streets e che abbia potenziale di chiudere il nut per poter avere implied odds contro le medium strong hands.

    KQQQ single suited ha un limitatissimo contextual value e difatti viene foldata da qualsiasi posizione con uno stack maggiore di 10 bb.

    E' facilmente intuibile che più gli stacks diventano short più la variabile da tenere conto sia l'intrinsic value perchè sempre più spesso finiremo all in preflop senza giocare il board.

    Tornando alla nostra mano in qualsiasi variante di Poker con 5 bb in un torneo fast e con ante (e su questo consiglio ai responsabili della superlega di rivedere la struttura, l'ante non esiste in nessun MTT PLO al mondo) in questa situazione si raise/pusha praticamente any hands.
    Tralasciando discorsi ICM trascurabili per un torneo del genere, BB con range sensato chiamerà almeno con il 60% delle hands in questa situazione. E se per caso BB overfoldasse abbiamo fold equity sufficiente per rendere profittevole questa giocata da super short.
    Vi lascio qui sotto il calcolo dell'equity con propokertools, strumento che consiglio di usare per capire l'intrinsic value.




  • #2
    Edito ulteriormente per spiegare matematicamente (ma anche in generale) come sia totalmente assurdo il raise/fold in quel contesto, move che ho sentito suggerire durante la diretta.
    BTN apre a 2.250, raise all in di BB con 4.819, a questo punto dobbiamo mettere 2.569 chips per un pot di 7.569, abbiamo un rapporto 1:3 circa e quindi ci serve il 25% per rendere il call profittevole.
    Ecco qui sotto i casi più estremi in cui BB (sbagliando) chiama solo con il 10% e il 5% del suo range

    Commento


    • #3
      Seguivo la diretta mentre giocavo la Lega Omaha (complimenti per avermi battuto all'HU giaor ) e per quanto poco ne sappia io di Omaha con 5 bb per me quello è un raise pot per finire all in proprio perché l'equity della mano è abbastanza buona per un all in ed è abbastanza assurdo raise-foldare da così short e con quelle pot odds. L'unica cosa è che non farei dei raise bassi da short stack ma potterei proprio per non dare la possibilità al big blind di realizzare la sua equity post-flop.

      Comunque capisco il perché si pensi che KQQQ non valga l'all in, s'impara l'Omaha come post-flop game e si dimentica che per finire all in preflop non conta affatto la giocabilità della mano e questo è uno dei motivi per cui si può limpare dietro un KK o QQ trash ma di fronte ad un raise che arriva da range che non è solo "AA only" si può 3-bettare per finire all in.

      Commento


      • #4
        Le coppie alte AAxx, KKxx ecc. restano anche nel plo le mani più forti del gioco nonostante non abbiano lo stesso equity advantage del no limit holdem.
        Per questo ha molto senso in certe situazioni limpare per poi raisare, infatti il nostro obbiettivo è mettere più chips possibili preflop con queste mani.
        Se preflop mettiamo più di 1/3 delle nostre chips nel piatto creando uno stack to pot ratio minore o uguale a 1 non è quasi mai un errore pushare any flop.
        Nel caso non si fosse un raise da dietro possiamo benissimo giocare per set value con ottime implied odds nel caso pescassimo la nostra carta.
        È quindi intuitivo che con uno stack sotto i 10 bb bisogna open raisare pot con queste mani così che come dice Snake oppo non possa realizzare la sua equity post flop.

        Commento


        • #5
          Il fatto di avere 3 Q nella nostra mano è un handicap molto importante se dovessimo giocare più street post flop. Risulta invece un handicap marginale se possiamo mettere tutte le nostre chip preflop nel piatto.

          Commento

          Caricando...
          X

          X Informazioni sui cookie

          Il nostro sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Puoi modificare le impostazioni sui cookie in qualsiasi momento. Se continui, acconsenti al loro utilizzo.